17°

Buone Notizie

Il ricovero fa meno paura se puoi continuare a giocare

Il ricovero fa meno paura se puoi continuare a giocare
0

COMUNICATO

Ambienti colorati, ordinati e pieni di giochi e libri; a disposizione anche il televisore e il computer, perché ogni bambino e adolescente possa continuare a trascorrere il tempo libero come fosse nel salotto di casa, nonostante il ricovero in ospedale.

Si presenta così la nuova sala giochi dell’area di Degenza comune dell’Ospedale dei Bambini “Pietro Barilla” di Parma, donata alla struttura dalle associazioni Giocamico e Noi per Loro. Da molti anni attive nei reparti pediatrici dell’ospedale Maggiore, queste organizzazioni di volontariato operano, con grande sensibilità e in accordo con il personale medico e infermieristico, affinché l’arrivo in ospedale, il tempo del ricovero e la fase di dimissione siano vissute con la maggiore serenità possibile dal bambino e dalla sua famiglia.

La nuova sala giochi è collocata al terzo piano dell’ospedale, in cui ha sede il reparto di degenza; ha due grandi pareti vetrate, una rivolta all’esterno e una al cavedio interno, dalle quali riceve luce naturale. In bella vista, nelle scaffalature sulla parete sinistra e al centro, vi sono giochi sonori e letture per la prima infanzia (anche per bambini non vedenti); negli armadietti invece tanti giochi per tutti i gusti. Nella parete di destra, dedicata ai bambini più grandi e agli adolescenti, sono collocati libri di narrativa, manuali scientifici e romanzi, giochi di società, un televisore e uno schermo per giocare con le più diffuse console per videogiochi.

Armonicamente inserita nel contesto del nuovo ospedale, la sala giochi replica, potenziata, la “dotazione” di ogni stanza di degenza dell’Ospedale dei Bambini “Pietro Barilla”, pensata per accogliere il piccolo paziente e la sua famiglia: colori vivaci, arredi per le attività di gioco e studio, televisore, videogiochi e pareti attrezzate.

La grande stanza per l’attività ludica è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30, quando sono presenti i volontari di Giocamico che affiancano ogni bambino. Vi si accede con un pass rilasciato dalla coordinatrice del reparto.
Spesso i bambini trascorrono nella sala giochi gli attimi prima del ricovero in stanza, oppure il tempo che precede un intervento chirurgico. Così l’attesa per loro - e per i familiari – diventa più breve e per un po’ si attenua la preoccupazione.

 


L’associazione Giocamico onlus ha la finalità principale di offrire, attraverso l’impiego di volontari, attività espressive, ludiche e relazionali ai bambini e ragazzi che si trovano, anche solo per un giorno, nelle strutture dell’Ospedale dei Bambini di Parma. Può contare su oltre 200 volontari, che principalmente attraverso il gioco aiutano i piccoli pazienti ad affrontare con maggior facilità il possibile dolore e la paura per gli esami da sostenere in ospedale.

Noi per Loro onlus promuove e sostiene iniziative ludiche e di socializzazione, dentro e fuori l’ospedale; offre inoltre sostegno economico e logistico alle famiglie in difficoltà. Il modello di riferimento è l’assistenza “globale” ai soggetti in età evolutiva colpiti da gravi patologie, con particolare, ma non esclusivo, riferimento a quelle che coinvolgono il sistema ematopoietico e tumorali. L’associazione sostiene la ricerca scientifica e l’attività dei reparti. 

 

 
 

Il servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105: è morto Leone Di Lernia - VIDEO

1commento

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

L'INDISCRETO

Le nipotine d'arte...

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Un altro incidente in A1: auto contro il jersey, grave una giovane

autostrada

Un altro incidente in A1: auto contro il jersey, grave una giovane

lega pro

Parma incerottato, è emergenza: 4-4-2 o 4-2-3-1? Video

La lunga lista degli infortunati e i tempi di recupero. Due note positive: rientra Baraye e la verve realizzativa di Calaiò

Consiglio comunale

Pizzarotti: "Tep: il Cda non ha seguito le indicazioni del Comune" Diretta

parma

Evade dai domiciliari: arrestato

1commento

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

1commento

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

7commenti

soragna

Camion si ribalta a Diolo: ferito il conducente Video

tradizione

Cella di Noceto, troppo vento: falò di carnevale rinviato a domani

Prezzi

Inflazione a febbraio sale all'1,5%, al top da 4 anni

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

5commenti

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

17commenti

LAVORO

Venti nuovi annunci per chi cerca un posto

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

4commenti

PIACENZA

Investe un cinghiale e finisce contro un muro: muore 75enne

SOCIETA'

la foto

Raro: arco circumzenitale nei cieli della Bassa

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia