17°

Buone Notizie

Un carico di speranza nella regione di Gomel

Un carico di speranza nella regione di Gomel
1

 Duemilacinquecento chilometri ad andare, altrettanti a tornare. E in mezzo altri duemila, da un villaggio a un orfanatrofio, da  una scuola a un ospedale. 

Delle tante frontiere, la più dura da superare  per la carovana della solidarietà di Help Italia resta quella che porta a tu per tu con il bisogno. Chernobyl, con le conseguenze da scontare chissà ancora per quanto, è anche un riflettore acceso su uno degli angoli più poveri d'Europa.  Una terra confinante con la parte d'Ucraina nella quale si trova l'enorme  sarcofago della centrale nucleare.
Help Italia unisce (moltiplicandone le possibilità) associazioni di volontariato emiliane, lombarde, venete, toscane e sarde  che hanno come obiettivo comune migliorare le condizioni di vita delle popolazioni colpite dalla catastrofe di Chernobyl, con particolare riguardo verso i minori. 
Nelle scorse settimane, Help Italia ha di nuovo portato il suo carico di speranza (tangibile, «tradotta» in beni materiali di prima necessità) nella regione di Gomel. Responsabile della missione e motore infaticabile per tutti i settemila chilometri è stato  Davide Fanti, assistente capo della Polstrada di Berceto. Con lui, tra gli altri 27 volontari della spedizione, Francesca Fantoni, dell'Ufficio stato civile del Comune di Parma, e Simone Lubrano, assistente capo della Polfer di Fidenza.  Dei ventotto partecipanti alla missione, quattro hanno raggiunto la Bielorussia in aereo, mentre gli altri hanno misurato le distanze chilometro per chilometro, a bordo di  quattro camper che hanno attraversato il nord Italia, l'Austria, la Germania e la Polonia, prima di arrivare a Gomel. «Due giorni di strada - spiega Fanti - per un viaggio faticoso, ma ricco di soddisfazioni». Oltre che il loro equipaggio, i camper trasportavano settanta pacchi preparati dalle famiglie per i ragazzi bielorussi ospitati durante le ferie estive.
Distribuiti i pacchi, i camper sono stati caricati con cibo,  vestiti, materiale sanitario e didattico acquistati in Bielorussia, dove i 35 euro versati da ogni famiglia per questo scopo sono stati fatti fruttare al meglio. 
A beneficiarne sono stati i piccoli ospiti degli orfanatrofi di Gomel, Babici (Rechitsa), Zareste (Magilev), gli alunni della scuola di Strukaciov, il villaggio di Smagarin, le case famiglia di Rechtisa, l'asilo di Strilicevo a Koinichi, il centro delle suore di Madre Teresa a Gomel.
«Nel frattempo - prosegue Fanti - si continua a puntare sulle collaborazioni tra ospedali. E' stata data la possibilità a medici bielorussi specializzati nella cura di malattie cardiovascolari di frequentare stage in Italia di Cardiochirurgia mininvasiva. E specialisti italiani hanno effettuato numerosi interventi a cuore aperto a Gomel. Ora si cerca di intensificare la collaborazione per l'oncologia (ed è facile immaginare quanto l'argomento sia sentito nella zona di Gomel) e per ridurre la mortalità prenatale». Inoltre, con l’amministrazione regionale di Gomel Help Italia ha siglato accordi per  cooperare con diversi enti bielorussi alla realizzazione di importanti progetti sulle case-famiglia, il microcredito, la collaborazione scientifica e sportiva.  
«Ma il progetto di maggiore rilevanza è però la creazione di un centro economico e culturale italo-bielorusso a Gomel» ricorda il responsabile della spedizione. Uno dei tanti obiettivi dell'associazione, il cui presidente Gian Emilio Crippa ha visitato nuove realtà bisognose d'aiuto. 
«L'obiettivo è di inviare due autoarticolati con il convoglio del   prossimo aprile, aumentando  gli sforzi fisici ed economici». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paolo Cortopassi

    06 Aprile @ 18.52

    Buon pomeriggio. Vi segnalo la presenza di una squadra di minibasket di Lucca, nel torneo internazionale svolto a Gomel. Per informazioni cliccate su: http://fiabeefrane.wordpress.com/2013/04/06/basket-in-bielorussia/ Saluti. Paolo Cortopassi

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105, è morto Leone Di Lernia - VIDEO

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia