18°

Buone Notizie

Il Centro per l'autismo si presenta

0

Presentato dall’assessore all’Agenzia Politiche a favore dei Disabili Giovanni Paolo Bernini a tutte le famiglie con bambini e ragazzi autistici il nuovo Centro dedicato, che sorgerà in via La Spezia, nei locali della ex scuola elementare San Pellegrino. La presentazione era rivolta alle famiglie del Distretto socio-sanitario di Parma (Comuni di Parma, Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile).
L’incontro di oggi ha rappresentato un momento fondamentale nell’iter che sta portando alla realizzazione del Centro per l’Autismo, in quanto è stato l’occasione per confrontarsi con tutte le famiglie del Distretto direttamente interessate dalla problematica, illustrando loro il progetto e chiedendo pareri e suggerimenti su una struttura dove saranno curati e ospitati i loro figli. Una rappresentanza delle famiglie, si ricorda, è stata fin dall’inizio partecipe del Gruppo di lavoro creato ad hoc per progettare il nuovo Centro.

“Si tratta di un centro che risponde a una esigenza che proviene direttamente dalle famiglie - ha detto l'assessore all'Agenzia Politiche a favore dei disabili Giovanni Paolo Bernini -. E’ unico in Italia nel suo genere, è un luogo in cui ci si incontra e si fornisce un supporto alle persone che vivono quotidianamente con chi è affetto dall’autismo. Vuole dare una risposta complessiva alla disabilità. Per fare questo, è necessario lavorare a un progetto che preveda una continuità nel seguire e accompagnare i bambini e i ragazzi disabili all’età adulta ed è fondamentale la partecipazione attiva delle famiglie e della scuola. Il nostro impegno è quello di garantire un progetto di vita che sia il risultato di una sinergia tra istituzioni, scienza, educazione e famiglie”.
“Il centro sarà un punto di riferimento professionale in cui le famiglie verranno innanzitutto ascoltate- ha dichiarato il direttore generale dell'Azienda Usl di Parma Massimo Fabi -.  Abbiamo voluto coinvolgere anche l’Ufficio scolastico provinciale perché è necessario un confronto fra insegnanti, educatori e medici. Tutti devono fornire, seppur nella specificità dei rispettivi ruoli, gli strumenti per portare il bambino verso una buona istruzione”.
 
L’autismo è una patologia che, per la sua complessità, espone particolarmente le famiglie al rischio della solitudine e del senso di inadeguatezza. La famiglia, infatti, è il più delle volte costretta all’isolamento dalla vita pubblica e sociale, a causa della scarsa informazione, della mancanza di personale disponibile adeguatamente formato all’assistenza, dell’assenza reale di un coordinamento e di una non completa “comunicazione” tra i servizi, di una mancata “mediazione” tra la persona autistica e il suo contesto di vita.
 
L’Agenzia Politiche a favore dei Disabili, in questi anni, ha garantito un affiancamento e un sostegno alle famiglie con bambini autistici, favorendo nelle scuole la continuità negli anni dell’educatore socio assistenziale, per offrire sicurezza e stabilità al bambino nel contesto scolastico; sono stati proposti anche corsi di formazione specifici agli educatori per dar loro gli strumenti adeguati per un corretto sostegno.Attualmente il servizio segue 39 bambini con autismo.
 
In tutta la provincia di Parma sono circa un centinaio i pazienti autistici, e 66 quelli attualmente seguiti dai servizi del Distretto di Parma dell’Ausl (di cui 13 pazienti nella fascia 0-6 anni, 28 nella fascia 7-11 e 25 nella fascia 12-18).
 
Il Centro. La struttura, di proprietà dell’Ausl, è oggetto di interventi di recupero e riqualificazione funzionale che termineranno entro l’autunno. L’esecuzione dei lavori ha richiesto un costo complessivo di circa 500.000 euro, di cui 250.000 euro a carico del Comune di Parma e l’altra metà a carico dell’Azienda Usl.
La realizzazione del Centro è possibile grazie al Protocollo d’intesa sottoscritto nell’ottobre 2009 da Comune di Parma e Ausl per potenziare, coordinare e integrare le rispettive attività e servizi in ambito sanitario e sociale, con l’obiettivo di migliorare la loro fruizione da parte dei cittadini, dando seguito agli accordi siglati tra i due Enti negli anni precedenti.
Il Centro per l’Autismo sarà un luogo di diagnosi, terapia e riabilitazione, di incontro, di formazione e di ricerca. Un luogo per tutte le famiglie e le diverse associazioni che nel territorio si occupano di autismo, per promuovere e realizzare una presa in carico globale della persona e delle famiglie, un luogo di coordinamento tra Azienda Usl, Comune di Parma e Ufficio Scolastico Provinciale.
L’obiettivo fondamentale delle attività del Centro è quello di raggiungere una diagnosi corretta e fornire ai pazienti autistici, di età compresa tra i primi anni di vita e l’età adolescenziale-adulta, le competenze riabilitative necessarie e a sviluppare un progetto riabilitativo globale volto alla massima autonomia nella vita personale e sociale, evitando agli utenti la dispersione e la disomogeneità degli interventi. In tal modo si agirà per garantire una situazione di benessere ed equilibrio psicologico, sviluppare le potenzialità in tutte le aree, con particolare riferimento all’autonomia e comunicazione e prevenire il rischio di istituzionalizzazione permanente.
 
Per riempire di contenuti il nuovo Centro è nato un Gruppo di lavoro composto da figure professionali del Comune di Parma, dell’Azienda Usl - Distretto di Parma, del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università degli Studi di Parma e da una rappresentanza dei genitori e dell’Ufficio Scolastico Provinciale.
Il coinvolgimento delle famiglie è importante in tutte le fasi del percorso di cura dei pazienti e il fatto che sia stato tenuto presente anche nella progettazione di questo nuovo Centro è un segnale importante affinché la voce dei genitori possa essere ascoltata e le loro proposte possano concretizzarsi.
Importante da sottolineare la partecipazione dell’Università degli Studi e dell’Ufficio Scolastico Provinciale che si sono resi disponibili a collaborare e a diventare partner attivi del centro.
 
Gli interventi promossi dal Comune di Parma si concretizzano in tre macro-azioni: supporto alla famiglia, sensibilizzazione del territorio; sostegno alla formazione.
Per quanto riguarda il supporto alla famiglia, in particolare, la finalità principale di questa macro-azione è quella di creare, sostenere e consolidare una rete di sostegno tra le famiglie, tramite
1.    la definizione di uno “sportello informativo” gestito anche dalle famiglie per le famiglie
2.    la costituzione di un “gruppo di auto mutuo aiuto”, partendo dall’esperienza del progetto “A casa con sostegno”
3.    la definizione di spazi accoglienti per creare opportunità rivolte, oltre che alle famiglie, anche a fornire un contesto arricchente per i progetti di educativa domiciliare. Individuazione, quindi, di margini per poter creare opportunità e momenti anche ricreativi, socializzanti e ludici con i famigliari, gli amici, gli educatori dei bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Gubbio-Parma 0-2, segna Calaiò

lega pro

Gubbio-Parma 0-2, segna Calaiò Diretta

Dopo 10 minuti infortunio per Giorgino: entra Corapi

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

6commenti

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

1commento

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

6commenti

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

esclusiva

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

16commenti

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

1commento

Il commosso addio di Collecchio a Graziella

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

podisti

Tutti i protagonisti della Manarace di Fontevivo Foto

Collecchio

Ladri incappucciati messi in fuga dai residenti  

1commento

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

gazzareporter

"Via Nenni e il divieto di sosta...."

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

Economia

Corsa alla rottamazione cartelle, domande prorogate al 21 aprile Video

WEEKEND

la peppa

La ricetta della domenica - Tartine fiorite

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

motomondiale

Speciale Vecchi “leoni” e giovanotti rampanti iniziata la caccia al titolo di Marquez

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017