20°

Buone Notizie

Quell'assist al vecchio amico in difficoltà

Quell'assist al vecchio amico in difficoltà
1

 Andrea Del Bue

C’è chi, nella vita, colto dalla debolezza, si rifugia nella bottiglia. Obnubilare la mente, per cancellare i ricordi. Per dimenticare. Conforto effimero, invece. E ulteriori problemi. Poi, però, ci sono gli amici, che ti destano, ti scuotono, ti dicono che devi ripartire.
 
Questa è una storia di amicizia, nata sui campi di calcio. Amedeo Balestrieri, per tutti «Jones», è un centravanti dal colpo di testa imprevedibile: studio del difensore, balzo in aria impressionante, sospensione e, spesso, rete. Dopo cinque anni di gioventù al Parma, e dopo aver girovagato l’Italia, nella stagione ’67-’68 è a Perugia. Mediano, in quella formazione, gioca Alberto Grossetti, talento del vivaio del Milan. Basta un anno e diventano amici per la pelle; s’intendono sul campo, ma anche fuori. A meraviglia. Balestrieri, prima del match, è solito chiedere al compagno: «Hai fatto benzina?». Perché sul campo si dà il massimo, ma poi non ci si nega mai una serata all’insegna della goliardia. L’anno successivo, l’attaccante viene ceduto al Genova, il centrocampista al Catania: le due strade si dividono.
 
Passano anni senza vedersi. Per Balestrieri la vita diventa un calvario; i colpi di testa si trasformano in colpi al cuore: perde la madre, la moglie, due figlie, due fratelli. Ritrova l’amore, ma il destino strappa la vita anche alla nuova compagna. Mancano le forze, c’è il baratro; prima lo guardi e, se ti vengono le vertigini, ci cadi dentro. Lì ci finisce tutto: gli affetti, il lavoro, la forza di reagire. Ci sono persone, però, che ti vengono a prendere, ovunque tu sia, quanto profondo sia quel buco nero. Anche se sono passati 44 anni dall’ultima volta che ci si è visti. E’ così che ieri Grossetti ha teso la mano a «Jones». Grazie all’aiuto di amici in comune, è riuscito a riabbracciare il suo ex compagno di squadra: sono infatti stati Alberto Michelotti, al tempo arbitro sugli stessi campi calcati dai due ex giocatori, e Fausto Daolio, grande ex centravanti di Parma e Milan, a permettere ai due amici di ritrovarsi, ieri mattina, a Parma. Grossetti è volato qui da New York, dove ha famiglia e dove lavora da quasi trent’anni nella finanza. Costruendo una fortuna. «L’anno scorso, a Guastalla, Fausto (Daolio, ndr) ha organizzato una rimpatriata di ex calciatori del Milan – racconta l’ex mediano che con Daolio giocò alla corte di Nils Liedholm in rossonero -. Purtroppo fui trattenuto negli Stati Uniti per lavoro, ma, ripresi i contatti, chiesi di «Jones»». Le notizie che arrivano, però, non sono belle: «Mi sono chiesto cosa potevo fare e sono volato qui – spiega Grossetti -. Gli darò dei soldi, sicuramente; li metteremo da parte, in modo che ci siano in caso di necessità. Ma non bastano quelli. Gli ho proposto di venire con me in America, di provare a ripartire. Ho la possibilità di pagare il suo viaggio, non vedo perché non dovrei farlo. Là, poi, starà con me, con la mia famiglia, con i miei amici. E potrà portare chi vuole: c’è spazio per tutti».
 
Di investimenti Grossetti se ne intende; questo non deve essere a fondo perduto. «Voglio che il mio amico si rialzi, ma tutto dipende da lui. Se ci accorgeremo che questo mio gesto peggiorerà la situazione – assicura -, mi fermo subito. Lui, però, adesso deve capire che ci sono degli amici che gli vogliono bene e che faranno di tutto perché torni a sorridere». «Si può provare», sussurra, con gli occhi lucidi, Balestrieri. Poche parole; il resto è riconoscenza nei confronti dell’amico: si coglie nello sguardo. Il riscatto è dietro l’angolo; ora, dal letto della casa protetta in cui vive, guardando il soffitto e pensando al futuro, serve solo trovare la forza di seguirlo. Sul campo, Michelotti avvertiva sempre: «Se continui, ti butto fuori». Così anche oggi: «Noi amici ci siamo, ora lui deve voltare pagina – dice l’ex arbitro -. La cosa bellissima di questa vicenda è che, in un mondo di ladri e delinquenti, ci sono persone che hanno ancora valori altissimi; questa è una storia di amicizia, che è uno dei sentimenti più nobili». Michelotti coinvolgerà anche gli ex gialloblù; intanto, ha già risposto presente Daolio: «L’educazione, il rispetto, la riconoscenza: sono tutti valori che a Grossetti, come a me, hanno insegnato Liedholm e il suo vice Luciano Tessari, veri maestri di vita». L’assist è servito. «Jones» deve solo spiccare il volo e insaccare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Graz

    15 Luglio @ 10.34

    Solo per inciso: Daolio era un "mediano" non un centravanti; tant'è che, come direttore del gioco, fu soprannominato "Toscanini" ...

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Maxi-sequestro di armi da guerra in provincia. In manette in cinque

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

1commento

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

1commento

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

Personaggi

Francesco Canali, messaggio di speranza ai malati di Sla

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

Lavoro

Gli agricoltori contro l'abolizione dei voucher

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Intervista

Uto Ughi: «Un buon violino è come una Ferrari»

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

9commenti

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

4commenti

LA BACHECA

Venti offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

roma

Massacrato dal branco: fermati due fratelli. Si nascondevano da parenti

Salute

Ausl, caso di meningococco nell'Appennino reggiano

SOCIETA'

La polemica

Due ragazze indossano i leggings: United nega l'imbarco

3commenti

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

1commento

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017