22°

Buone Notizie

«Io, chirurgo in Afghanistan tra i talebani»

«Io, chirurgo in Afghanistan tra i talebani»
Ricevi gratis le news
0

di Marco Severo
Aveva studiato la cosa nei dettagli, Sandro Contini. Nel momento di preparare lo zaino, esempio, aveva messo gli scarponi ben in vista: «Non preoccuparti, cara - aveva poi detto alla moglie Marta - stavolta resto sulle montagne del nord, lontano dai deserti meridionali controllati dai talebani». Falso, naturalmente.
Come già l’anno scorso, anche stavolta il medico parmigiano di Emergency - 62 anni, chirurgo della nostra Università - ha tenuto la bocca cucita. Nel 2008 decise solo al rientro di rivelare d’essere stato a Lashkargah, Afghanistan del sud, nella provincia di Helmand. Una delle più pericolose. Tra quelle con la più alta densità di talebani.
Idem quest’anno, col trucco degli scarponi in aggiunta: «In famiglia ho evitato di farla troppo lunga, mi sembrava giusto non fare preoccupare nessuno» - sintetizza lui, sguardo generoso e modi spicci.  E' la quarta volta che Contini vola in Afghanistan per lavorare come chirurgo negli ospedali di Emergency, l’Ong fondata da Gino Strada per le vittime civili dei conflitti.
Tre mesi è rimasto tra i fondamentalisti col turbante, a Lashkargah, da gennaio a fine marzo. Giorno e notte il medico ha trattato feriti da arma da fuoco, da mine, da taglio, da crollo di abitazioni in uno dei tre ospedali afghani di Emergency: lo stesso in cui nel 2007 venne accolto, dopo la liberazione, il giornalista di «Repubblica», Daniele Mastrogiacomo.
«Ogni giorno arrivavano da noi in media una decina di pazienti - riferisce Contini - tutti feriti in combattimento». Sette, oltre al parmigiano, erano gli italiani presenti nel centro: «Emergency è l’unica Ong occidentale nella provincia di Helmand che, in qualche modo, viene tollerata dai talebani.
Le minacce, tuttavia, possono essere numerose». Ogni mattina il medico, insieme a colleghi e infermieri, si spostava in jeep tra casa e ospedale, percorrendo un tratto di strada assai pericoloso per la presenza di edifici governativi considerati target a rischio: «Gli echi degli spari e dei bombardamenti non erano troppo distanti da noi, e un giorno una bomba è esplosa a dieci metri dalla nostra abitazione». Segno che in Afghanistan la guerra continua: «Purtroppo sì - conferma Contini - anche se non viene particolarmente enfatizzata dai media».
Più che il racconto della sua missione, allora, al medico parmigiano preme fare un quadro della situazione - «drammatica» -  in cui versa il Paese: «Purtroppo fa male tornare ogni volta e constatare l’assenza quasi assoluta di miglioramenti nelle condizioni di vita, caratterizzate da una povertà e da una carenza di cure estreme. Esiste una sproporzione infinita tra l’immagine che dell’Afghanistan abbiamo in occidente e la situazione reale sul piano civile, sociale, sanitario».
Manca tutto nel Paese «degli aquiloni», nonostante siano trascorsi quasi otto anni dall’inizio di Enduring Freedom, l’operazione militare lanciata da Bush dopo l’11 settembre, «l’Afghanistan è ancora oggi in piena guerra - dice Contini - e la liberazione delle donne dal burqa, tanto sbandierata, è vera solo in parte poiché si tratta di un’usanza ancora molto radicata tra la gente del posto. Il governo Karzai, inoltre, non è padrone del territorio mentre i talebani rappresentano una minaccia reale in molte provincie».
Anche senza insistere sui tasti, sensibilissimi, delle considerazioni politiche, il tono della conversazione non cambia: «A fronte di qualche progresso registrato negli ospedali a Kabul - racconta il medico - la sanità nel resto del Paese è inesistente, nonostante alcuni “report” ottimistici. Gran parte dei territori montuosi, ad esempio, per buona parte dell’anno restano isolati dalla neve». A ciò si aggiunge l’intransigenza dei talebani, «che non tollerano alcuna collaborazione con gli occidentali, rendendo così impossibile anche l’avvio di piani di prevenzione come quello contro la tubercolosi. Forse - conclude Contini - il tentativo di dialogo con i fondamentalisti, preannunciato dal presidente Obama, potrebbe portare novità positive, anche se si tratta di una strada tutta in salita».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro