22°

Buone Notizie

L'ultimo nato della famiglia Adas-Fidas: il gruppo Cedacri

L'ultimo nato della famiglia Adas-Fidas: il gruppo Cedacri
0

Andrea Del Bue

Oltre 2.300 donatori attivi, oltre 4.000 tra sostenitori, volontari e collaboratori, 13 gruppi autonomi tra città e provincia, di cui uno che ne raggruppa altri 23 più piccoli, tanto  sangue raccolto  per chi ne ha bisogno.
Sono i numeri di Adas-Fidas di Parma che però sa che si può sempre migliorare.
E' così che nasce l’ultimo arrivato: il gruppo Adas Cedacri, dedicato al gruppo che si occupa di sviluppo di servizi informatici per banche, istituzioni finanziarie e aziende e che in pochi giorni ha coinvolto al dono decine di persone.
Il bacino è grande: tra le sedi di Parma e Collecchio, sono circa 800 i dipendenti. Tutti potenziali donatori. Ad oggi, sono già 60 gli iscritti al nuovo gruppo Adas-Fidas, di cui il 90% non aveva mai donato sangue prima.
Tutto nasce quando la dipendente Ines Seletti, presidentessa di Adas Cedacri, incontra Angela Anedda dell’Adas-Cerve. Due chiacchiere e l’idea: «Giustamente mi ha fatto notare perché non avevamo ancora pensato a creare un gruppo all’interno di un’azienda che ha tanti dipendenti – racconta la Seletti -. Quindi, si è deciso di proporre alla direzione questa nuova avventura».
Dai piani alti è arrivato immediatamente il benestare, non senza entusiasmo. «Penso sia importante per un’azienda come Cedacri, già attiva da anni con diverse iniziative in favore di associazioni del territorio, poter realizzare direttamente un progetto concreto legato alla solidarietà e al mutuo soccorso – spiega Salvatore Stefanelli, direttore generale di Cedacri -. Il nuovo gruppo esprime lo spirito di coesione tra i dipendenti che hanno deciso di far nascere l’associazione e, allo stesso tempo, aiuta ad aumentare la condivisione di valori importanti, e centrali anche in azienda, come il senso di responsabilità, la sensibilità e la disponibilità nei confronti degli altri».
Sebbene l’associazione sia già attiva da luglio (Stefano Gabella è il primo donatore), il 22 settembre arriva il primo banco di prova: il «Family day» aziendale.
«In quella occasione, grazie anche all’encomiabile aiuto dei volontari Adas-Fidas – racconta la Seletti -, abbiamo raccolto, in un solo giorno, ben trenta adesioni. Oggi siamo a sessanta: un numero che si spiega solo col forte spirito di solidarietà che si respira tra i miei colleghi».
L’obiettivo prossimo è l’incremento ulteriore dei donatori, soprattutto perché Adas Cedacri è aperto anche a chi non lavora in azienda (per info: adas@cedacri.it).
Prima iscritta alla nuova associazione, è la dipendente Cedacri, nonché consigliera del gruppo Adas-Cedacri, Monica De Francesco: «Questa iniziativa ci identifica una volta di più con i valori aziendali – dice - e permette di creare, tra noi colleghi, un forte legame anche fuori dal lavoro». Ad accogliere con un plauso la nascita del nuovo gruppo è Giacomo Grulla, presidente regionale Fidas: «Una nuova realtà – osserva - in un’azienda formata da persone giovani e attive, in un territorio, finora scoperto, come quello di Collecchio». «Ci aspettano belle soddisfazioni - conclude Michele Fedi, presidente provinciale di Adas-Fidas – con un gruppo che sta costruendo un’ottima struttura all’interno di un’impresa che vede l’incondizionato appoggio della direzione». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

GAZZETTA LIBRI

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

Lealtrenotizie

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

anteprima gazzetta

Arsenale in casa per la banda che voleva rubare la salma di Ferrari

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

polizia municipale

Incidente tra tre auto a Chiozzola: due feriti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

studio

Libri di ricette pieni di errori sulla cottura: rischio infezioni

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon