19°

Buone Notizie

L'uomo che cura gli occhi dell'Africa

L'uomo che cura gli occhi dell'Africa
Ricevi gratis le news
0

 Federica Panicieri

«Un’esperienza importante sia sotto il profilo umano che professionale». E' così che Roberto Carnevali, referente dell’Unità operativa di Oculistica della casa di cura Città di Parma, definisce la missione umanitaria alla quale ha di recente preso parte che lo ha condotto in Burundi, un piccolissimo stato al centro dell’Africa.
«Il Burundi è uno stato grande circa quanto la Lombardia e ha lo stesso numero di abitanti e occupa uno degli ultimi posti nell’elenco delle nazioni riguardo al reddito pro capite. L’assistenza sanitaria in questo Paese è molto carente anche per gli standard africani, impensabile agli occhi di un occidentale - sottolinea Carnevali -. Per aiutare la popolazione quindi dagli anni '60 a Kiremba, nel Nord del paese, è in funzione una missione, gestita dall'Ascom (Associazione di cooperazione missionaria) in collaborazione con la diocesi di Brescia, con annesso un ospedale con reparti di Chirurgia, Ortopedia ed Ostetricia, che rappresenta una realtà molto importante per la zona. Ci sarebbe l’intento di avviare anche una attività di Oculistica, soprattutto chirurgica, che è praticamente assente in tutto il Burundi. Per questo io, un collega oculista, Vincenzo Miglio, e l’infermiera professionale Chiara Arrigoni, entrambi di Brescia, ci siamo recati a Kiremba e siamo stati i primi a cominciare a svolgere una attività sanitaria oculistica. La nostra missione dovrebbe essere la prima di una serie di viaggi compiuti da equipe diverse, che in futuro si dovrebbero alternare per garantire un minimo di continuità assistenziale. In questa missione mi sono trovato ad affrontare patologie di una gravità tale che in tutta la mia carriera professionale non avevo mai visto».
Una missione che ha richiesto una notevole capacità di adattamento e di iniziativa personale con una buona dose di spirito di avventura. «In pratica tutto è stato portato dall’Italia, sono state inviate attrezzature e siamo partiti con le valigie piene di farmaci e di ferri chirurgici, mentre gli indumenti e gli effetti personali erano ridotti al minimo indispensabile - spiega Carnevali -. Una volta sul posto, anche se nessuno si era fatto illusioni, ci siamo trovati una situazione anche peggiore di quella che ci aspettavamo e tutto è stato affidato all’ingegno e allo spirito di iniziativa. In pratica la nostra era l’unica attività oculistica presente, senza alcuna possibilità di rivolgerci ad un centro più attrezzato a cui inviare pazienti e tutto doveva essere affrontato facendo affidamento solo sulle nostre forze. In pratica i pazienti che avevamo di fronte potevano contare solo su di noi senza alternative e sia noi che loro ne eravamo bene coscienti. Il bilancio dell’esperienza comunque è certamente positivo e penso di ritornare in futuro in Burundi per continuare il lavoro che ho iniziato e per vedere l’evoluzione di questa realtà». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro