20°

36°

Buone Notizie

Fondazione Cariparma: 13 milioni per la ricerca

Fondazione Cariparma: 13 milioni per la ricerca
Ricevi gratis le news
0

Tredici milioni di euro negli ultimi cinque anni: è quanto stanziato da Fondazione Cariparma  per fornire il proprio sostegno a progetti in ambito sanitario, tecnologico e agroalimentare. L'esasperato sfruttamento delle risorse naturali, unitamente allo straordinario incremento demografico, sono tematiche di generale allarme e preoccupazione. E' una sfida che coinvolge l'intera umanità attraverso la riduzione delle emissioni inquinanti, l’ottimizzazione di fonti energetiche alternative, la tutela delle bio-diversità, il cibo per tutti.

Obiettivi questi che, necessariamente, richiedono forti investimenti, sia pubblici che privati, dedicati alla ricerca scientifica e all’istruzione, investimenti indirizzati allo sviluppo di nuovi prodotti e di più efficienti sistemi di produzione, coniugando la necessità di sviluppo economico con l’attenzione all’ambiente e allo squilibrio fra la ricchezza di pochi e la povertà di molti.
«La ricerca scientifica è dunque un settore di primaria importanza - spiega Carlo Gabbi, presidente di Fondazione Cariparma - la cui positiva ricaduta riflette il livello del progresso sociale ed economico dell’intera comunità mondiale. Nel nostro Paese, com'è noto, la ricerca scientifica avverte sensibili ritardi rispetto alla situazione di altre nazioni. E’ sulla base di tali considerazioni che la Fondazione Cariparma si è assunta una crescente responsabilità nei confronti di tale settore, prediligendo tre ambiti principali quali la ricerca applicata ai settori sanitario, tecnologia d’impresa e agro-alimentare, con borse di studio finalizzate a specifici progetti».   
In ambito sanitario è doveroso ricordare il recente sostegno della Fondazione Cariparma (per oltre 3 milioni di euro) all’acquisto della nuova risonanza magnetica 3.0 «Tesla» per l’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma: uno strumento innovativo che, oltre a garantire ampie potenzialità applicative, permetterà l’attivazione di progetti di ricerca nei campi della neuro riabilitazione motoria, dell’autismo e della schizofrenia, dell’aprassia e dei disturbi del linguaggio in età evolutiva.
Ancora va sottolineato l’acquisto (per 1.200.000 euro) del nuovo microscopio elettronico in trasmissione a favore dell’Imem di Parma (Istituto dei materiali per l’elettronica e il magnetismo)-Consiglio nazionale delle ricerche: un innovativo strumento che apre a vasti scenari nei campi delle nanoscienze e delle nanotecnologie. Settori strategici per la ricerca, con svariate ricadute in molti settori vitali della società (informatica, medicina e sanità, nanomateriali).

La presenza a Parma del nuovo microscopio elettronico in trasmissione costituisce una delle prime realtà italiane (in tutta Europa esistono solo sei strumentazioni analoghe) con futuri scenari internazionali di eccellenza nel campo della fisica, scienza dei materiali, chimica, medicina, ingegneria, veterinaria, biologia.   
«La Fondazione Cariparma ha operato una scelta qualificante a sostegno della ricerca scientifica interdisciplinare a Parma - spiega Giancarlo Salviati, dirigente di ricerca del Cnr - scegliendo di finanziare l’acquisto di una grande apparecchiatura che consente per la prima volta al Campus di Parma di fare un salto di qualità realmente significativo nello studio del nanomondo».
«Sono certo - continua - che l’Università ed il Consiglio nazionale delle ricerche a Parma potranno in futuro trarre ulteriori benefici da una linea di pensiero a mio avviso emblematica che, oggi più che mai, deve vedere i soggetti privati come Fondazione Cariparma tra i protagonisti a sostegno della ricerca italiana».
Non di meno la Fondazione Cariparma ha recentemente dato ampio sostegno (con un importo di 900.000 euro) a 82 nuovi progetti promossi dall’Università degli studi di Parma che rientrano all’interno del bando per il cofinanziamento di progetti di ricerca di interesse nazionale attivato dal ministero per l’Istruzione, la Ricerca e l’Università.
Per 20 di questi progetti il nostro ateneo parmense svolge funzioni di capofila e coordinatore, mentre dei restanti 62 i numerosi ricercatori dell’Università di Parma sono impegnati in qualità di responsabili di una specifica «unità di ricerca». Un impegno affinché le grandi potenzialità e competenze della ricerca italiana, con particolare riferimento a Parma, possano trovare aiuto e fiducia.    Il sostegno alla ricerca medica si completa infine con progetti quali Right (per lo sviluppo di un importante programma di studio sulla terapia contro l’Aids) e un significativo finanziamento indirizzato all’impiego di cellule staminali in ambito cardiologico, oltre a numerosi altri tra i quali i progetti di ricerca oncologica e quelli di ricerca sull'epatite C. 

In ultimo, due progetti di particolare valenza: il primo è «Ager» (Agroalimentare e ricerca), ovvero un’associazione temporanea di scopo di 11 fondazioni bancarie italiane a favore della ricerca nel settore agroalimentare: tramite Ager le Fondazioni stanno finanziando la realizzazione di ricerche nell’ambito di diversi comparti - fra cui innanzitutto quello delle produzioni ortofrutticole, dei cereali), della vite (in un’ottica di filiera) e zootecnico (in particolare la filiera del suino) - ma anche iniziative finalizzate all’applicazione dei risultati che ne deriveranno, al fine di favorire il miglioramento dei processi produttivi, lo sviluppo di tecnologie e la promozione e valorizzazione del capitale umano.
Il secondo è la partecipazione della Fondazione Cariparma a «Ttventure», un fondo chiuso italiano voluto da alcune Fondazioni di origine bancaria per favorire il trasferimento dei risultati della ricerca tecnologica alle imprese: un’iniziativa, dunque, che si propone di contribuire a ridurre il gap esistente nel nostro Paese tra centri di ricerca, imprese ed investitori, sostenendo lo sviluppo di iniziative ad alto contenuto tecnologico, in particolare nei campi della biomedicina, della scienza dei materiali, dell’agro-food ed energetico-ambientale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

tg parma

Parma, Germoni: "Ottimo ritiro, devo conquistarmi il posto" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti