Buone Notizie

Quell'assist al vecchio amico in difficoltà

Quell'assist al vecchio amico in difficoltà
Ricevi gratis le news
1

 Andrea Del Bue

C’è chi, nella vita, colto dalla debolezza, si rifugia nella bottiglia. Obnubilare la mente, per cancellare i ricordi. Per dimenticare. Conforto effimero, invece. E ulteriori problemi. Poi, però, ci sono gli amici, che ti destano, ti scuotono, ti dicono che devi ripartire.
 
Questa è una storia di amicizia, nata sui campi di calcio. Amedeo Balestrieri, per tutti «Jones», è un centravanti dal colpo di testa imprevedibile: studio del difensore, balzo in aria impressionante, sospensione e, spesso, rete. Dopo cinque anni di gioventù al Parma, e dopo aver girovagato l’Italia, nella stagione ’67-’68 è a Perugia. Mediano, in quella formazione, gioca Alberto Grossetti, talento del vivaio del Milan. Basta un anno e diventano amici per la pelle; s’intendono sul campo, ma anche fuori. A meraviglia. Balestrieri, prima del match, è solito chiedere al compagno: «Hai fatto benzina?». Perché sul campo si dà il massimo, ma poi non ci si nega mai una serata all’insegna della goliardia. L’anno successivo, l’attaccante viene ceduto al Genova, il centrocampista al Catania: le due strade si dividono.
 
Passano anni senza vedersi. Per Balestrieri la vita diventa un calvario; i colpi di testa si trasformano in colpi al cuore: perde la madre, la moglie, due figlie, due fratelli. Ritrova l’amore, ma il destino strappa la vita anche alla nuova compagna. Mancano le forze, c’è il baratro; prima lo guardi e, se ti vengono le vertigini, ci cadi dentro. Lì ci finisce tutto: gli affetti, il lavoro, la forza di reagire. Ci sono persone, però, che ti vengono a prendere, ovunque tu sia, quanto profondo sia quel buco nero. Anche se sono passati 44 anni dall’ultima volta che ci si è visti. E’ così che ieri Grossetti ha teso la mano a «Jones». Grazie all’aiuto di amici in comune, è riuscito a riabbracciare il suo ex compagno di squadra: sono infatti stati Alberto Michelotti, al tempo arbitro sugli stessi campi calcati dai due ex giocatori, e Fausto Daolio, grande ex centravanti di Parma e Milan, a permettere ai due amici di ritrovarsi, ieri mattina, a Parma. Grossetti è volato qui da New York, dove ha famiglia e dove lavora da quasi trent’anni nella finanza. Costruendo una fortuna. «L’anno scorso, a Guastalla, Fausto (Daolio, ndr) ha organizzato una rimpatriata di ex calciatori del Milan – racconta l’ex mediano che con Daolio giocò alla corte di Nils Liedholm in rossonero -. Purtroppo fui trattenuto negli Stati Uniti per lavoro, ma, ripresi i contatti, chiesi di «Jones»». Le notizie che arrivano, però, non sono belle: «Mi sono chiesto cosa potevo fare e sono volato qui – spiega Grossetti -. Gli darò dei soldi, sicuramente; li metteremo da parte, in modo che ci siano in caso di necessità. Ma non bastano quelli. Gli ho proposto di venire con me in America, di provare a ripartire. Ho la possibilità di pagare il suo viaggio, non vedo perché non dovrei farlo. Là, poi, starà con me, con la mia famiglia, con i miei amici. E potrà portare chi vuole: c’è spazio per tutti».
 
Di investimenti Grossetti se ne intende; questo non deve essere a fondo perduto. «Voglio che il mio amico si rialzi, ma tutto dipende da lui. Se ci accorgeremo che questo mio gesto peggiorerà la situazione – assicura -, mi fermo subito. Lui, però, adesso deve capire che ci sono degli amici che gli vogliono bene e che faranno di tutto perché torni a sorridere». «Si può provare», sussurra, con gli occhi lucidi, Balestrieri. Poche parole; il resto è riconoscenza nei confronti dell’amico: si coglie nello sguardo. Il riscatto è dietro l’angolo; ora, dal letto della casa protetta in cui vive, guardando il soffitto e pensando al futuro, serve solo trovare la forza di seguirlo. Sul campo, Michelotti avvertiva sempre: «Se continui, ti butto fuori». Così anche oggi: «Noi amici ci siamo, ora lui deve voltare pagina – dice l’ex arbitro -. La cosa bellissima di questa vicenda è che, in un mondo di ladri e delinquenti, ci sono persone che hanno ancora valori altissimi; questa è una storia di amicizia, che è uno dei sentimenti più nobili». Michelotti coinvolgerà anche gli ex gialloblù; intanto, ha già risposto presente Daolio: «L’educazione, il rispetto, la riconoscenza: sono tutti valori che a Grossetti, come a me, hanno insegnato Liedholm e il suo vice Luciano Tessari, veri maestri di vita». L’assist è servito. «Jones» deve solo spiccare il volo e insaccare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Graz

    15 Luglio @ 10.34

    Solo per inciso: Daolio era un "mediano" non un centravanti; tant'è che, come direttore del gioco, fu soprannominato "Toscanini" ...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Le ex Luigine continueranno ad esistere anche in futuro, la gestione passerà a Proges

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

4commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

TRAFFICO

Tamponamento risolto sulla tangenziale nord. Il traffico scorre

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

Giustizia

Gli stupratori di Rimini "come iene sulla preda"

SPORT

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

6commenti

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

MOTORI

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato