Buone Notizie

Fibrosi cistica, una serata per sostenere la ricerca

Fibrosi cistica, una serata per sostenere la ricerca
0

 Andrea Violi

Il Nucleo Antifrodi Carabinieri (Nac) di Parma è stato premiato a Reggio Emilia per il suo impegno nella lotta contro le falsificazioni alimentari. Il riconoscimento è stato consegnato al comandante, Marco Uguzzoni,  durante una serata di beneficenza alla cantina Albinea Canali, con la quale il gruppo Assist di San Polo d’Enza ha raccolto 30 mila euro per la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica. Fra gli sportivi al tavolo degli ospiti, Jury Chechi e il campione di ciclismo, Adriano Malori. La cena, a base di prodotti tipici, è stata curata dai fratelli Spigaroli, che hanno da poco conquistato una «stella Michelin». 
Il presidente di Assist, Gianni Prandi, ha scelto i carabinieri del Nac per inaugurare un premio annuale destinato a figure distintesi nella promozione e tutela del made in Italy. Il premio fa parte di «True Italian», nuovo progetto di lotta alla contraffazione alimentare. Il comandante ha ricevuto una scultura di Michelangelo Galliani: un alveare in marmo e piombo. «Il Nac si occupa sia di contraffazione alimentare sia di finanziamenti al settore - ha spiegato il tenente Uguzzoni -. L’obiettivo è essere vicini ai consumatori e agli operatori economici: devono sapere che c’è un reparto dell’Arma che li tutela. Le contraffazioni vengono scoperte grazie ai controlli sulla realtà produttiva, che comunque è in gran parte sana. La situazione non è preoccupante».
Uguzzoni era ospite della serata organizzata per la ricerca sulla fibrosi cistica. «Le aziende che ci sostengono “adottano” progetti di eccellenza, prevalentemente in Italia, altri in Europa - spiega Matteo Marzotto, vicepresidente della Fondazione -. Contiamo su un network di 400 ricercatori e siamo certificati dall’Istituto italiano della donazione. Dal 1997 abbiamo selezionato e finanziato 170 progetti. Anche a Parma abbiamo una serie di amici che ci sono sempre stati vicini, fra cui Barilla e la Gazzetta di Parma. E' importante comunicare, parlare di fibrosi cistica: cerchiamo di farlo nel modo più movimentato possibile». Marzotto si è improvvisato cameriere durante l’aperitivo e a cena ha illustrato l’attività della Fondazione, che nel 2009 ha raccolto 2 milioni di euro. 
Il presentatore, Lorenzo Dallari, vicedirettore di SkySport, ha chiamato sul palco il «signore degli anelli», Jury Chechi per estrarre i 5 biglietti vincenti della lotteria, che ha fruttato 30 mila euro da devolvere a un nuovo progetto di ricerca sui meccanismi di infiammazione polmonare nei malati di fibrosi cistica. Fra i premi, un giro in elicottero sulle Dolomiti con Marzotto, biglietti per Milan-Inter e una giornata a Cinecittà. Dallari ha poi intervistato tre atleti: il traversetolese Adriano Malori (campione del mondo di ciclismo under 23), Simone Raineri (canottaggio) e Salvatore Loria (karate). «La gente ricorda le persone famose ma difficilmente si ricorda di chi fa queste cose - ha detto Malori riferendosi alla Fondazione -. Sono loro che fanno grande il mondo, non noi».
Lo sport è fulcro dell’attività di Assistgroup, che dal 2007 ha curato «Italia Team», progetto di marketing e sponsorizzazione del Coni per Olimpiadi 2008, Giochi del Mediterraneo 2009 e Olimpiadi invernali 2010. Ora però Assist lancia «True Italian» (sottotitolo: «Chiamateli con il loro nome»), progetto contro la falsificazione dei prodotti italiani negli Stati Uniti. Se n’è parlato durante una tavola rotonda sull’agropirateria con Luciano Spigaroli, il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano Giuseppe Alai e i presidenti dei Consorzi dell’Aceto Balsamico Igp (Cesare Mazzetti) e del Balsamico tradizionale di Modena Dop (Enrico Corsini). Gli americani, è stato detto, amano i prodotti italiani e sono sensibili alla qualità, ma chi produce falsi ha successo. Perché? Basta un packaging accattivante con qualche parola in italiano e il consumatore Usa è convinto che il Parmesan o il sugo Gattuso siano importati dall’Italia. Per insegnare agli americani a distinguere i prodotti originali, Assist vuole «educare» ristoratori, buyer della grande distribuzione, giornalisti, chef e blogger famosi. Dopo Vancouver e Seattle, le prossime tappe saranno a San Francisco in gennaio e a New York in marzo.
Alla comunicazione si accompagna la ricerca tecnologica. «Stiamo cercando di sviluppare un sistema di certificazione assoluto - spiega Gianni Prandi, presidente di Assistgroup -. Con un partner statunitense studiamo un ologramma, impossibile da copiare, che possa essere letto dagli smartphone: avvicinando il telefono alla confezione si potrà scoprire se si tratta di un prodotto italiano autentico. Il progetto sarà pronto entro un paio di mesi; con Buonitalia e il ministero delle Politiche agricole ne parleremo con i Consorzi di tutela».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti