17°

Buone Notizie

Dall'Annunciata una casa in dono per i terremotati

Dall'Annunciata una casa in dono per i terremotati
0

Guido Conti
Una favola vera, un piccolo miracolo che dona speranza ai terremotati non solo dell’Aquila. E i miracoli non accadono per caso. La notizia arriva a quattro anni di distanza dalla scossa che il 6 aprile del 2009, alle 3,30 di notte, ha distrutto una delle più belle città dell’Abruzzo.
«Tutto è cominciato con una busta di denaro che ho consegnato a un mio confratello, padre Marcello, a Tocco Casauria, per qualcuno dei suoi ragazzi»,  racconta padre Adriano, parroco dell’Annunziata.
«Sono molto legato all’Aquila. Mi ci fermavo ogni tanto mentre mi spostavo da e per Roma, perché mi piaceva quel clima di montagna. La notte del terremoto ha lasciato un segno profondo non solo sulla mia pelle. Così è nata l’idea -  continua padre Adriano -. Tramite padre Marcello la mia Parrocchia,    allora era “Stella Maris” a Milano Marittima,  ha deciso di far crescere una di queste famiglie, un’adozione fino al superamento dell’emergenza».
La busta intanto era finita tra le mani di due fidanzati Federico e Rosamaria, che scrivono una lettera a don Adriano, ringraziandolo di cuore perché quel denaro lo consideravano un segno del cielo.
Una felicità vera fra meraviglia e gratitudine, nel momento in cui stavano per sposarsi.
Tra mille problemi logistici, Federico e Rosamaria si sposano e il 3 luglio del 2010 e scrivono a padre Adriano una lettera affettuosa.
«Nonostante le difficoltà il Signore ci sostiene saldamente e ci ricolma ogni giorno di ogni benedizione. Una benedizione chiediamo anche a te Fra’ Adriano, perché il Signore ci ha già benedetti: aspettiamo un bambino! L’abbiamo scoperto da poco, con grande gioia e stupore».
Da Pescara, dov’erano sfollati negli alberghi, la nuova famiglia si sposta a Sant’Eusanio Forconese, nel modulo abitativo dei genitori di Federico, cinque persone tutti insieme in poche decine di metri quadrati.
I costi per un appartamento in affitto sono proibitivi: per 40 metri quadrati chiedono anche mille euro al mese.
A distanza di tanti anni i moduli abitativi, sotto le intemperie, hanno infiltrazioni di acqua, i fogli di masonite si staccano e i topi girano dappertutto. Con il Cantanatale del dicembre 2010 tutta la parrocchia dell’Annunziata - Padre Adriano nel frattempo si è trasferito da Milano Marittima a Parma - decide di aiutare questa nuova famiglia a costruire una casa per loro. Una scommessa, un impegno non semplice ma, aggiunge il nuovo parroco che traspare entusiasmo e fiducia, «a Dio non è impossibile un bel niente!».
Intanto, il 17 gennaio del 2011 nasce Benedetta.
«Tramite un altro confratello, contatto una ditta altoatesina che aveva già mandato all’Aquila i suoi prefabbricati per la prima emergenza. E non avevamo un soldo in tasca -   continua padre Adriano - In Val Pusteria trovo anche un addetto al marketing che voleva fare un gesto di beneficenza per aver ricevuto una grazia a Lourdes. Non dico le interminabili difficoltà che abbiamo incontrato, e che ovviamente si son dovute superare, con caparre perse per l’acquisto di terreni che poi si sono rivelati inadatti alla costruzione di una casa permanente. Invece adesso è tutto pronto per la costruzione! La nostra famiglia avrà una casa».
Ci sono voluti tre anni di attesa, ma la ditta di Brunico che fornisce la casa, ha comunicato che il 9 aprile arriverà il primo camion con il materiale ormai da  assemblare sul posto.
Una vera casa di legno con 30 anni di garanzia. Federico e Rosamaria hanno promesso di mettere all’ingresso casa una targa con il Salmo 126: «Se il Signore non costruisce la casa, invano si affaticano i costruttori!» .
«Credo che tutta la parrocchia dell’Annunziata dovrebbe fare festa insieme per questi piccoli grandi miracoli!; e so che i ragazzi stanno trafficando da qualche parte per creare segni di festa domenica 7 (oggi per chi legge, ndr), attorno a questo gesto che, concepito nello slancio emotivo dei primi momenti, si è rivelato poi una faccenda grossa e per molti aspetti imprevedibile. Vorrei condividere questa gioia con tutta la città -  dice padre Adriano -. Ho sentito dire da qualcuno tra i map del villaggetto dove è ancora accasata Benedetta con papà e mamma, che San Francesco gli ha mandato “li fratri”, quelli che giravano per la carità. Io ho risposto, quando mi è capitato di sentirlo, che si chiama Padre Lino quello che girava per le case povere e ricche, e lui pareggiava un pochino i conti tra quelli che ne avevano troppo e chi troppo poco!».
Una favola vera, un miracolo che non sarebbe spiaciuto alla penna di Guareschi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

8commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

LA SPEZIA

Scoperta cellula neonazista: pensava a raid contro immigrati e fabbricava ordigni

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche