-3°

Buone Notizie

Norberto De Angelis è partito per la traversata della Tanzania in handbike

Norberto De Angelis è partito per la traversata della Tanzania in handbike
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Ovunque si arrivi c’è sempre una grande folla gioiosa, entusiasta al passaggio di Norberto in handbike e curiosa di capire il motivo di una sfida del genere, mai avvenuta prima, attraverso la Tanzania, per 750 km.
La disabilità da queste parti è un tabù, frutto del malocchio, un fardello per chi la vive e per la famiglia.
Norberto vuole dimostrare che si può e si deve reagire, si può e si deve dire no al pregiudizio e all’ignoranza. Per questo è in Tanzania, per la seconda volta, dopo 20 anni, quando era partito volontario con Cefa Onlus per un progetto di cooperazione. “Era la mia prima vita”, dice lui stesso. Ora invece, nella sua seconda esistenza, è qui per sostenere il progetto "Less is more" sempre creato da Cefa, che rischia, per mancanza di fondi, di sospendere le attività di formazione e l’inserimento lavorativo di molti disabili, persone che in Africa, più che altrove, hanno bisogno di credere in loro stesse e di capire che, se si vuole, tutto è possibile.
La squadra organizzativa al completo è arrivata qualche giorno fa a Dar Es Salaam, da subito in fermento per quest’iniziativa: tutti i media tanzaniani erano presenti alla conferenza stampa, lo scorso giovedì 17 ottobre, all’Ambasciata Italiana, che si è prodigata per il suo successo.
È da circa un anno che dall’Italia quest’impresa è stata organizzata nei minimi dettagli. Poi l’Africa trasforma tutto: da progettazione, logistica, itinerario, ora è incontro, volti, luoghi e storie. Come quella di Andrew, il ragazzo sordo che ha frequentato i corsi organizzati dal progetto "Less is more" ed è appena stato promosso chef. O come quella di David e Barack sempre in giro col loro bajaj (ape-car) e la carrozzina per ottenere diritti per i disabili e l’abbattimento delle barriere architettoniche. “In questi giorni, visitando il progetto – che coinvolge anche le madri di bambini disabili in attività di artigianato, generatrici di reddito – sto prendendo lezioni di vita”, ha detto commosso il recordman.

La partenza della traversata è avvenuta da Matembwe, dove la comunità locale e la diocesi gestiscono un mangimificio, un allevamento di polli e una piccola centrale idroelettrica, realizzate sempre da Cefa, tutte attività che danno lavoro e reddito alla comunità locale, oltre che dotare ogni casa di elettricità.
Dopo parecchie ore su strada sterrata e spesso sconnessa, e tanto sudore, Norberto ha raggiunto la prima tappa, Njombe, dove Cefa ha creato una latteria sociale che fornisce latte di qualità alle scuole locali e formaggi ai ristoranti e alberghi di Dar Es Salaam e Zanzibar, dando un mercato alla produzione di latte e garantendo agli allevatori locali prezzi stabili ed equi. E sempre a Njombe, Norberto ha avuto la visita più intensa: ha incontrato 105 bambini non udenti della scuola primaria e secondaria fondata dalla Chiesa luterana. “Con coraggio e determinazione, e con il vostro talento, voi potete diventare una risorsa per la vostra comunità”, ha spiegato emozionato Norberto raccontando la sua storia. “Io ce l’ho fatta attraverso lo sport e credendo in me stesso”. Tutta la conversazione è stata tradotta, nella lingua dei segni in kiswahili, e molti ragazzi, incuriositi, gli hanno rivolto domande. Uno di loro lo ha ringraziato in modo entusiastico, per avergli dimostrato che anche un bimbo sordo può vivere come gli altri se seguito e stimolato. E Norberto è ancora più determinato nel raggiungere il traguardo, proprio per dare voce a questi ragazzi, ai loro bisogni e anche ai loro sogni.

Quest’impresa è appoggiata con forza dal Cip (Comitato Paraolimpico Italiano), che l’ha definita “un ponte di solidarietà che tutti devono sposare e promuovere”. Chi l’ha sposata in pieno sono John e Francesca, che da Bologna sono partiti con il loro tandem per stare accanto a Norberto lungo tutto il tragitto, oltre a un’altra volontaria, Sara, anche lei in bici. E non mancano neppure tre automobili di supporto e un camion. 
Tutti lì a sostenere Norberto per non far mai dimenticare il motivo di quest’avventura unica: essere solidali con chi è più debole e dire a tutte le persone disabili, si può fare!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

2commenti

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

milano

Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese. Il convivente confessa l'omicidio

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5