19°

Buone Notizie

Parma/Africa: lavoro e imprese per lo sviluppo

Parma/Africa: lavoro e imprese per lo sviluppo
0

All’hotel Stendhal, incontro, organizzato dall’associazione «Il Borgo» e dalla Fondazione Borri sul tema «Parma/Africa: lavoro e imprese in rete per un reciproco sviluppo». Il relatore è stato Giuseppe Iotti che ha presentato una aggiornata ricerca sull’interscambio tra la provincia di Parma e l’Africa sub sahariana.
Si tratta di una realtà non trascurabile, rappresentando qualche punto percentuale del Pil mondiale, dell’export totale e delle importazioni, non lontana da un attivo commerciale. Ma soprattutto è un’area il cui tasso di sviluppo mediamente negli ultimi anni è stato e tuttora è assai superiore a quello anemico cui aspirano attualmente il nostro Paese e l’Europa. Un tasso dell’8% o superiore non è inconsueto né per Paesi esportatori di petrolio o materie prime (come  Nigeria, Angola, Gabon, Sudan), ma nemmeno per grandi Paesi agricoli come l’Etiopia.
Anche se purtroppo esistono realtà ancora di guerra e carestia, come la Somalia, molti Paesi del continente hanno innescato un modello di sviluppo dove la cooperazione internazionale di aiuto giustamente sta assumendo un ruolo di supplenza, ma il vero «driver» finalmente è l’economia, spesso autocentrata su propri imprenditori, professionisti, banche. Questo è vero addirittura in Paesi da poco usciti dalla guerra civile, come la Liberia e la Cote d’Ivoire, ma anche in situazioni ancora in incerta evoluzione come quella della Repubblica Democratica del Congo, ex-Zaire.
Un’area davvero in via di sviluppo, che con le sue materie prime può finanziare investimenti per infrastrutture, ma anche per uno sviluppo industriale che per il momento tocca in modo rilevante solo il Sudafrica, ma è in crescita in molti Stati, e naturalmente anche per i consumi di una parte crescente di popolazione che sta entrando nel circuito del commercio mondiale. Basti pensare ad esempio al largo utilizzo dei telefoni portatili, e all’importanza delle relative infrastrutture già in opera a questo scopo.
L’Italia ha già un ruolo non secondario nel commercio con questi Paesi, anche se nell’ultimo decennio il fenomeno macroscopico è stata la crescente presenza della Cina, sia come cliente di materie prime, che come fornitore di infrastrutture e beni di consumo. Tuttavia l’Italia ha la possibilità concreta di aumentare la sua presenza in questi mercati davvero emergenti.
La ricerca ha fatto una sintetica ricognizione delle principali voci dell’export italiano, oltre che delle importazioni, e ha rilevato come la provincia di Parma sia in questo omogenea al resto del Paese, esportando in particolare macchinari di vario tipo, specialmente quelli per l’industria alimentare (CFT Packaging, Sidel, Sacmi, Ocme, Gea Procomac).
Si fanno affari non solo con le realtà già sviluppate dell’Africa australe (dove è presente con ben sette siti produttivi la Parmalat), ma anche in realtà apparentemente meno probabili, come il Congo-Brazzaville, ed anche in Camerun o nel Senegal. Sono state citate inoltre altre presenze, come quelle del settore farmaceutico (Chiesi), o delle infrastrutture (Monatti, Pacchiosi Drill).
Significativa è la presenza delle Pmi, diverse delle quali già operano, naturalmente scontando grosse difficoltà. La rete della presenza diplomatica italiana è piuttosto estesa, con diciannove ambasciate nell’area, dotate di uffici commerciali. Si tratta anche qui di attivare sempre migliori sinergie che possono portare realisticamente a sviluppi importanti per entrambe le controparti interessate.
Il dibattito che ha seguito ha confermato questo orientamento, per esempio con la testimonianza di Laboscientifica che , con la Tech-system, è impegnata in Cote d’Ivoire.
Ha concluso l’incontro il consigliere regionale Gabriele Ferrari che ha tracciato le linee per una opportuna collaborazione anche della Regione Emilia Romagna (peraltro una delle aree già ora più impegnate in questo interscambio, sia come imprese private che come cooperazione) a questo quadro di sviluppo. Unanime è stata la richiesta all’associazione Il Borgo di favorire lo sviluppo di un tavolo comune per una programmazione sinergica delle conoscenze e della presenze che guardi al futuro grazie anche alla immigrazione africana presente a Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

4commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

5commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

borgotaro

Oggi i funerali di Danilo Savani

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CALCIO

Buffon a quota 1000

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

LEGA PRO

Parma, Ferrari: "Crediamo nei play-off, servono nuovi stimoli" Video

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Regno Unito

Attacco al Parlamento di Londra: 7 arresti in tutto il Paese

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi. Uber: "Decreto deludente"

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

PGN

In campo con la Polisportiva gioco

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano