19°

Buone Notizie

Dal 1984 a fianco dei più deboli

Dal 1984 a fianco dei più deboli
0

 Sembra impossibile immaginare che un tempo non esistessero diritti che oggi diamo per scontati, che le persone in difficoltà dovessero condurre un’esistenza separata dal resto della società.  Nel corso degli anni si è fatta strada la convinzione che la comunità debba non solo farsi carico ma anche convivere con chi ha dei disagi e valorizzarne i talenti. 

La storia della cooperazione sociale a Parma, una delle 3 province da cui è nato il Consorzio nazionale, si colloca all’interno di questo cammino. Le prime realtà hanno visto la luce nel periodo in cui si chiudevano i manicomi, gli istituti. 
E il loro percorso è in gran parte l’avventura del Consorzio di Solidarietà Sociale, che nasce nel 1984 come cooperativa di secondo grado di tipo misto dall’unione di Insieme, Domus, Molinetto, Oltretorrente e La Bula per rispondere ad una esigenza di coordinamento tra i vari soggetti del settore, di raccordo con le strutture regionali e nazionali, di rappresentanza con le istituzioni. 
Strutturare i servizi, favorire lo sviluppo di nuovi soggetti e promuovere la cooperazione sociale sotto ogni punto di vista: queste le linee guida. In pochi anni nascono altre 12 realtà volute da associazioni, gruppi di genitori o professionisti, comunità parrocchiali e il Consorzio arriva ai tavoli contrattuali e a quelli della programmazione politica. Fino ad unire oggi 37 cooperative che operano negli ambiti più diversi con un’obiettivo comune: la cooperazione sociale ha infatti come fine ultimo l’interesse pubblico, il bene generale della comunità attraverso la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini. 
Nelle realtà del Consorzio i fruitori sono anche responsabili dei servizi visto che fanno parte dei consigli di amministrazione, il luogo dove si prendono le decisioni: un esempio concreto di partecipazione attiva. La scelta vincente sta nell’accompagnare le persone svantaggiate dall’assistenza alla responsabilità sociale, attraverso il lavoro ed altri percorsi di autonomia, valorizzando le risorse individuali e familiari. Lavoro ma non solo, domiciliarità comunitaria, scuola e nuove generazioni, pace, volontariato e servizio civile sono le parole chiave che guidano i progetti del Consorzio. E le cooperative sono vere e proprie imprese sociali: «C’è un’ampia offerta di prodotti e servizi per la famiglia, formule per feste e grandi occasioni e diverse attività per le aziende» sottolinea Federica Montani, responsabile dell’area promozione e sviluppo. Perché quella del Consorzio è anche una storia capace di futuro, un futuro tutto racchiuso in una inedita brochure visibile da ieri sul sito web e che verrà presentata ufficialmente la settimana prossima.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

1commento

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

5commenti

collecchio

Lo strazio dell'addio a "Gio", sempre a fianco degli ultimi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

11commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

LONDRA

Ventottenne bolognese ferita ma già dimessa

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano