Buone Notizie

Adas, donatori in aumento. E presto due nuovi gruppi

Adas, donatori in aumento. E presto due nuovi gruppi
0

Laura Ugolotti
E’ passato quasi un anno dal congresso nazionale Adas - Fidas, che nel 2011 è stato ospitato dalla nostra città. Oltre 20 mila persone riunite a Parma per parlare di volontariato e donazione di sangue.
Per Adas Parma sono stati dodici mesi di intenso lavoro e le attività, che da allora si sono intensificate e iniziano a dare frutti concreti.
«Il risultato più tangibile - spiega Michele Fedi, presidente Adas provinciale - sono i due nuovi gruppi che a breve nasceranno in città. Dall’inizio del 2012 abbiamo registrato 60 nuovi aspiranti donatori e le donazioni sono in aumento rispetto allo stesso periodo del 2011. Un dato positivo, vista la leggera flessione registrata alla fine del 2011».
Parma, insomma, almeno da questo punto di vista, può ancora considerarsi un’isola felice: «Le donazioni garantiscono l’autosufficienza a tutti gli ospedali di città e provincia. L’Emilia Romagna, insieme al Veneto, è tra le regioni con il maggior numero di donatori; inoltre abbiamo un sistema di raccolta, conservazione, catalogazione e distribuzione che è tra i più avanzati in Italia».
A questi importanti risultati Adas Parma dà il suo contributo dal 1961, da quando i primi gruppi nacquero tra i lavoratori, all’interno delle fabbriche, ancora oggi sedi storiche dell’associazione, anche se i volontari ormai arrivano dagli ambienti più diversi.
«Il primo gruppo aziendale - ricorda il presidente provinciale - è nato in Bormioli; due anni dopo, nel 1963, fu Pietro Barilla a volere fortemente un gruppo nella sua azienda e fu il primo a costituirsi in città. Il 9 maggio del 1970 nacque ufficialmente Adas Parma».
Oggi l’associazione conta 35 gruppi, quattromila iscritti e 2.300 donatori attivi. Oltre alla sede di via Testi, il centro nevralgico dell’attività di volontariato è al Centro Immunotrasfusionale dell’Ospedale Maggiore, in via Gramsci. «E’ l’unico centro trasfusionale di Parma e provincia e, a differenza di un semplice centro di raccolta, è una struttura pubblica, aperta a chiunque voglia donare, associato o non associato, di qualsiasi gruppo. Essere all’interno dell’ospedale è importante, per noi e per i malati: il centro è affiancato da laboratori che si occupano di analisi, conservazione, lavorazione e distribuzione del sangue. Il tutto senza dovere attendere i tempi legati alla raccolta. I fondi regionali che otteniamo per la raccolta, inoltre, restano all’Ospedale».
Il centro raccoglie ogni giorno 10-12 donazioni: quasi quattromila donazioni l’anno. Un patrimonio importantissimo. «Sono convinto che il congresso del 2011 abbia segnato un cambiamento di rotta: ha dato nuova linfa all’impegno dei volontari, che sono il cuore della nostra associazione. Persone straordinarie, forse mai apprezzate fino in fondo; grazie a loro è possibile non solo salvare delle vite, ma anche fare ricerca, testare nuovi medicinali, permettere ai chirurghi di operare, di trapiantare organi».
Altrettanto fondamentale, per Fedi, è la collaborazione tra le diverse associazioni: «Il nostro gruppo giovanile inizierà a condividere alcune attività con il gruppo giovanile Avis: è un bel segnale». «Parma è fortunata - aggiunge -, perché può contare su due realtà per donare sangue. Non tutte le province possono dire lo stesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

5commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti