21°

Buone Notizie

Norberto De Angelis è partito per la traversata della Tanzania in handbike

Norberto De Angelis è partito per la traversata della Tanzania in handbike
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Ovunque si arrivi c’è sempre una grande folla gioiosa, entusiasta al passaggio di Norberto in handbike e curiosa di capire il motivo di una sfida del genere, mai avvenuta prima, attraverso la Tanzania, per 750 km.
La disabilità da queste parti è un tabù, frutto del malocchio, un fardello per chi la vive e per la famiglia.
Norberto vuole dimostrare che si può e si deve reagire, si può e si deve dire no al pregiudizio e all’ignoranza. Per questo è in Tanzania, per la seconda volta, dopo 20 anni, quando era partito volontario con Cefa Onlus per un progetto di cooperazione. “Era la mia prima vita”, dice lui stesso. Ora invece, nella sua seconda esistenza, è qui per sostenere il progetto "Less is more" sempre creato da Cefa, che rischia, per mancanza di fondi, di sospendere le attività di formazione e l’inserimento lavorativo di molti disabili, persone che in Africa, più che altrove, hanno bisogno di credere in loro stesse e di capire che, se si vuole, tutto è possibile.
La squadra organizzativa al completo è arrivata qualche giorno fa a Dar Es Salaam, da subito in fermento per quest’iniziativa: tutti i media tanzaniani erano presenti alla conferenza stampa, lo scorso giovedì 17 ottobre, all’Ambasciata Italiana, che si è prodigata per il suo successo.
È da circa un anno che dall’Italia quest’impresa è stata organizzata nei minimi dettagli. Poi l’Africa trasforma tutto: da progettazione, logistica, itinerario, ora è incontro, volti, luoghi e storie. Come quella di Andrew, il ragazzo sordo che ha frequentato i corsi organizzati dal progetto "Less is more" ed è appena stato promosso chef. O come quella di David e Barack sempre in giro col loro bajaj (ape-car) e la carrozzina per ottenere diritti per i disabili e l’abbattimento delle barriere architettoniche. “In questi giorni, visitando il progetto – che coinvolge anche le madri di bambini disabili in attività di artigianato, generatrici di reddito – sto prendendo lezioni di vita”, ha detto commosso il recordman.

La partenza della traversata è avvenuta da Matembwe, dove la comunità locale e la diocesi gestiscono un mangimificio, un allevamento di polli e una piccola centrale idroelettrica, realizzate sempre da Cefa, tutte attività che danno lavoro e reddito alla comunità locale, oltre che dotare ogni casa di elettricità.
Dopo parecchie ore su strada sterrata e spesso sconnessa, e tanto sudore, Norberto ha raggiunto la prima tappa, Njombe, dove Cefa ha creato una latteria sociale che fornisce latte di qualità alle scuole locali e formaggi ai ristoranti e alberghi di Dar Es Salaam e Zanzibar, dando un mercato alla produzione di latte e garantendo agli allevatori locali prezzi stabili ed equi. E sempre a Njombe, Norberto ha avuto la visita più intensa: ha incontrato 105 bambini non udenti della scuola primaria e secondaria fondata dalla Chiesa luterana. “Con coraggio e determinazione, e con il vostro talento, voi potete diventare una risorsa per la vostra comunità”, ha spiegato emozionato Norberto raccontando la sua storia. “Io ce l’ho fatta attraverso lo sport e credendo in me stesso”. Tutta la conversazione è stata tradotta, nella lingua dei segni in kiswahili, e molti ragazzi, incuriositi, gli hanno rivolto domande. Uno di loro lo ha ringraziato in modo entusiastico, per avergli dimostrato che anche un bimbo sordo può vivere come gli altri se seguito e stimolato. E Norberto è ancora più determinato nel raggiungere il traguardo, proprio per dare voce a questi ragazzi, ai loro bisogni e anche ai loro sogni.

Quest’impresa è appoggiata con forza dal Cip (Comitato Paraolimpico Italiano), che l’ha definita “un ponte di solidarietà che tutti devono sposare e promuovere”. Chi l’ha sposata in pieno sono John e Francesca, che da Bologna sono partiti con il loro tandem per stare accanto a Norberto lungo tutto il tragitto, oltre a un’altra volontaria, Sara, anche lei in bici. E non mancano neppure tre automobili di supporto e un camion. 
Tutti lì a sostenere Norberto per non far mai dimenticare il motivo di quest’avventura unica: essere solidali con chi è più debole e dire a tutte le persone disabili, si può fare!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

1commento

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

1commento

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

salute

Un'équipe dell'Università di Parma studia la chirurgia mini-invasiva contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

Traffico

Nebbia a Parma: ancora disagi per chi viaggia

Code fra Reggio e Modena per traffico intenso

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Sparatorie con tre vittime in Maryland e Delaware: arrestato un 37enne

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

SPORT

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

3commenti

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»