Buone Notizie

«Io, chirurgo in Afghanistan tra i talebani»

«Io, chirurgo in Afghanistan tra i talebani»
Ricevi gratis le news
0

di Marco Severo
Aveva studiato la cosa nei dettagli, Sandro Contini. Nel momento di preparare lo zaino, esempio, aveva messo gli scarponi ben in vista: «Non preoccuparti, cara - aveva poi detto alla moglie Marta - stavolta resto sulle montagne del nord, lontano dai deserti meridionali controllati dai talebani». Falso, naturalmente.
Come già l’anno scorso, anche stavolta il medico parmigiano di Emergency - 62 anni, chirurgo della nostra Università - ha tenuto la bocca cucita. Nel 2008 decise solo al rientro di rivelare d’essere stato a Lashkargah, Afghanistan del sud, nella provincia di Helmand. Una delle più pericolose. Tra quelle con la più alta densità di talebani.
Idem quest’anno, col trucco degli scarponi in aggiunta: «In famiglia ho evitato di farla troppo lunga, mi sembrava giusto non fare preoccupare nessuno» - sintetizza lui, sguardo generoso e modi spicci.  E' la quarta volta che Contini vola in Afghanistan per lavorare come chirurgo negli ospedali di Emergency, l’Ong fondata da Gino Strada per le vittime civili dei conflitti.
Tre mesi è rimasto tra i fondamentalisti col turbante, a Lashkargah, da gennaio a fine marzo. Giorno e notte il medico ha trattato feriti da arma da fuoco, da mine, da taglio, da crollo di abitazioni in uno dei tre ospedali afghani di Emergency: lo stesso in cui nel 2007 venne accolto, dopo la liberazione, il giornalista di «Repubblica», Daniele Mastrogiacomo.
«Ogni giorno arrivavano da noi in media una decina di pazienti - riferisce Contini - tutti feriti in combattimento». Sette, oltre al parmigiano, erano gli italiani presenti nel centro: «Emergency è l’unica Ong occidentale nella provincia di Helmand che, in qualche modo, viene tollerata dai talebani.
Le minacce, tuttavia, possono essere numerose». Ogni mattina il medico, insieme a colleghi e infermieri, si spostava in jeep tra casa e ospedale, percorrendo un tratto di strada assai pericoloso per la presenza di edifici governativi considerati target a rischio: «Gli echi degli spari e dei bombardamenti non erano troppo distanti da noi, e un giorno una bomba è esplosa a dieci metri dalla nostra abitazione». Segno che in Afghanistan la guerra continua: «Purtroppo sì - conferma Contini - anche se non viene particolarmente enfatizzata dai media».
Più che il racconto della sua missione, allora, al medico parmigiano preme fare un quadro della situazione - «drammatica» -  in cui versa il Paese: «Purtroppo fa male tornare ogni volta e constatare l’assenza quasi assoluta di miglioramenti nelle condizioni di vita, caratterizzate da una povertà e da una carenza di cure estreme. Esiste una sproporzione infinita tra l’immagine che dell’Afghanistan abbiamo in occidente e la situazione reale sul piano civile, sociale, sanitario».
Manca tutto nel Paese «degli aquiloni», nonostante siano trascorsi quasi otto anni dall’inizio di Enduring Freedom, l’operazione militare lanciata da Bush dopo l’11 settembre, «l’Afghanistan è ancora oggi in piena guerra - dice Contini - e la liberazione delle donne dal burqa, tanto sbandierata, è vera solo in parte poiché si tratta di un’usanza ancora molto radicata tra la gente del posto. Il governo Karzai, inoltre, non è padrone del territorio mentre i talebani rappresentano una minaccia reale in molte provincie».
Anche senza insistere sui tasti, sensibilissimi, delle considerazioni politiche, il tono della conversazione non cambia: «A fronte di qualche progresso registrato negli ospedali a Kabul - racconta il medico - la sanità nel resto del Paese è inesistente, nonostante alcuni “report” ottimistici. Gran parte dei territori montuosi, ad esempio, per buona parte dell’anno restano isolati dalla neve». A ciò si aggiunge l’intransigenza dei talebani, «che non tollerano alcuna collaborazione con gli occidentali, rendendo così impossibile anche l’avvio di piani di prevenzione come quello contro la tubercolosi. Forse - conclude Contini - il tentativo di dialogo con i fondamentalisti, preannunciato dal presidente Obama, potrebbe portare novità positive, anche se si tratta di una strada tutta in salita».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Dopo l'alluvione

Argini dell'Enza: lavori per 330mila euro tra Sorbolo e Coenzo

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"