11°

29°

Buone Notizie

La mano tesa di Parma in aiuto della Bielorussia

La mano tesa di Parma in aiuto della Bielorussia
0

Questa volta è filato tutto liscio: la precisione nel carico era tale che neppure l’occhiuta burocrazia bielorussa ci ha messo lo zampino, così  i 12 volontari parmigiani hanno potuto consegnare personalmente ai destinatari i 220 quintali di materiale, che alla fine di marzo avevano preso la via di Gomel a bordo di uno stracarico Tir. Passati dogane e controlli (il tempo di giacenza è previsto in circa un mese), il materiale è stato «liberato» e  i delegati di «Help for children», che nel frattempo avevano raggiunto Gomel nella seconda metà di maggio, hanno potuto procedere personalmente alle lunghe e complicate operazioni di consegna.
 Si è così conclusa nel migliore dei modi questa nuova avventura di solidarietà nelle zone colpite dalla nube nucleare della centrale di Chernobyl, che porta la firma dell’associazione parmigiana, impegnata soprattutto nel dare ospitalità nei periodi estivi a ragazzi delle zone contaminate. Alla volta della Bielorussia sono partiti soprattutto generi alimentari (raccolti in gran parte grazie alle collette alimentari davanti alle casse dei supermercati e per la parte restante proventi della generosità di alcune ditte alimentari parmensi), ma anche vestiario, materiali per l’igiene personale e collettiva, giocattoli per i bambini.

Con le derrate alimentari sono stati confezionati oltre 500 pacchi nominativi consegnati ad altrettante famiglie che vivono nei villaggi più poveri  di Strukacev, e Kucin-Kamenka. La maggior parte del carico è stata distribuita in strutture da tempo seguite da Help for children, quali l’ospedale psichiatrico infantile di Gomel, e gli  orfanotrofi (dai quali provengono i bambini per i soggiorni estivi in gruppi) di Gomel, Babici, Recica (da qui vengono i ragazzi audiolesi ospitati a Sorbolo), e Ulukovje, che dall’anno scorso  manda a Noceto 7 bambini colpiti da sindrome di Down. I volontari parmigiani - 12 in tutto - coordinati dal vicepresidente Gianpio Baroni (veterano di queste missioni) sono arrivati in Bielorussia a bordo di due camper e hanno soggiornato nella città di Recica (a Gomel non c’erano posti liberi) per i sei giorni necessari a portare a termine la missione. «Tutto è filato liscio - dice al ritorno Gianpio Baroni - nel viaggio non ci sono stati problemi, niente intoppi alle frontiere». E la Bielorussia com’è vista dagli occhi di un  veterano? «In questi ultimi anni sono stati fatti grossi passi avanti - conferma Baroni - ora nei negozi si trova di tutto, ma pochi hanno i soldi per comprare, perché c’è notevole disparità sociale. A Gomel c’è l’ospedale nuovo, Recica è ordinata come una cittadina nordeuropea, nei villaggi sono rimasti indietro, come da noi nel dopoguerra. Finalmente - aggiunge Baroni - anche per gli orfanotrofi si è attivata una politica di progressiva riduzione, e già si registrano consistenti cali numerici. Ma i bambini bielorussi hanno ancora bisogno di noi. E cercheremo di aiutarli  con corsi di formazione professionale quando escono dalle strutture: è questo il progetto nuovo che stiamo mettendo in atto, insieme ad “Help Lunigiana”, con la collaborazione delle province di Parma e Massa Carrara. Sarà la nostra sfida più avanzata nei prossimi mesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

indagini

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso:

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

SAN GIOVANNI

Il piccolo falco «Sandro» è caduto dal nido

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima