-2°

Buone Notizie

Fondazione Cariparma: 13 milioni per la ricerca

Fondazione Cariparma: 13 milioni per la ricerca
0

Tredici milioni di euro negli ultimi cinque anni: è quanto stanziato da Fondazione Cariparma  per fornire il proprio sostegno a progetti in ambito sanitario, tecnologico e agroalimentare. L'esasperato sfruttamento delle risorse naturali, unitamente allo straordinario incremento demografico, sono tematiche di generale allarme e preoccupazione. E' una sfida che coinvolge l'intera umanità attraverso la riduzione delle emissioni inquinanti, l’ottimizzazione di fonti energetiche alternative, la tutela delle bio-diversità, il cibo per tutti.

Obiettivi questi che, necessariamente, richiedono forti investimenti, sia pubblici che privati, dedicati alla ricerca scientifica e all’istruzione, investimenti indirizzati allo sviluppo di nuovi prodotti e di più efficienti sistemi di produzione, coniugando la necessità di sviluppo economico con l’attenzione all’ambiente e allo squilibrio fra la ricchezza di pochi e la povertà di molti.
«La ricerca scientifica è dunque un settore di primaria importanza - spiega Carlo Gabbi, presidente di Fondazione Cariparma - la cui positiva ricaduta riflette il livello del progresso sociale ed economico dell’intera comunità mondiale. Nel nostro Paese, com'è noto, la ricerca scientifica avverte sensibili ritardi rispetto alla situazione di altre nazioni. E’ sulla base di tali considerazioni che la Fondazione Cariparma si è assunta una crescente responsabilità nei confronti di tale settore, prediligendo tre ambiti principali quali la ricerca applicata ai settori sanitario, tecnologia d’impresa e agro-alimentare, con borse di studio finalizzate a specifici progetti».   
In ambito sanitario è doveroso ricordare il recente sostegno della Fondazione Cariparma (per oltre 3 milioni di euro) all’acquisto della nuova risonanza magnetica 3.0 «Tesla» per l’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma: uno strumento innovativo che, oltre a garantire ampie potenzialità applicative, permetterà l’attivazione di progetti di ricerca nei campi della neuro riabilitazione motoria, dell’autismo e della schizofrenia, dell’aprassia e dei disturbi del linguaggio in età evolutiva.
Ancora va sottolineato l’acquisto (per 1.200.000 euro) del nuovo microscopio elettronico in trasmissione a favore dell’Imem di Parma (Istituto dei materiali per l’elettronica e il magnetismo)-Consiglio nazionale delle ricerche: un innovativo strumento che apre a vasti scenari nei campi delle nanoscienze e delle nanotecnologie. Settori strategici per la ricerca, con svariate ricadute in molti settori vitali della società (informatica, medicina e sanità, nanomateriali).

La presenza a Parma del nuovo microscopio elettronico in trasmissione costituisce una delle prime realtà italiane (in tutta Europa esistono solo sei strumentazioni analoghe) con futuri scenari internazionali di eccellenza nel campo della fisica, scienza dei materiali, chimica, medicina, ingegneria, veterinaria, biologia.   
«La Fondazione Cariparma ha operato una scelta qualificante a sostegno della ricerca scientifica interdisciplinare a Parma - spiega Giancarlo Salviati, dirigente di ricerca del Cnr - scegliendo di finanziare l’acquisto di una grande apparecchiatura che consente per la prima volta al Campus di Parma di fare un salto di qualità realmente significativo nello studio del nanomondo».
«Sono certo - continua - che l’Università ed il Consiglio nazionale delle ricerche a Parma potranno in futuro trarre ulteriori benefici da una linea di pensiero a mio avviso emblematica che, oggi più che mai, deve vedere i soggetti privati come Fondazione Cariparma tra i protagonisti a sostegno della ricerca italiana».
Non di meno la Fondazione Cariparma ha recentemente dato ampio sostegno (con un importo di 900.000 euro) a 82 nuovi progetti promossi dall’Università degli studi di Parma che rientrano all’interno del bando per il cofinanziamento di progetti di ricerca di interesse nazionale attivato dal ministero per l’Istruzione, la Ricerca e l’Università.
Per 20 di questi progetti il nostro ateneo parmense svolge funzioni di capofila e coordinatore, mentre dei restanti 62 i numerosi ricercatori dell’Università di Parma sono impegnati in qualità di responsabili di una specifica «unità di ricerca». Un impegno affinché le grandi potenzialità e competenze della ricerca italiana, con particolare riferimento a Parma, possano trovare aiuto e fiducia.    Il sostegno alla ricerca medica si completa infine con progetti quali Right (per lo sviluppo di un importante programma di studio sulla terapia contro l’Aids) e un significativo finanziamento indirizzato all’impiego di cellule staminali in ambito cardiologico, oltre a numerosi altri tra i quali i progetti di ricerca oncologica e quelli di ricerca sull'epatite C. 

In ultimo, due progetti di particolare valenza: il primo è «Ager» (Agroalimentare e ricerca), ovvero un’associazione temporanea di scopo di 11 fondazioni bancarie italiane a favore della ricerca nel settore agroalimentare: tramite Ager le Fondazioni stanno finanziando la realizzazione di ricerche nell’ambito di diversi comparti - fra cui innanzitutto quello delle produzioni ortofrutticole, dei cereali), della vite (in un’ottica di filiera) e zootecnico (in particolare la filiera del suino) - ma anche iniziative finalizzate all’applicazione dei risultati che ne deriveranno, al fine di favorire il miglioramento dei processi produttivi, lo sviluppo di tecnologie e la promozione e valorizzazione del capitale umano.
Il secondo è la partecipazione della Fondazione Cariparma a «Ttventure», un fondo chiuso italiano voluto da alcune Fondazioni di origine bancaria per favorire il trasferimento dei risultati della ricerca tecnologica alle imprese: un’iniziativa, dunque, che si propone di contribuire a ridurre il gap esistente nel nostro Paese tra centri di ricerca, imprese ed investitori, sostenendo lo sviluppo di iniziative ad alto contenuto tecnologico, in particolare nei campi della biomedicina, della scienza dei materiali, dell’agro-food ed energetico-ambientale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Al via la stagione

A Schia una «valanga» di novità

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

Restauro

Zibello, il battistero torna a risplendere

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Nuoto

Federica Pellegrini vince i 200 sl

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio