10°

Buone Notizie

"Bar H": la Gioco aspetta una sede

0

Ci siamo già occupati in passato del problema della sede per la Polisportiva Gioco, l'associazione che da 25 anni svolge a Parma la sua attività nel campo della disabilità affrontata soprattutto attraverso l'attività sportiva. Nell'ultimo numero del periodico Sport-al, l'associazione ha nuovamente sollevato il problema, in modo ironico e autoironico, con un articolo, che riportiamo, dal titolo:

BAR H

Adusi ormai a espressioni                                                                                                                                                                                       volgari desemantizzate
del tipo “non vale
un c…”, abbiamo quasi
scordato che una volta si
diceva più elegantemente
“non vale un’acca”.
Provate a scriverlo: un’h.
Gioco di parole, da facile
rebus. Così vi spiegate il
titolo. Un bar che non si
vede nemmeno, nascosto
dentro un palazzone
da demolire. Appunto: un
bar H, una baracca!
Eppure in questa baracca
c’è gente capace
di ascoltare e di dare risposte.
Vengono genitori
con bimbi problematici,
vengono giovani che la
malattia o l’incidente costringono
a un lungo percorso
per l’inserimento
lavorativo, vengono persone
che necessitano
di riabilitazione motoria,
vengono disabili decisi a
rimettersi in gioco con la
pratica sportiva e l’esperienza
sociale. Per tutti
la risposta non è un’H,
ma un istruttore di nuoto,
uno sport amatoriale,
una squadra che propone
mete agonistiche e
socializzanti, un gruppo
di volontari disponibili e
competenti, un’offerta di
collaborazione agli Enti
in sinergia con altre Associazioni.
Ma se parliamo di una
sede in cui svolgere tutte
queste attività, dobbiamo
usare la parola baracca.
Quattro muri di cemento
armato sono anche comodi:
proteggono dalla
pioggia gli addetti ai lavori
di segreteria. Ma la
gente dove la mettiamo?
E poi l’ultima baracca da
vedere è a Fognano: riusciranno
i nostri eroi a
trasformare un casotto
di cantiere da rottamare
in un funzionale deposito
per hand bike?
Dal 2003, data dello
sfratto da Viale Barilla,
in quel Palazzetto dello
Sport ora declassato a
baracca da demolire, la
Gioco ha sviluppato attività
nuove e impensabili,
sempre cercando una
sede adeguata, ricevendo
in cambio lunghi silenzi
oppure parole, parole,
parole…
Eppure questa Polisportiva,
nata con il nome
di don Carlo Gnocchi,
sente di essere parte viva
di quella “baracca” che il
santo prete affidava agli
amici sul letto di mort
Ne conserva lo spirito e
lo diffonde da Parma fino
agli orizzonti della Penisola.
È stata copiata più
volte, perché è un modello
da esportare, anche se
il ministro Mara Carfagna
non lo sa, perché non
bene informata. Ma lo
sanno altri amministratori,
per i quali “È un fiore
all’occhiello della collettività
parmigiana. È
tradizione, sensibilità,
competenza, apertura,
integrazione. Insomma
un punto di forza del
nostro tessuto sportivo”
(da intervista di G.
F. Bellè pubblicata sul
nostro numero di giugno
2009).
Non erano esattamente
questi i pensieri che ci
passavano per la mente
mentre a Milano assistevamo
commossi in piazza
duomo al solenne rito
di beatificazione di don
Carlo. Ma da quel 25 ottobre
la nostra preghiera
al santo che con gesto
trasgressivo e profetico
donava le cornee a due
dei suoi “figli” trova parole
nuove:
“Caro beato, fa’ un
altro miracolo: dona la
vista a chi è istituzionalmente
preposto a vedere
le necessità delle persone
ma ha davanti agli occhi
i fogli dei bilanci, delle
entrate e delle uscite,
che talora opacizzano la
vista. Una “baracca” fatta
di persone non merita
forse un’adeguata baracca
in mattoni? E allora,
beato Carlo, fa’ tremare
le gambe delle seggiole
del potere in modo da
svegliare chi ci sta seduto
prima che il terremoto
delle ruspe sconquassi il
Palaraschi di cui ha decretato
la fine per costruire
una città a misura di
persone. In una città così
il “fiore della Gioco” possa
uscire dall’occhiello
delle belle giacche degli
amministratori e brillare
in una sede propria che
non sia bar H, per meglio
rispondere alla sua vocazione
di “punto di forza
del nostro tessuto sportivo”.
Amen.”
Il Consiglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

polfer

Teneva 17 dosi di cocaina nel reggiseno: arrestata

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

3commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

calendario

Scorci, tradizioni e personaggi. Dodici mesi di Parma illustrata

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti