-4°

Buone Notizie

Norberto De Angelis è partito per la traversata della Tanzania in handbike

Norberto De Angelis è partito per la traversata della Tanzania in handbike
0

Comunicato stampa

Ovunque si arrivi c’è sempre una grande folla gioiosa, entusiasta al passaggio di Norberto in handbike e curiosa di capire il motivo di una sfida del genere, mai avvenuta prima, attraverso la Tanzania, per 750 km.
La disabilità da queste parti è un tabù, frutto del malocchio, un fardello per chi la vive e per la famiglia.
Norberto vuole dimostrare che si può e si deve reagire, si può e si deve dire no al pregiudizio e all’ignoranza. Per questo è in Tanzania, per la seconda volta, dopo 20 anni, quando era partito volontario con Cefa Onlus per un progetto di cooperazione. “Era la mia prima vita”, dice lui stesso. Ora invece, nella sua seconda esistenza, è qui per sostenere il progetto "Less is more" sempre creato da Cefa, che rischia, per mancanza di fondi, di sospendere le attività di formazione e l’inserimento lavorativo di molti disabili, persone che in Africa, più che altrove, hanno bisogno di credere in loro stesse e di capire che, se si vuole, tutto è possibile.
La squadra organizzativa al completo è arrivata qualche giorno fa a Dar Es Salaam, da subito in fermento per quest’iniziativa: tutti i media tanzaniani erano presenti alla conferenza stampa, lo scorso giovedì 17 ottobre, all’Ambasciata Italiana, che si è prodigata per il suo successo.
È da circa un anno che dall’Italia quest’impresa è stata organizzata nei minimi dettagli. Poi l’Africa trasforma tutto: da progettazione, logistica, itinerario, ora è incontro, volti, luoghi e storie. Come quella di Andrew, il ragazzo sordo che ha frequentato i corsi organizzati dal progetto "Less is more" ed è appena stato promosso chef. O come quella di David e Barack sempre in giro col loro bajaj (ape-car) e la carrozzina per ottenere diritti per i disabili e l’abbattimento delle barriere architettoniche. “In questi giorni, visitando il progetto – che coinvolge anche le madri di bambini disabili in attività di artigianato, generatrici di reddito – sto prendendo lezioni di vita”, ha detto commosso il recordman.

La partenza della traversata è avvenuta da Matembwe, dove la comunità locale e la diocesi gestiscono un mangimificio, un allevamento di polli e una piccola centrale idroelettrica, realizzate sempre da Cefa, tutte attività che danno lavoro e reddito alla comunità locale, oltre che dotare ogni casa di elettricità.
Dopo parecchie ore su strada sterrata e spesso sconnessa, e tanto sudore, Norberto ha raggiunto la prima tappa, Njombe, dove Cefa ha creato una latteria sociale che fornisce latte di qualità alle scuole locali e formaggi ai ristoranti e alberghi di Dar Es Salaam e Zanzibar, dando un mercato alla produzione di latte e garantendo agli allevatori locali prezzi stabili ed equi. E sempre a Njombe, Norberto ha avuto la visita più intensa: ha incontrato 105 bambini non udenti della scuola primaria e secondaria fondata dalla Chiesa luterana. “Con coraggio e determinazione, e con il vostro talento, voi potete diventare una risorsa per la vostra comunità”, ha spiegato emozionato Norberto raccontando la sua storia. “Io ce l’ho fatta attraverso lo sport e credendo in me stesso”. Tutta la conversazione è stata tradotta, nella lingua dei segni in kiswahili, e molti ragazzi, incuriositi, gli hanno rivolto domande. Uno di loro lo ha ringraziato in modo entusiastico, per avergli dimostrato che anche un bimbo sordo può vivere come gli altri se seguito e stimolato. E Norberto è ancora più determinato nel raggiungere il traguardo, proprio per dare voce a questi ragazzi, ai loro bisogni e anche ai loro sogni.

Quest’impresa è appoggiata con forza dal Cip (Comitato Paraolimpico Italiano), che l’ha definita “un ponte di solidarietà che tutti devono sposare e promuovere”. Chi l’ha sposata in pieno sono John e Francesca, che da Bologna sono partiti con il loro tandem per stare accanto a Norberto lungo tutto il tragitto, oltre a un’altra volontaria, Sara, anche lei in bici. E non mancano neppure tre automobili di supporto e un camion. 
Tutti lì a sostenere Norberto per non far mai dimenticare il motivo di quest’avventura unica: essere solidali con chi è più debole e dire a tutte le persone disabili, si può fare!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta