12°

23°

Buone Notizie

Africa, una missione di famiglia

Africa, una missione di famiglia
Ricevi gratis le news
0

di Margherita Portelli
Una missione di famiglia. L’Africa, per i Banchini, è divenuta una seconda casa. Stesso cognome, stessa chiamata: quattro medici che si sono innamorati del continente nero, e che dalla prima missione umanitaria non sono più riusciti a fare a meno di quelle terre rosse cui Ennio Banchini - chirurgo parmigiano in pensione di 67 anni - è legato ormai visceralmente da un decennio. E con lui il nipote Enrico, anestesista, il fratello Gianbattista, internista, e la figlia Silvia, chirurgo. A raccontare tutta la gratificazione dei mesi passati a operare là dove manca tutto tranne il sorriso, ci pensa alla perfezione un’immagine che Ennio ed Enrico raccontano ancor meglio delle fotografie.
 «Non dimenticheremo mai alcuni piccoli congolesi che per salutarci, al momento della partenza dopo una delle ultime missioni, avevano scritto una frase in italiano da incollare alla fronte: «Grazie, tornate presto». Riconoscenza attaccata con lo scotch su quella pelle d’ebano che già da tempo li aveva conquistati. Ennio Banchini, che per lunghi anni è stato primario a Piacenza, nel 2002 è partito per la prima volta per una missione umanitaria in Ghana.
 «Avevo cominciato con iniziative di cooperazione facendo venire qui in Italia un’intera equipe albanese, attraverso l’intermediazione dell’associazione Carlo Malchiodi per la ricerca in chirurgia, che presiedo, al fine di trasmettere loro alcune tecniche - racconta -. Stessa cosa con la Moldova. E poi l’Africa: dal 2002 almeno un paio di volte all’anno mi reco là. Sono stato in missione in Eritrea, Benin, Ghana, Congo e anche Bolivia. In Congo siamo ospiti delle suore Saveriane di Parma e dalla congregazione delle Piccole Figlie, e collaboriamo con il progetto Sorriso nel mondo, un’associazione internazionale per il trattamento e la cura delle malformazioni e deformità cranio facciali nei paesi in via di sviluppo». Nella vita di Banchini, che ha dato il via a questa esperienza riuscendo poi a coinvolgere anche la sua famiglia, ci sono due grandi figure professionali di riferimento: Carlo Malchiodi e Giancarlo Betta. «In questi anni abbiamo fatto tanto. Nella città di Uvira, in Congo, abbiamo dato il via all’attività endoscopica, che mancava completamente, donando loro i macchinari e insegnando ai medici del posto come utilizzarli - spiega Ennio Banchini -. Ora vorremmo far venire qui un loro medico per insegnargli come effettuare gli esami istologici, e a novembre, quando tornerò là, al ritorno mi piacerebbe poter portare con me una bambina di otto anni conosciuta durante l’ultimo viaggio: ha inalato un chiodo e ora convive con questo corpo estraneo nel polmone. Qui a Parma potrebbe essere operata nel centro diretto dal dottor Casalini».
 Una situazione difficile, quella del Congo: «A volte non riesco a credere a ciò che vedo: colera, lebbra, tifo, malaria, meningiti, tumori, gozzi» spiega Enrico Banchini, nipote di Ennio. «Di progresso a livello sanitario in questi anni non ne ho percepiti - aggiunge Ennio -: quello che è necessario fare, ancor più che operare per salvare vite, credo sia trasmettere le professionalità ai medici del luogo».
A spiegare la gioia di un’esperienza unica per gratificazione e arricchimento personale ci pensa poi Enrico.
 «Si parte, la prima volta, per scoprire se stessi - racconta -. Poi, quando si vive l’impatto con la miseria vera, si rimane legati a quei nostri fratelli meno fortunati e il cuore desidera fare ritorno in quelle terre. Perché davvero si riceve cento volte di più rispetto a quello che si dona. Sorrisi, abbracci, affetto. E poi il clima, la gente, il sole caldo dell’Africa. Si ritorna in Italia e si ha la consapevolezza delle cose semplici, di quanto sia buono, ad esempio, un bicchiere d’acqua fresca».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Lealtrenotizie

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

Trasporto pubblico

Autobus: accolto dal Tar il ricorso Tep

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Solomon incapace di intendere e di volere

1commento

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

BUSTO ARSIZIO

La ventenne scomparsa si chiama Dafne Di Scipio. Aperto un fascicolo

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel