Buone Notizie

Quell'assist al vecchio amico in difficoltà

Quell'assist al vecchio amico in difficoltà
1

 Andrea Del Bue

C’è chi, nella vita, colto dalla debolezza, si rifugia nella bottiglia. Obnubilare la mente, per cancellare i ricordi. Per dimenticare. Conforto effimero, invece. E ulteriori problemi. Poi, però, ci sono gli amici, che ti destano, ti scuotono, ti dicono che devi ripartire.
 
Questa è una storia di amicizia, nata sui campi di calcio. Amedeo Balestrieri, per tutti «Jones», è un centravanti dal colpo di testa imprevedibile: studio del difensore, balzo in aria impressionante, sospensione e, spesso, rete. Dopo cinque anni di gioventù al Parma, e dopo aver girovagato l’Italia, nella stagione ’67-’68 è a Perugia. Mediano, in quella formazione, gioca Alberto Grossetti, talento del vivaio del Milan. Basta un anno e diventano amici per la pelle; s’intendono sul campo, ma anche fuori. A meraviglia. Balestrieri, prima del match, è solito chiedere al compagno: «Hai fatto benzina?». Perché sul campo si dà il massimo, ma poi non ci si nega mai una serata all’insegna della goliardia. L’anno successivo, l’attaccante viene ceduto al Genova, il centrocampista al Catania: le due strade si dividono.
 
Passano anni senza vedersi. Per Balestrieri la vita diventa un calvario; i colpi di testa si trasformano in colpi al cuore: perde la madre, la moglie, due figlie, due fratelli. Ritrova l’amore, ma il destino strappa la vita anche alla nuova compagna. Mancano le forze, c’è il baratro; prima lo guardi e, se ti vengono le vertigini, ci cadi dentro. Lì ci finisce tutto: gli affetti, il lavoro, la forza di reagire. Ci sono persone, però, che ti vengono a prendere, ovunque tu sia, quanto profondo sia quel buco nero. Anche se sono passati 44 anni dall’ultima volta che ci si è visti. E’ così che ieri Grossetti ha teso la mano a «Jones». Grazie all’aiuto di amici in comune, è riuscito a riabbracciare il suo ex compagno di squadra: sono infatti stati Alberto Michelotti, al tempo arbitro sugli stessi campi calcati dai due ex giocatori, e Fausto Daolio, grande ex centravanti di Parma e Milan, a permettere ai due amici di ritrovarsi, ieri mattina, a Parma. Grossetti è volato qui da New York, dove ha famiglia e dove lavora da quasi trent’anni nella finanza. Costruendo una fortuna. «L’anno scorso, a Guastalla, Fausto (Daolio, ndr) ha organizzato una rimpatriata di ex calciatori del Milan – racconta l’ex mediano che con Daolio giocò alla corte di Nils Liedholm in rossonero -. Purtroppo fui trattenuto negli Stati Uniti per lavoro, ma, ripresi i contatti, chiesi di «Jones»». Le notizie che arrivano, però, non sono belle: «Mi sono chiesto cosa potevo fare e sono volato qui – spiega Grossetti -. Gli darò dei soldi, sicuramente; li metteremo da parte, in modo che ci siano in caso di necessità. Ma non bastano quelli. Gli ho proposto di venire con me in America, di provare a ripartire. Ho la possibilità di pagare il suo viaggio, non vedo perché non dovrei farlo. Là, poi, starà con me, con la mia famiglia, con i miei amici. E potrà portare chi vuole: c’è spazio per tutti».
 
Di investimenti Grossetti se ne intende; questo non deve essere a fondo perduto. «Voglio che il mio amico si rialzi, ma tutto dipende da lui. Se ci accorgeremo che questo mio gesto peggiorerà la situazione – assicura -, mi fermo subito. Lui, però, adesso deve capire che ci sono degli amici che gli vogliono bene e che faranno di tutto perché torni a sorridere». «Si può provare», sussurra, con gli occhi lucidi, Balestrieri. Poche parole; il resto è riconoscenza nei confronti dell’amico: si coglie nello sguardo. Il riscatto è dietro l’angolo; ora, dal letto della casa protetta in cui vive, guardando il soffitto e pensando al futuro, serve solo trovare la forza di seguirlo. Sul campo, Michelotti avvertiva sempre: «Se continui, ti butto fuori». Così anche oggi: «Noi amici ci siamo, ora lui deve voltare pagina – dice l’ex arbitro -. La cosa bellissima di questa vicenda è che, in un mondo di ladri e delinquenti, ci sono persone che hanno ancora valori altissimi; questa è una storia di amicizia, che è uno dei sentimenti più nobili». Michelotti coinvolgerà anche gli ex gialloblù; intanto, ha già risposto presente Daolio: «L’educazione, il rispetto, la riconoscenza: sono tutti valori che a Grossetti, come a me, hanno insegnato Liedholm e il suo vice Luciano Tessari, veri maestri di vita». L’assist è servito. «Jones» deve solo spiccare il volo e insaccare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Graz

    15 Luglio @ 10.34

    Solo per inciso: Daolio era un "mediano" non un centravanti; tant'è che, come direttore del gioco, fu soprannominato "Toscanini" ...

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Parma 1913: D'Aversa per la panchina, Sensibile-Faggioni ballottaggio ds

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Aemilia

I pm fanno appello contro il proscioglimento di Bernini

Il reato dell'ex assessore parmigiano era stato giudicato prescritto. Appello anche per il consigliere comunale di Reggio Emilia Pagliani.

prato

Sparita l'ultima lettera di Verdi: è giallo

1commento

Tg Parma

Verso il voto: primarie per Dall'Olio, nessuna alleanza per Alfieri

gazzareporter

Rifiuti e cartoni in Galleria Santa Croce Gallery

1commento

polizia

Lite al parco Falcone e Borsellino: recuperate tre bici rubate

5commenti

EMILIA ROMAGNA

Nuovi orari ferroviari sulle linee regionali dall’11 dicembre

tribunale

Botte e insulti alla moglie: due anni ad un 47enne romeno

Mezzani

300 grammi di cocaina scoperti dai carabinieri

Arrestato 32enne albanese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery