-2°

Buone Notizie

Il Centro per l'autismo si presenta

0

Presentato dall’assessore all’Agenzia Politiche a favore dei Disabili Giovanni Paolo Bernini a tutte le famiglie con bambini e ragazzi autistici il nuovo Centro dedicato, che sorgerà in via La Spezia, nei locali della ex scuola elementare San Pellegrino. La presentazione era rivolta alle famiglie del Distretto socio-sanitario di Parma (Comuni di Parma, Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile).
L’incontro di oggi ha rappresentato un momento fondamentale nell’iter che sta portando alla realizzazione del Centro per l’Autismo, in quanto è stato l’occasione per confrontarsi con tutte le famiglie del Distretto direttamente interessate dalla problematica, illustrando loro il progetto e chiedendo pareri e suggerimenti su una struttura dove saranno curati e ospitati i loro figli. Una rappresentanza delle famiglie, si ricorda, è stata fin dall’inizio partecipe del Gruppo di lavoro creato ad hoc per progettare il nuovo Centro.

“Si tratta di un centro che risponde a una esigenza che proviene direttamente dalle famiglie - ha detto l'assessore all'Agenzia Politiche a favore dei disabili Giovanni Paolo Bernini -. E’ unico in Italia nel suo genere, è un luogo in cui ci si incontra e si fornisce un supporto alle persone che vivono quotidianamente con chi è affetto dall’autismo. Vuole dare una risposta complessiva alla disabilità. Per fare questo, è necessario lavorare a un progetto che preveda una continuità nel seguire e accompagnare i bambini e i ragazzi disabili all’età adulta ed è fondamentale la partecipazione attiva delle famiglie e della scuola. Il nostro impegno è quello di garantire un progetto di vita che sia il risultato di una sinergia tra istituzioni, scienza, educazione e famiglie”.
“Il centro sarà un punto di riferimento professionale in cui le famiglie verranno innanzitutto ascoltate- ha dichiarato il direttore generale dell'Azienda Usl di Parma Massimo Fabi -.  Abbiamo voluto coinvolgere anche l’Ufficio scolastico provinciale perché è necessario un confronto fra insegnanti, educatori e medici. Tutti devono fornire, seppur nella specificità dei rispettivi ruoli, gli strumenti per portare il bambino verso una buona istruzione”.
 
L’autismo è una patologia che, per la sua complessità, espone particolarmente le famiglie al rischio della solitudine e del senso di inadeguatezza. La famiglia, infatti, è il più delle volte costretta all’isolamento dalla vita pubblica e sociale, a causa della scarsa informazione, della mancanza di personale disponibile adeguatamente formato all’assistenza, dell’assenza reale di un coordinamento e di una non completa “comunicazione” tra i servizi, di una mancata “mediazione” tra la persona autistica e il suo contesto di vita.
 
L’Agenzia Politiche a favore dei Disabili, in questi anni, ha garantito un affiancamento e un sostegno alle famiglie con bambini autistici, favorendo nelle scuole la continuità negli anni dell’educatore socio assistenziale, per offrire sicurezza e stabilità al bambino nel contesto scolastico; sono stati proposti anche corsi di formazione specifici agli educatori per dar loro gli strumenti adeguati per un corretto sostegno.Attualmente il servizio segue 39 bambini con autismo.
 
In tutta la provincia di Parma sono circa un centinaio i pazienti autistici, e 66 quelli attualmente seguiti dai servizi del Distretto di Parma dell’Ausl (di cui 13 pazienti nella fascia 0-6 anni, 28 nella fascia 7-11 e 25 nella fascia 12-18).
 
Il Centro. La struttura, di proprietà dell’Ausl, è oggetto di interventi di recupero e riqualificazione funzionale che termineranno entro l’autunno. L’esecuzione dei lavori ha richiesto un costo complessivo di circa 500.000 euro, di cui 250.000 euro a carico del Comune di Parma e l’altra metà a carico dell’Azienda Usl.
La realizzazione del Centro è possibile grazie al Protocollo d’intesa sottoscritto nell’ottobre 2009 da Comune di Parma e Ausl per potenziare, coordinare e integrare le rispettive attività e servizi in ambito sanitario e sociale, con l’obiettivo di migliorare la loro fruizione da parte dei cittadini, dando seguito agli accordi siglati tra i due Enti negli anni precedenti.
Il Centro per l’Autismo sarà un luogo di diagnosi, terapia e riabilitazione, di incontro, di formazione e di ricerca. Un luogo per tutte le famiglie e le diverse associazioni che nel territorio si occupano di autismo, per promuovere e realizzare una presa in carico globale della persona e delle famiglie, un luogo di coordinamento tra Azienda Usl, Comune di Parma e Ufficio Scolastico Provinciale.
L’obiettivo fondamentale delle attività del Centro è quello di raggiungere una diagnosi corretta e fornire ai pazienti autistici, di età compresa tra i primi anni di vita e l’età adolescenziale-adulta, le competenze riabilitative necessarie e a sviluppare un progetto riabilitativo globale volto alla massima autonomia nella vita personale e sociale, evitando agli utenti la dispersione e la disomogeneità degli interventi. In tal modo si agirà per garantire una situazione di benessere ed equilibrio psicologico, sviluppare le potenzialità in tutte le aree, con particolare riferimento all’autonomia e comunicazione e prevenire il rischio di istituzionalizzazione permanente.
 
Per riempire di contenuti il nuovo Centro è nato un Gruppo di lavoro composto da figure professionali del Comune di Parma, dell’Azienda Usl - Distretto di Parma, del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università degli Studi di Parma e da una rappresentanza dei genitori e dell’Ufficio Scolastico Provinciale.
Il coinvolgimento delle famiglie è importante in tutte le fasi del percorso di cura dei pazienti e il fatto che sia stato tenuto presente anche nella progettazione di questo nuovo Centro è un segnale importante affinché la voce dei genitori possa essere ascoltata e le loro proposte possano concretizzarsi.
Importante da sottolineare la partecipazione dell’Università degli Studi e dell’Ufficio Scolastico Provinciale che si sono resi disponibili a collaborare e a diventare partner attivi del centro.
 
Gli interventi promossi dal Comune di Parma si concretizzano in tre macro-azioni: supporto alla famiglia, sensibilizzazione del territorio; sostegno alla formazione.
Per quanto riguarda il supporto alla famiglia, in particolare, la finalità principale di questa macro-azione è quella di creare, sostenere e consolidare una rete di sostegno tra le famiglie, tramite
1.    la definizione di uno “sportello informativo” gestito anche dalle famiglie per le famiglie
2.    la costituzione di un “gruppo di auto mutuo aiuto”, partendo dall’esperienza del progetto “A casa con sostegno”
3.    la definizione di spazi accoglienti per creare opportunità rivolte, oltre che alle famiglie, anche a fornire un contesto arricchente per i progetti di educativa domiciliare. Individuazione, quindi, di margini per poter creare opportunità e momenti anche ricreativi, socializzanti e ludici con i famigliari, gli amici, gli educatori dei bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

2commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

1commento

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti