Buone Notizie

Ikea raccoglie e dona alla Pubblica 630 coperte usate

Ikea raccoglie e dona alla Pubblica 630 coperte usate
3

 I clienti del negozio Ikea di Parma hanno risposto con grande generosità all’iniziativa «Riscalda la notte» consegnando in 10 giorni più di 630 coperte ai volontari dell’Assistenza Pubblica. In cambio hanno ricevuto un buono acquisto di 10 euro. 

 Le coperte e i piumoni raccolti verranno tutti impiegati in aiuto ai più bisognosi.  Una parte sarà distribuita dai volontari dell’Assistenza Pubblica, con il pulmino del freddo, che durante le notti invernali si sposterà per la città e raggiungerà gli anziani, le persone senza reddito e gli stranieri disoccupati che si trovano in strada, accompagnando chi lo desidera ai dormitori, sostentando chi, per scelta, vuole restare fuori. 
 Le coperte rimanenti verranno donate alla Caritas e ad «Azione solidale», che provvederanno a completare la distribuzione. 
Ikea e Assistenza Pubblica ringraziano  chi ha aderito all’iniziativa.  Grazie a «Riscalda la notte», che ha coinvolto tutti punti vendita italiani, Ikea ha raccolto complessivamente 18.000 coperte e piumoni usati.  «Il successo di questa attività - dicono i responsabili dello store di Parma -  dimostra ancora una volta che Ikea può fare la differenza solo insieme ai suoi clienti, che con un piccolo gesto fanno la loro parte: Ikea ha così la possibilità di unire i loro sforzi a favore delle associazioni impegnate nel sociale.  L’obiettivo di questo progetto è quello di educare al riuso ed al consumo intelligente che, come ha confermato il consenso all’iniziativa, può essere effettuato anche in una struttura commerciale». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rosetta

    06 Dicembre @ 19.34

    Mahurin perche devi vedere il marcio qui, credo che l'azieda in questione abbia coinvolto così tante persone che si sono sentite utili. apri la mente non essere sempre pessimista , io vedo sempre il bicchiere mezzo pieno ,provaci per 1 volta. buon natale .rosetta

    Rispondi

    • Mahurin

      06 Dicembre @ 20.50

      Carissima Rosetta, Io ho lavorato in Ikea e credimi se ti dico che conosco molto bene quella gente e le loro vere intenzioni. Non c' è azione che compiano che non sia attentamente misurata in termini di costo che devono sopportare e ritorno che ne possono ottenere . Il primo deve essere il più basso possibile e se ci riescono non deve addiittura esistere. Il secondo deve oltre che portare clienti nei loro negozi anche continuare a mantenere ed implementare l' immagine di azienda attenta al sociale, all' ambiente e quanto altro gli possa servire per apparire diversi da quello che realmente sono. Se Tu vuoi essere ingenua sei libera di farlo. Ti consiglio solo la lettura di un libro fondamentale per capire i metodi, le logiche e gli obiettivi veri della "democratica" multinazionale svedese : "IKEA. Cosa nasconde il mito della casa che piace a tutti ? Di O.Bailly, D. Lambert, J.M. Caudron edizioni Anteprima - Landau Torino. Leggilo e poi saprai dirmi ! Buon Natale di cuore anche a Te

      Rispondi

  • Mahurin

    03 Dicembre @ 17.35

    Certo tutto bellissimo. Le organizzazioni caritatevoli hanno fatto il loro lavoro, Ikea ha avuto la sua bella dose di pubblicità gratuita (grazie anche a Voi), i poveri senza casa hanno ottenuto delle vecchie e probabilmente malandate coperte. Ma si sa loro sono gli ultimi e quel poco che gli viene concesso è sempre meglio di niente. Però io mi chiedo se non sarebbe stato più dignitoso per entrambi i partner di questa storia accordarsi tra loro affinchè Ikea donasse alle organizzazioni il numero di coperte necessarie ? Questo visto anche che, per ciascuna coperta portata ai negozi Ikea ha regalato un buono acquisto di 10 euro. Valore alla produzione più che sufficiente a coprire il costo di una coperta Ikea nuova ! Quindi ecco l' obiettivo vero di Ikea in questa storia : non la preoccupazione per i disagiati ma portare la gente nei suoi negozi per indurla all' acquisto d' impulso o meno dei suoi prodotti. E così far funzionare al massimo delle loro potenzialità di incantamento quelle sorte di Disneyland del consumo per cui questi sono stati creati ed esistono. Non posso che dire una cosa che dovrebbe essere chiara a tutti, se la maggior parte delle persone non fossero così ingenue da cadere in questi maldestri trabocchetti : Chi persegue sempre il proprio utile e profitto difficilmente potrà mai preoccuparsi realmente dei bisogni degli altri. Quelli veri, intendo, non quelli da loro stessi artificialmente indotti col fine del guadagno. Saluti

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)