20°

31°

Buone Notizie

La riscossa delle ragazze alla pari

La riscossa delle ragazze alla pari
0

 Roberta Marcuccilli

«Cerco ragazza madrelingua da ospitare per aiutare mia figlia, di 13 anni, ad apprendere l’inglese». O ancora: «Voglio fare la ragazza alla pari per imparare il francese. Cerco famiglia disposta ad offrirmi vitto e alloggio, ricambio con lavori domestici e da babysitter».
Aiuti in casa per una stanza
Sono solo due degli annunci pubblicati da alcune parmigiane su siti che si occupano di lavoro «au pair». Con l’espressione «alla pari», au pair nel linguaggio internazionale, s'intende la permanenza, al massimo di un anno, di una ragazza straniera in una famiglia ospitante. La giovane in cambio di aiuti in casa riceve una stanza, cibo e un piccolo compenso variabile da nazione a nazione. Si tratta di uno dei modi più antichi scelti da tante studentesse, e pochi studenti, per trascorrere un periodo all’estero. E a Parma? Il lavoro alla pari è un ricordo lontano o c'è ancora qualche giovane volenterosa che per imparare una lingua è disposta a rimboccarsi le maniche?
Agenzie ad hoc
«È un fenomeno che nella nostra città sta lentamente riapparendo - dicono all’Informagiovani del Comune -. In Italia ci sono diverse agenzie specializzate nella gestione di programmi di lavoro alla pari. I nostri utenti, però, spesso sono interessati ad altri tipi di esperienze all’estero. Noi consigliamo comunque di visitare alcuni siti riservati a questo tipo di lavoro». I principali sono www.iapa.org e www.uapa.net. Iapa (International au pair association) e Uapa (Universal au pair association) sono le maggiori associazioni di agenzie che si occupano di lavoro alla pari. «A Parma non ce ne sono», puntualizzano all’Informagiovani. Ci pensa il web. Online ci sono molti siti su cui è possibile pubblicare avvisi di offerta e domanda. Tanto per citarne altri: www.annunci.it , www.studenti.it, www.bakeca.it. E non mancano parmigiane, che cercano su internet la loro occasione. E famiglie parmigiane che come baby sitter cercano ragazze alla pari al posto delle «badanti».
Diritti e doveri
Ricordiamo che le ragazze «au pair» costituiscono una categoria specifica che non è né quella di studentesse, né quella di lavoratrici. Non sono trattate da dipendenti retribuite, come badanti o colf, e sono abbastanza libere di muoversi grazie all’orario di lavoro ridotto: cinque ore giornaliere per un totale di trenta ore settimanali.
 Le giovani che decidono di provare quest’esperienza vengono inserite nel contesto socio-culturale della famiglia che le ospita. Per due o tre volte la settimana possono anche frequentare un corso di lingua, entrando così in contatto con un altro ambiente nuovo.
 Come in passato, ancora oggi questo tipo di soggiorno offre a molte ragazze un’occasione per migliorare la conoscenza della lingua, ma anche un’opportunità per sviluppare autonomia e disinvoltura. Da imparare ce n'è, è lo spirito di sacrificio che manca. Almeno a Parma.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

3commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

1commento

disagi

Temporale su Parma: cellulari, problemi a singhiozzo sulla linea Tim

2commenti

paura

70enne si ritrova con i ladri in casa in zona via La Spezia

2commenti

contratto

Lucarelli crociato per il 10° anno: sarà il più vecchio della B

6commenti

carabinieri

Presi e denunciati i due scippatori di Monticelli: sono giovanissimi

3commenti

Acquedotto

Guasto riparato, torna l'acqua in via Spezia

Il ripristino dell'erogazione è già avvenuto a fine mattinata, dopo una breve interruzione

IL CASO

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

furti

Svaligiato il circolo Rapid

2commenti

ATENEO

Preghiera musulmana, inaugurato lo spazio

26commenti

il caso

Sequestro Dall'Orto, nuove indagini dopo 29 anni

TRIBUNALE

Armi e bossoli in casa, primi due patteggiamenti per la banda dei sardi

Intervista

Ermal Meta: «Il mio sogno si chiama musica»

La foto "virale"

Gocce di pioggia su di loro: ed è record di clic

Impresa

L'America's Cup parla parmigiano

SERIE B

Le vacanze dei crociati

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

salute

Vaccini: in Sardegna, tetano dopo 30 anni. Morta bimba a Roma per morbillo

Lavoro

"Furbetti del cartellino": 50 indagati a Piacenza

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat