-1°

Buone Notizie

I 10 anni di Casa Azzurra

I 10 anni di Casa Azzurra
0

Enrico Gotti
10 anni di storia, per il centro che accoglie, come una seconda famiglia, chi ha avuto un trauma cranico.
Casa Azzurra compie gli anni, ma il futuro è a rischio. «Oggi festeggiamo una storia quasi utopica, bellissima. Non abbiamo però certezze di poter continuare a lungo. Ci sono difficoltà economiche di gestione. Stiamo cercando mille strade per tenere viva questa presenza» - ha detto la presidente Isabella Tagliavini.
Ieri pomeriggio nella sala civica di via Bizzozero, per l’incontro dedicato al decennale del centro, sono intervenuti professionisti e medici. Casa Azzurra è l’unica realtà, in tutta la provincia di Parma, che segue per anni, non solo per i mesi successivi all’incidente, uomini e donne che hanno avuto una lesione cerebrale.
A Corcagnano, nell’edificio sotto la torre dell’acquedotto, sono ospitate una decina di persone, che seguono percorsi educativi, di fisioterapia e logopedia.
Le donazioni sono una parte consistente del bilancio, e negli ultimi tempi, con la crisi, sono calate.
Resta invece intatto il legame con i volontari, che, gratuitamente prestano servizio: «È come se il paese di Corcagnano avesse adottato la Casa Azzurra» - ha detto Isabella Tagliavini, che ha ricordato il lavoro svolto dalle due presidenti che l’hanno preceduta: «Anna Veneri e Giuliana Contini, due madri straordinarie che hanno insistito nel creare questa realtà».
L’obiettivo dell’Associazione trauma onlus-Casa Azzurra è ora di trasformare il centro diurno in una struttura residenziale.
«Vorremmo prenderci cura dei nostri utenti in modo diverso, alla luce dei cambiamenti che ci sono stati in dieci anni - ha detto Michela Cavatorta, coordinatrice della Casa azzurra -. Ce la faremo, abbiamo il dovere verso tutti i pazienti e le loro famiglie». 
Ieri pomeriggio, la sala civica Bizzozero è stata tappezzata dalle foto dei ragazzi e della ragazze del centro, con i viaggi, i laboratori, le esperienze di questi anni.
L’incontro è stato aperto da Paolo Fogar, presidente della Federazione nazionale associazioni trauma cranico. «Il primo coordinamento nazionale è nato a Parma, nel 1998, dal notaio Borri» - ha detto Fogar. Franco Servadei, direttore della struttura di Neurochirurgia del dipartimento Emergenza-urgenza dell’azienda Usl ha invece posto l’attenzione sul futuro della cura: «Il trauma cranico è la maggiore causa di morte dai 5 ai 44 anni. Ma in Italia, l’85% della ricerca scientifica è su cardiologia e oncologia. Tutto il resto rappresenta il 15%. Il trauma cranico lo 0,3%».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Patti Smith - A Hard Rain's Gonna Fall - Bob Dylan Nobelprize in literature 10 dec 2016

emozione

La Smith al Nobel (per Dylan) si ferma e riprende a cantare Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

lega pro

Parma-Teramo 0-1 Diretta

Calcio

Reggiana-Parma: c'è chi non si è fatto sfuggire il biglietto...

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Gazzareporter

Nebbia, le foto di un lettore: "Benvenuti a Eia"

inserto

L'Oroscopo 2017 domani con la Gazzetta di Parma

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Parma

“La Bassa di Zavattini” e la sfida degli anolini: le foto di "Mangia come scrivi"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quel che manca per fare un governo

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

governo

Gentiloni ha accettato l'incarico: è lui il presidente del Consiglio designato

fisco

Imu e Tasi: entro venerdì il saldo Come si calcola

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Sport USA

Anche Gallinari nella notte magica dei big

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti