-4°

Buone Notizie

Due parmigiane con Alberto sul Cammino di Santiago

Due parmigiane con Alberto sul Cammino di Santiago
0

di Matteo Billi

«E' un sogno realizzato, un’esperienza unica che non si può definire a parole, bisogna viverla». Alberto Carenzi, 36enne di Piacenza, affetto da tetraparesi spastica dalla nascita, in passato è stato alle Gmg di Roma, Toronto, Colonia, Sydney, in pellegrinaggio in Terra Santa e in Etiopia a visitare missioni. Ma il Cammino di Santiago fino a due anni fa non aveva nemmeno pensato di poterlo fare. 
«La vita ha un valore alto per me, è un dono da sfruttare al massimo - racconta -. Se desideriamo qualcosa di buono per noi, prima o poi si realizza, magari non con i nostri tempi ma con quelli di Qualcuno che sta lassù e che ci fa incontrare le persone giuste». 
La prima, quella che ha dato il la a tutto, è Ada Anselmi che di ritorno dal secondo Cammino completato dice ad Alberto: «Non so come né quando, ma ti prometto che il prossimo lo farai con me». 
Siamo a luglio 2010, Ada scopre su Internet che esiste un risciò per portare persone con difficoltà motorie nei percorsi più accidentati. Si chiama «Joelette», è prodotta in Francia e per guidarla ci voglio almeno quattro persone. Ma al circolo Anspi di Fossolo di Carrara ne hanno una e volentieri la prestano ad Alberto. 
Così dal 2 al 16 maggio in tredici, nove uomini e quattro donne, partono alla volta della Spagna, per percorrere i 205 chilometri che separano Ponferrada da Santiago. Tra loro anche due parmigiane: Monica Caffarra ed Elisa Cervara, amiche e colleghe nell’azienda che si occupa di gestire il servizio idrico di Fidenza e altri comuni della Bassa. «Conoscevo già Alberto e Ada - racconta Monica, 40 anni - e ho accettato a scatola chiusa anche se non amo camminare. Ho sbagliato a partire solo per una settimana, convinta di non farcela. Rientrata a casa avrei dato tutto per tornare indietro a finire il Cammino. Eppure sono stati giorni difficili, sempre sotto l’acqua con zaini di sei chili sulle spalle, dormendo poco e male. E’ stata un’esperienza unica, l’unione del gruppo ti dà energie che non sono fisiche e che non penseresti mai di avere». 
Di energie e condivisione parla anche Elisa, 38 anni: «Da tempo volevo fare questo cammino per misurare i miei limiti ma non appena partiti mi sono sentita parte di un’entità più grande composta da dodici splendide persone. Nel condividere la fatica si creava e si trasmetteva energia. Abbiamo fatto sette giorni sotto l’acqua ma sono stati tutti bellissimi, quanto abbiamo riso! Alberto mi ha insegnato che non bisogna mollare mai, che bisogna sempre provarci». Non a caso il motto del viaggio era «Vince chi parte». «Ho potuto fare il Cammino alla pari con gli altri, con anche tratti a piedi - conclude Carenzi -. Chi mi ha accompagnato (ma sono stati importanti anche i tanti rimasti in Italia) ha donato per me gambe, braccia, fiato. E’ bello scoprire che nella vita c'è ancora qualcuno che si fa delle domande sui desideri delle altre persone e si mette in gioco per realizzarli. La mia è stata un’opportunità di vita e per la vita. Un’esperienza che porto nel cuore e che mi servirà nei momenti di difficoltà».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

2commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

1commento

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta