Buone Notizie

Vinci la Sla... di corsa in Florida Raccolti cinquantamila euro

Vinci la Sla... di corsa in Florida Raccolti cinquantamila euro
0

Cinquantamila euro. E' quanto  è stato versato finora sul conto  corrente del progetto «Vinci la  Sla... di corsa in Florida». Non  credeva ai suoi occhi, Francesco  Canali, il «maratoneta in carrozzina», quando ha acceso il computer e ha controllato l'estratto  conto on line, una volta tornato –   finalmente – a casa, dopo la frattura di tibia e perone e quasi tre  mesi passati tra l'Ortopedia del  Maggiore e il Don Gnocchi. Offerte di imprenditori munifici e associazioni, ma anche di bambini che  hanno rotto il salvadanaio e hanno mandato a Francesco qualche  decina di euro, con letterine  commoventi. Ci sono stati anche  due fratellini che, sotto Pasqua,  hanno deciso di rinunciare al l'uovo e hanno destinato i loro  pochi risparmi al grande sogno  dell'ex atleta costretto in carrozzina dalla Sla.
Una risposta eccezionale all'appello lanciato lo scorso dicembre da Francesco. Ha sempre sognato di correre una maratona: ora  che non può più  permettersi di farlo con le proprie gambe, ha scelto di usare il  fiato e i muscoli di quattro suoi  amici. Correranno insieme il 5  dicembre, a West Palm Beach, in  Florida. Al di là dell'«impresa» sportiva, c'è il grande progetto di solidarietà che è abbinato al sogno  di Francesco.  Raccogliere fondi  da destinare all'acquisto di ausili  utili per i malati di Sla e per finanziare progetti di ricerca. E,  allo stesso tempo, far conoscere  all'opinione pubblica questa terribile malattia e dare un messaggio a tutti gli ammalati: spronarli a non chiudersi in se stessi,  non restare segregati in casa.
«Io  cerco di fare una vita normale,  pur con gli enormi limiti imposti  dalla malattia – spiega Francesco –. Lavoro, come tecnico informatico all'istituto Giordani.  Nel tempo libero esco con mia  moglie e le mie figlie, organizzo  serate con gli amici. Scrivo per la  “Gazzetta”, a cui sono molto affezionato. Certo, non corro più  da uno stadio a un palasport, o a  Palanzano per raccogliere notizie e scrivere pezzi per una pagina intera, come facevo prima.  Ma mi arrangio, dettando gli articoli a un software di riconoscimento vocale». «Ho capito che il nostro progetto aveva colto nel segno pochi  giorni dopo che è uscito il primo  articolo sulla “Gazzetta” – continua – quando la mia casella di  posta elettronica è stata tempestata di messaggi di malati e di  loro familiari. Ma, onestamente,  non mi aspettavo un risultato di  queste proporzioni: non speravo  di raccogliere così tanti aiuti. Di co “Grazie, Parma” con il cuore in  mano. Grazie anche a nome dei  tanti malati che, alla fine del progetto, beneficeranno di tanta generosità dei parmigiani».
I conti si faranno, ovviamente,  alla fine: ma intanto è bene precisare che la quota di 50 mila  euro è «virtuale». Nel senso che a  quella va aggiunto il generoso  contributo di un gruppo di amici  (che ha chiesto di restare anonimo), che pagherà il conto di  Francesco e famiglia all'agenzia  di viaggio: voli aerei e alberghi di  West Palm Beach e di Orlando,  dove la «squadra» dell'Aisla Running team si trasferirà dopo la  maratona, perché Francesco sarà ospite del convegno mondiale  della Sla, nel giorno di apertura  dei lavori, e racconterà alla platea la sua esperienza. Le prime persone con cui  Francesco ha condiviso la gioia  per la straordinaria risposta dei  parmigiani sono stati i compagni  di «squadra», i quattro «spingitori», Gianfranco Beltrami, Andrea Fanfoni, Gianluca Manghi e  Claudio Rinaldi. E poi, Mario  Melazzini, il presidente nazionale dell'Aisla, da sempre il primo  tifoso di Francesco e del progetto  «Vinci la Sla».
«E' entusiasta, come tutti noi. Ci ha chiesto di non  fermarci. E chi pensa di fermarsi?, ho risposto io. A questo punto, anzi, vogliamo “accelerare”. Ci sono  tante altre iniziative in cantiere,  che  serviranno a far parlare  della malattia, del nostro progetto e a raccogliere tanti altri fondi». Un grande evento è già fissato per fine novembre, al Regio: un concerto lirico con tutti i grandi cantanti parmigiani, protagonisti nei teatri di tutto il mondo. Nelle prossime settimane, durante il Festival Verdi, il lancio dell'iniziativa.

.TUTTE LE INIZIATIVE
c/c Cariparma IT43N0623012708000057369480
www.vincilasla.it

Basta un «giro» sul sito del  progetto, www.vincilasla.it, per  rendersi conto di quante iniziative sono già state dedicate a  Francesco Canali. Tante, tantissime. Tutte straordinarie. Non  conta la somma raccolta, né la  platea, più o meno vasta, di fronte alla quale sono state organizzate. Conta la passione. Quella è  stata, sempre, tantissima, perfi no commovente.

Busseto, partita amichevole  promossa dal Full Monty, su un  campo di fango e neve.
Ricevimento in Municipio,  promosso dall'assessore allo  Sport Roberto Ghiretti e dal sindaco Pietro Vignali. C'era tutta la  Parma sportiva, quella mattina.  L'aula del Consiglio comunale  gremita, e commossa, ha ascoltato Francesco e il presidente  dell'Aisla, Mario Melazzini. E  tutte le società hanno promesso  di fare qualcosa. Mantenendo regolarmente la parola.
Cena del Gran Parma Rugby  per raccogliere fondi.
Tardini, la sera di Parma-Inter: 20mila spettatori hanno applaudito Francesco e la sua squadra. A centrocampo, prima del  calcio d'inizio, i capitani Morrone e Zanetti hanno donato maglie personalizzate per Francesco: con il suo nome e il numero  7, quello che usava quando giocava a basket.
Serata del Lions di Salsomaggiore con il grande allenatore di  maratoneti Luciano Gigliotti  (due nomi su tutti, Bordin e Baldini: le due medaglie d'oro azzurre alle Olimpiadi nella 42  Km) e l'ex grande atleta Alessandro Lambruschini.
Maratona delle Terre verdiane, il debutto della «Corsa di  Otello - Francesco's Run», una  non competitiva dedicata al progetto di Francesco.
Riunione conviviale del Rotary club Parma (uno dei primi  sponsor dell'iniziativa) per parlare della Sla e del sogno del  «maratoneta in carrozzina».  Con la partecipazione di Ferdinando Guareschi, che si è impegnato a finanziare l'acquisto  della carrozzina speciale da utilizzare in Florida.
Presentazione del libro «Il  morbo del pallone», di Massimiliano Castellani, sui rapportitra  Sla e calcio, organizzata dal Cus  Parma.
Ricevimento dell'Aisla Run ning team a Palazzo Rangoni, organizzato dal prefetto Paolo  Scarpis.
Convegno al Palafiera di Palanzano sulla maratona e sulla  Sla.
Serata promossa dall'Avis  Cortile San Martino con il coro  «Quator Stagion».
Iniziative della Rugby Parma  (con vendita delle magliette) in  occasione del derby con il Gran e  «passerella» in campo nell'intervallo della partita.
«Un gol contro la Sla» a Pontremoli: con la partecipazione  dei giovani calciatori della San  Leo, del Full Monty e degli alpini  di Pontremoli.
Adunata nazionale degli alpini a Bergamo: incontro con il  «Battaglione Forum» che sta  portando avanti il progetto «Con  Francesco contro la Sla».
«SpingiAMO Francesco»,  emozionante maratona del basket. Una partita lunga otto ore,  con 300 giocatori di ieri e di oggi  in campo.
Il patrocinio al progetto è stato garantito dal Coni nazionale e dalla Federazione medico sportiva italiana.
All'Agorà dello sport, Francesco è stato protagonista del convegno di apertura e ha incontrato il presidente del Coni, Giovanni Petrucci.
Due cene della Polisportiva Torrile, da sempre molto vicina  al progetto «Vinci la Sla».
Torneo di calcio giovanile  «Facciamo gol alla Sla», a Palanzano, e pranzo, con raccolta  fondi, al circolo di Isola.
Cena alla Raquette organizzata dal Cus Parma, con la grande  maratoneta Maria Guida (oro  agli Europei di Monaco 2002).
Ospite al Palasport per l'incontro di World League di pallavolo Italia-Francia.
Cena  e vendite di felpe a Lalatta del Cardinale.
«Battiamo la Sla... corriamo a  New York» il titolo (pensato  quando ancora la meta di Francesco era la Grane Mela) dal Parma baseball e dagli Indiani Parmigiani, che hanno allestito un  mercatino di preziosi gadget del  batti e corri.
Torneo di basket a Borgotaro.
La «Medel Run», gara di 8 Km  con partenza e arrivo in Cittadella, è stata dedicata a Francesco. Per la prima volta sono state  messe in vendita le magliette ufficiali di «Vinci la Sla».
Torneo di calcetto giovanile a  Palanzano.
Fiaccolata e marcia a Filattiera, in Lunigiana.
Una divisa della nazionale di  basket femminile – autografata  dalle azzurre dallo staff tecnico –  è stata consegnata a Francesco da Sandro Orlando, suo amico di  vecchia data e oggi vice allenatore della nazionale.
Il presidente nazionale e mondiale del baseball, Riccardo Fraccari, ha garantito il patrocinio  della Federazione.
Alla Cariparma Running organizzata dal Cus Parma, la parte  competitiva è stata dedicata a  Francesco: al progetto sarà devoluta una parte del ricavato dalla vendita dei pettorali.
L'imprenditore-pittore Vittorio Ferrarini ha donato due quadri dedicati agli alpini. Le tele  sono state acquistate dal gruppo  di Parma dell'Ana: Ferrarini ha  donato il ricavato al progetto di  Francesco.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

Gara a Bologna, "Scrivi un film per Ambra Angiolini"

cinema

Gara a Bologna: "Scrivi un film per Ambra Angiolini" Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

1commento

nuovo allenatore?

D'Aversa in tribuna al Tardini. Annuncio in serata?

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

12commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

8commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

4commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

tg parma

Referendum costituzionale: domani urne aperte dalle 7 alle 23 Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

cesenatico

Insegnante mortifica e minaccia un alunno, denunciata dai carabinieri

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

sesso

E' italiano il primo strumento che misura l'intensità dell'orgasmo

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

1commento