Buone Notizie

Il dolore che diventa speranza. Premi per ricordare Silvia

Il dolore che diventa speranza. Premi per ricordare Silvia
0

Ilaria Moretti
Il dolore che diventa speranza. La forza del ricordo per costruire il futuro. C’è tutto questo nella cerimonia di consegna dei due premi di studio intitolati alla memoria di Silvia Mantovani, andata in scena ieri nel palazzo centrale dell’Università.
A ricevere i riconoscimenti, Simone Battista e Giuliana Rizzi, ovvero i migliori studenti iscritti al secondo e terzo anno del corso di laurea in Tecniche di laboratorio biomedico dello scorso anno accademico. Li guardano commossi Carlo e Laura, i genitori di Silvia, che frequentava lo stesso corso e che fu uccisa nel settembre del 2006 dall’ex fidanzato, quando le mancava soltanto un esame alla laurea.
Sarebbe orgogliosa di quei due giovani, ne sono sicuri. «Lei era una persona che viveva per aiutare gli altri - dice a mezza voce la mamma -. Vorrei che tutti la ricordassero com’era, con il suo sorriso e la sua voglia di vivere».
Domani  si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne ed è di questi giorni la proposta di legge per punire con l’ergastolo il cosiddetto «femminicidio». «Sì, ne ho sentito parlare - dice Carlo Mantovani -, ma secondo me conta molto la prevenzione, intervenire prima che si arrivi al dramma».
Il premio, avviato cinque anni fa e cofinanziato dall’Ateneo, dalla Fondazione Cariparma e dalla stessa famiglia Mantovani, è giunto alla sua ultima edizione. «Ma questo non significa dimenticare Silvia - mette in chiaro Adriana Calderaro, presidente del consiglio di corso di laurea -. Fino a quando questo corso vivrà, Silvia sarà con noi perché ha lasciato un segno indelebile».
L’emozione è palpabile: quasi si respira. Perché questa è una storia cupa, che parla di orrore, ma è anche una porta aperta sulla speranza. Attraverso il ricordo di Silvia si aiutano due giovani, tra l’altro lontani da casa, a costruire il proprio futuro: a ciascuno di loro sono andati 5.250 euro. Giuliana Rizzi, 23 anni, ieri ha vissuto una doppia emozione: prima si è laureata, poi ha ricevuto il premio.
Sa di avere ottenuto ciò che alla giovane Silvia è stato negato per sempre e ne sente la responsabilità: «Nella sua vita scolastica Silvia è stata un modello - ricorda -: dopo avere seguito l’esempio del suo impegno nello studio, spero di poter continuare su questa strada anche nel mondo del lavoro».
Pugliese della provincia di Bari, Giuliana ha vissuto tutte le difficoltà di uno studente fuori sede: «Con questi soldi forse mi iscriverò a un master». Situazione simile quella di Simone Battista, 21 anni, di San Salvo, in Abruzzo: «Ho saputo all’ultimo momento di avere ottenuto questo premio e mi ha fatto davvero piacere: per i miei genitori e per quelli di Silvia, che hanno scelto di aiutare le persone. I soldi mi serviranno per coprire le spese da fuori sede e forse per iscrivermi alla specialistica».
Studio e futuro: un binomio che ritorna sempre. «Questo è un momento di grande commozione - evidenzia Antonio Mutti, vicedirettore del dipartimento di Medicina clinica e sperimentale -, anch’io sono stato docente del corso di laurea e ho avuto modo di conoscere Silvia. Allo stesso tempo è motivo di soddisfazione premiare due studenti che si impegnano: sono loro a rappresentare la speranza per un futuro che ci preoccupa».
Parole riprese da Carlo Chezzi, fondatore del corso e ideatore del premio cinque anni fa: «Questo è un corso di laurea frequentato da persone molto motivate - sottolinea - e il numero degli studenti è andato aumentando». Poi un sorriso rivolto ai genitori della giovane scomparsa: «Siamo invecchiati insieme». Loro ricambiano. Forse anche Silvia sorride.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

5commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti