13°

20°

Buone Notizie

Fibrosi cistica: i volontari spengono 25 candeline

Fibrosi cistica: i volontari spengono 25 candeline
Ricevi gratis le news
0

 Monica Tiezzi

Di fibrosi cistica si ammala un bambino ogni 2.500 nati, e questa è la cattiva notizia. La buona è che nel 1983 l'età media di un malato era di 11 anni, oggi  è di 22 anni, e i 143 pazienti  attualmente seguiti dal Centro fibrosi cistica dell'ospedale Maggiore (nato nel 1970 all'interno della Clinica pediatrica) vanno da zero a 55 anni.
 Per questo i malati e i loro familiari non mollano: «Si può fare di più per sostenere la ricerca, diffondere la conoscenza della malattia e sostenere malati e famiglie», dice Brunella Bonazzi, presidente dell'Associazione emiliana fibrosi cistica onlus (www.fibrosicisticaemilia.it, tel 0521-775896), presentando le iniziative per i 25 anni dalla fondazione dell'associazione, che conta 90 iscritti. 
Un gruppo che in questi anni ha collaborato con profitto con l'azienda ospedaliera e che, come ha ricordato il vicepresidente  Giuseppe Ceresini, ha donato oltre 300 mila euro per apparecchiature, migliorie di locali, borse di studio e assegni di ricerca.
Aumentano quindi aspettativa e  qualità di vita dei pazienti, e cambiano  i percorsi assistenziali. «Oggi che la fibrosi cistica non è più solo una malattia pediatrica, abbiamo coinvolto nella cura dei malati  anche la Clinica pneumologica», spiega il direttore sanitario del Maggiore Luca Sircana. Da due anni, aggiunge Giovanna Pisi, responsabile del Centro fibrosi cistica, «è iniziata una collaborazione con la quale si cerca di gestire al meglio una fase di transizione difficile. E anche in questo spero che l'esperienza di Parma, dove abbiamo raggiunto una media di sopravvivenza che si allinea  con i migliori centri europei,  sia positiva».
Certo,  i tagli alla sanità si fanno sentire. Emilio Marangio, direttore della Clinica pneumologica, parla di  due camere singole dedicate ai pazienti di FC la cui dotazione è ancora scarsa,  e auspica «lavori di ristrutturazione e di miglioramento».  Mentre Giovanna Pisi lamenta che i tre medici del Centro FC di Parma non lavorino  a tempo pieno per i portatori della malattia, ma debbano seguire anche l'«ordinaria amministrazione» del reparto,  rendendo difficoltosa la costruzione «di una competenza che richiede tempo ed energie».  «Impossibile fare altrimenti, è una scelta aziendale di logica e buon senso», ribatte Sircana.
 Ed è pur vero che comunque nel Centro Fc lavorano a tempo pieno tre infermiere, una psicologa, una fisioterapista e, a tempo determinato, un'assistente sociale e una dietista, oltre a una biologa a contratto. Professionalità che fanno di quello di Parma, assieme a Cesena, un centro di  riferimento regionale per la cura della malattia.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

La Bugatti guidata da Juan Pablo Montoya da 0 a 400 Km/h a 0 in  42"

AUTO

Bugatti Chiron: da 0 a 400 km/h a 0 in 42 secondi

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spaghetti settembrini

LA RICETTA 

Gli "Spaghetti settembrini" della Peppa

Lealtrenotizie

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

8commenti

incidente

86enne in bici urtato da un'auto in via Baganza: è grave

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

OPERAZIONE

Milioni nascosti al Fisco, indagato anche il patron del Palermo Zamparini

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

6commenti

viabilità

Grosso ramo caduto in strada: chiusa per un'ora via Gramsci

1commento

Ponte chiuso

La sindaca di Colorno: «Un ponte di barche per le auto»

1commento

serie b

Parma-Empoli: dalle 17.30 «isola analcolica» e stop alle lattine

Dalle 20.30 la cronaca in diretta sul sito

1commento

Piazzale Maestri

Antiterrorismo «fai da te»: gli ambulanti si organizzano

1commento

Lutto

Addio a Pierino, il barista del Parco Ducale

1commento

MALTEMPO

Strada Naviglio Alto in versione lago

ieri sera

Black-out per un guasto nella zona Nord di Parma

3commenti

fotografia

L'affascinante spettacolo catturato dai parmigiani cacciatori di tornado Gallery

Borgotaro

C'erano una volta i «diavoli rossi»

SISSA

Pescando in Taro con il bilancione

Onorificenze

Salva una donna da un incendio: premiato in Provincia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

catania

Dottoressa della guardia medica violentata in ambulatorio: arrestato un 26enne

Birmania

Suu Kyi: "Più della metà dei villaggi Rohingya non colpiti da violenze"

2commenti

SPORT

parma calcio

Le pagelle in dialetto parmigiano

calcio

Rooney ubriaco alla guida, patente ritirata 2 anni

SOCIETA'

agroalimentare

«Caseifici aperti»: ecco dove andare nel Parmense

sant'andrea bagni

Le nozze del vicesindaco di Medesano

MOTORI

IL TEST

Nuova Polo: ecco come va la sesta generazione

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...