-2°

Buone Notizie

Tino Asprilla: che emozione tornare al Tardini

Tino Asprilla: che emozione tornare al Tardini
0

 Andrea Del Bue

Fare beneficenza vale già il prezzo di biglietto; la presenza di Tino Asprilla, però, non lascia dubbi sul fatto che al Tardini, domani, alle 20.30, bisogna esserci per assistere alla «Partita del Cuore». Un triangolare tra Nazionale Italiana Cantanti, il team di campioni dello sport e vip del Telethon Team e Nazionale Parlamentari. L’attaccante colombiano che ha fatto grande il Parma di Nevio Scala, quello delle coppe europee, ha detto sì senza pensarci un attimo: ha fatto le valigie ed è volato qui. E ieri pomeriggio si è presentato allo Starhotels du Parc: stesso piglio dinoccolato, stessa irresistibile voglia di scherzare. Incontra «il sindaco», Marco Osio, suo ex compagno di squadra, e fa finta di non riconoscerlo. Poi prova ad abbracciarlo e dice: «Non ci riesco, è ingrassato troppo». Osio sta allo scherzo: «Tu, invece, non sei cambiato di una virgola: sei il pazzo di sempre». L’emozione è evidente: era il 1999 quando Asprilla, in maglia gialloblù, ha calcato per l’ultima volta il prato del Tardini: «Tornare regala sensazioni meravigliose - spiega - perché in questa città ho trascorso il periodo più esaltante della mia carriera. E farlo per una buona causa vale ancora di più». Il riferimento è sicuramente alla prima parentesi ducale (’92-’96), perché della seconda (’98-’99) non ha un ricordo idilliaco: «Malesani è l’allenatore che ha rovinato il Parma - racconta senza diplomazia alcuna -; ha fatto andare via grandi campioni, Veron in primis». Sembra una sparata senza argomenti, invece Asprilla non si esime dal raccontare succosi aneddoti: «Io ero solito scherzare, durante il pranzo, con Buffon, Veron, Cannavaro, Sensini ed alcuni altri. Un giorno mi si avvicina Malesani e mi dice di smetterla di far ridere la squadra, altrimenti non avrei più giocato. Allora ho cominciato a stare zitto e i miei compagni mi chiedevano, stupiti, se stessi poco bene. Ho resistito due giorni, poi la mia indole ha preso il sopravvento ed ho ricominciato ad essere me stesso». E’ un fiume in piena l’ex attaccante di Tuluà: «Una volta - riprende - mi sono infortunato e cercavo di lavorare intensamente per tornare in campo; Malesani mi dice: «Fai con calma, tanto tu non fai parte della mia squadra e anche se recuperi non giochi più». Insopportabile, soprattutto perché io segnavo a raffica con la Nazionale e perché detto da un allenatore che arrivava a Parma senza aver mai vinto nulla, nonostante lui dicesse il contrario. Certo, a Firenze aveva fatto bene, ma con Batistuta son capaci tutti». Il Tino osannato dal pubblico di Parma giocherà con la formazione di Telethon, insieme a Gianfranco Zola, il quale avuto un ruolo fondamentale nel richiamarlo a Parma. Ma se c’è una punizione, chi la batte? «Sicuramente lui - non ha dubbi Asprilla -; tra Italia, Colombia e Brasile, non ho mai visto nessun giocatore battere le punizioni come faceva lui». Qualche fraseggio, là davanti, c’è da aspettarselo. Mentre Osio darà spettacolo tra i parlamentari; d’altra parte, lui è «il sindaco». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Al via la stagione

A Schia una «valanga» di novità

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

Restauro

Zibello, il battistero torna a risplendere

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Nuoto

Federica Pellegrini vince i 200 sl

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio