-5°

Buone Notizie

Dall'Annunciata una casa in dono per i terremotati

Dall'Annunciata una casa in dono per i terremotati
0

Guido Conti
Una favola vera, un piccolo miracolo che dona speranza ai terremotati non solo dell’Aquila. E i miracoli non accadono per caso. La notizia arriva a quattro anni di distanza dalla scossa che il 6 aprile del 2009, alle 3,30 di notte, ha distrutto una delle più belle città dell’Abruzzo.
«Tutto è cominciato con una busta di denaro che ho consegnato a un mio confratello, padre Marcello, a Tocco Casauria, per qualcuno dei suoi ragazzi»,  racconta padre Adriano, parroco dell’Annunziata.
«Sono molto legato all’Aquila. Mi ci fermavo ogni tanto mentre mi spostavo da e per Roma, perché mi piaceva quel clima di montagna. La notte del terremoto ha lasciato un segno profondo non solo sulla mia pelle. Così è nata l’idea -  continua padre Adriano -. Tramite padre Marcello la mia Parrocchia,    allora era “Stella Maris” a Milano Marittima,  ha deciso di far crescere una di queste famiglie, un’adozione fino al superamento dell’emergenza».
La busta intanto era finita tra le mani di due fidanzati Federico e Rosamaria, che scrivono una lettera a don Adriano, ringraziandolo di cuore perché quel denaro lo consideravano un segno del cielo.
Una felicità vera fra meraviglia e gratitudine, nel momento in cui stavano per sposarsi.
Tra mille problemi logistici, Federico e Rosamaria si sposano e il 3 luglio del 2010 e scrivono a padre Adriano una lettera affettuosa.
«Nonostante le difficoltà il Signore ci sostiene saldamente e ci ricolma ogni giorno di ogni benedizione. Una benedizione chiediamo anche a te Fra’ Adriano, perché il Signore ci ha già benedetti: aspettiamo un bambino! L’abbiamo scoperto da poco, con grande gioia e stupore».
Da Pescara, dov’erano sfollati negli alberghi, la nuova famiglia si sposta a Sant’Eusanio Forconese, nel modulo abitativo dei genitori di Federico, cinque persone tutti insieme in poche decine di metri quadrati.
I costi per un appartamento in affitto sono proibitivi: per 40 metri quadrati chiedono anche mille euro al mese.
A distanza di tanti anni i moduli abitativi, sotto le intemperie, hanno infiltrazioni di acqua, i fogli di masonite si staccano e i topi girano dappertutto. Con il Cantanatale del dicembre 2010 tutta la parrocchia dell’Annunziata - Padre Adriano nel frattempo si è trasferito da Milano Marittima a Parma - decide di aiutare questa nuova famiglia a costruire una casa per loro. Una scommessa, un impegno non semplice ma, aggiunge il nuovo parroco che traspare entusiasmo e fiducia, «a Dio non è impossibile un bel niente!».
Intanto, il 17 gennaio del 2011 nasce Benedetta.
«Tramite un altro confratello, contatto una ditta altoatesina che aveva già mandato all’Aquila i suoi prefabbricati per la prima emergenza. E non avevamo un soldo in tasca -   continua padre Adriano - In Val Pusteria trovo anche un addetto al marketing che voleva fare un gesto di beneficenza per aver ricevuto una grazia a Lourdes. Non dico le interminabili difficoltà che abbiamo incontrato, e che ovviamente si son dovute superare, con caparre perse per l’acquisto di terreni che poi si sono rivelati inadatti alla costruzione di una casa permanente. Invece adesso è tutto pronto per la costruzione! La nostra famiglia avrà una casa».
Ci sono voluti tre anni di attesa, ma la ditta di Brunico che fornisce la casa, ha comunicato che il 9 aprile arriverà il primo camion con il materiale ormai da  assemblare sul posto.
Una vera casa di legno con 30 anni di garanzia. Federico e Rosamaria hanno promesso di mettere all’ingresso casa una targa con il Salmo 126: «Se il Signore non costruisce la casa, invano si affaticano i costruttori!» .
«Credo che tutta la parrocchia dell’Annunziata dovrebbe fare festa insieme per questi piccoli grandi miracoli!; e so che i ragazzi stanno trafficando da qualche parte per creare segni di festa domenica 7 (oggi per chi legge, ndr), attorno a questo gesto che, concepito nello slancio emotivo dei primi momenti, si è rivelato poi una faccenda grossa e per molti aspetti imprevedibile. Vorrei condividere questa gioia con tutta la città -  dice padre Adriano -. Ho sentito dire da qualcuno tra i map del villaggetto dove è ancora accasata Benedetta con papà e mamma, che San Francesco gli ha mandato “li fratri”, quelli che giravano per la carità. Io ho risposto, quando mi è capitato di sentirlo, che si chiama Padre Lino quello che girava per le case povere e ricche, e lui pareggiava un pochino i conti tra quelli che ne avevano troppo e chi troppo poco!».
Una favola vera, un miracolo che non sarebbe spiaciuto alla penna di Guareschi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

2commenti

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Camion in fiamme: tangenziale bloccata in direzione Noceto

Parma

Camion in fiamme: tangenziale bloccata in direzione Noceto

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

4commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

21commenti

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

7commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

TV PARMA

Primarie del centrosinistra: i candidati scenderanno a tre? Video

1commento

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

4commenti

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

16commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

5commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Gran Sasso

Il salvataggio a Rigopiano: le foto

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

Calcio

LegaPro: tre partite rinviate per maltempo

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta