Buone Notizie

Quei giochi in Pediatria che piacciono anche in Usa

Quei giochi in Pediatria che piacciono anche in Usa
0

di Ilaria Graziosi
Quale modo migliore se non il gioco, per rendere più sopportabile la triste esperienza del ricovero ospedaliero per i bambini? «Giocamico», nel 1997, è nato così. Come un progetto non sanitario, ma sulla persona, che ha dato anche risultati sanitari. Corrado Vecchi, responsabile del progetto Giocamico della cooperativa «Le Mani Parlanti», racconta così l’attività che svolge insieme ad altri 200 volontari nel reparto di Pediatria dell’Ospedale Maggiore.
«Con il nostro sostegno abbiamo bambini che vanno all’intervento chirurgico molto più sereni, e quindi è meno difficile sedarli, si usano meno farmaci, si hanno meno effetti collaterali, si ha un risveglio e ripristino delle condizioni di salute più precoce e quindi   dimissioni più rapide».
 Quest’anno per la prima volta lo staff di Giocamico conta anche due presenze «speciali» dagli Stati Uniti: Arielle Eagan e Christopher Petteruti, due studenti del Boston College, che sono arrivati a Parma a gennaio proprio per svolgere il tirocinio - della durata di un semestre - accanto ai piccoli pazienti del Maggiore.  «Sono molto felice di questa possibilità che il Boston College mi ha offerto -  dice Arielle - Anche nel mio paesino di Road Island svolgevo attività di volontariato in un Children Hospital. Gli stati d’animo che può vivere un bambino quando è in ospedale sono quelli dell’inquietudine, del panico, della paura, dell’ansia: rispetto a tutto questo la pratica di attività ludiche incoraggia sia lo sviluppo fisico, poiché induce il bambino a muoversi, sia quello sociale, perché lo induce a relazionarsi con gli altri, ma anche quello psichico perché lo spinge a pensare, a creare idee e a comunicare».
Ventun anni, studentessa di psicologia, Arielle tornerà in America a giugno, ma porterà con sé il ricordo di un’esperienza importante. «Mi sento molto utile qui, non solo perché aiuto i bambini, ma anche perché, parlando inglese, spesso riesco ad aiutare il personale pediatrico a comunicare con i genitori stranieri dei piccoli malati».
Soddisfazione e appoggio per l’attività svolta dal gruppo Giocamico anche da Sergio Bernasconi, direttore del dipartimento di Pediatria: «La malattia deve essere intesa come un periodo soltanto transitorio della vita del bambino -  dice  Bernasconi - un ostacolo che il bambino deve imparare a superare; un’esperienza in cui la solidarietà e partecipazione adulta nel percorso di vita si concretizza e, attraverso il gioco, tutto questo è possibile». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Lega Pro

Oggi Parma-Bassano

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery