11°

Buone Notizie

Dall'Annunciata una casa in dono per i terremotati

Dall'Annunciata una casa in dono per i terremotati
Ricevi gratis le news
0

Guido Conti
Una favola vera, un piccolo miracolo che dona speranza ai terremotati non solo dell’Aquila. E i miracoli non accadono per caso. La notizia arriva a quattro anni di distanza dalla scossa che il 6 aprile del 2009, alle 3,30 di notte, ha distrutto una delle più belle città dell’Abruzzo.
«Tutto è cominciato con una busta di denaro che ho consegnato a un mio confratello, padre Marcello, a Tocco Casauria, per qualcuno dei suoi ragazzi»,  racconta padre Adriano, parroco dell’Annunziata.
«Sono molto legato all’Aquila. Mi ci fermavo ogni tanto mentre mi spostavo da e per Roma, perché mi piaceva quel clima di montagna. La notte del terremoto ha lasciato un segno profondo non solo sulla mia pelle. Così è nata l’idea -  continua padre Adriano -. Tramite padre Marcello la mia Parrocchia,    allora era “Stella Maris” a Milano Marittima,  ha deciso di far crescere una di queste famiglie, un’adozione fino al superamento dell’emergenza».
La busta intanto era finita tra le mani di due fidanzati Federico e Rosamaria, che scrivono una lettera a don Adriano, ringraziandolo di cuore perché quel denaro lo consideravano un segno del cielo.
Una felicità vera fra meraviglia e gratitudine, nel momento in cui stavano per sposarsi.
Tra mille problemi logistici, Federico e Rosamaria si sposano e il 3 luglio del 2010 e scrivono a padre Adriano una lettera affettuosa.
«Nonostante le difficoltà il Signore ci sostiene saldamente e ci ricolma ogni giorno di ogni benedizione. Una benedizione chiediamo anche a te Fra’ Adriano, perché il Signore ci ha già benedetti: aspettiamo un bambino! L’abbiamo scoperto da poco, con grande gioia e stupore».
Da Pescara, dov’erano sfollati negli alberghi, la nuova famiglia si sposta a Sant’Eusanio Forconese, nel modulo abitativo dei genitori di Federico, cinque persone tutti insieme in poche decine di metri quadrati.
I costi per un appartamento in affitto sono proibitivi: per 40 metri quadrati chiedono anche mille euro al mese.
A distanza di tanti anni i moduli abitativi, sotto le intemperie, hanno infiltrazioni di acqua, i fogli di masonite si staccano e i topi girano dappertutto. Con il Cantanatale del dicembre 2010 tutta la parrocchia dell’Annunziata - Padre Adriano nel frattempo si è trasferito da Milano Marittima a Parma - decide di aiutare questa nuova famiglia a costruire una casa per loro. Una scommessa, un impegno non semplice ma, aggiunge il nuovo parroco che traspare entusiasmo e fiducia, «a Dio non è impossibile un bel niente!».
Intanto, il 17 gennaio del 2011 nasce Benedetta.
«Tramite un altro confratello, contatto una ditta altoatesina che aveva già mandato all’Aquila i suoi prefabbricati per la prima emergenza. E non avevamo un soldo in tasca -   continua padre Adriano - In Val Pusteria trovo anche un addetto al marketing che voleva fare un gesto di beneficenza per aver ricevuto una grazia a Lourdes. Non dico le interminabili difficoltà che abbiamo incontrato, e che ovviamente si son dovute superare, con caparre perse per l’acquisto di terreni che poi si sono rivelati inadatti alla costruzione di una casa permanente. Invece adesso è tutto pronto per la costruzione! La nostra famiglia avrà una casa».
Ci sono voluti tre anni di attesa, ma la ditta di Brunico che fornisce la casa, ha comunicato che il 9 aprile arriverà il primo camion con il materiale ormai da  assemblare sul posto.
Una vera casa di legno con 30 anni di garanzia. Federico e Rosamaria hanno promesso di mettere all’ingresso casa una targa con il Salmo 126: «Se il Signore non costruisce la casa, invano si affaticano i costruttori!» .
«Credo che tutta la parrocchia dell’Annunziata dovrebbe fare festa insieme per questi piccoli grandi miracoli!; e so che i ragazzi stanno trafficando da qualche parte per creare segni di festa domenica 7 (oggi per chi legge, ndr), attorno a questo gesto che, concepito nello slancio emotivo dei primi momenti, si è rivelato poi una faccenda grossa e per molti aspetti imprevedibile. Vorrei condividere questa gioia con tutta la città -  dice padre Adriano -. Ho sentito dire da qualcuno tra i map del villaggetto dove è ancora accasata Benedetta con papà e mamma, che San Francesco gli ha mandato “li fratri”, quelli che giravano per la carità. Io ho risposto, quando mi è capitato di sentirlo, che si chiama Padre Lino quello che girava per le case povere e ricche, e lui pareggiava un pochino i conti tra quelli che ne avevano troppo e chi troppo poco!».
Una favola vera, un miracolo che non sarebbe spiaciuto alla penna di Guareschi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi: foto

PARMA

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi Foto

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

tg parma

Fango, acqua, lavoro e tanta amarezza: parlano gli sfollati di Colorno Video

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

ENZA

Si lavora per il ripristino delle sponde di Enza e Parma Video

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

1commento

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

6commenti

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

I torrini del Battistero danneggiati: arrivano le impalcature Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

PARLAMENTO

Approvata la legge sul biotestamento. Le novità punto per punto Video

BOLOGNA

Peculato: condannato l'ex capogruppo Pd in Regione Marco Monari

SPORT

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

RUGBY

Carlo Orlandi (Zebre): "Cerchiamo di migliorare il possesso palla" Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS