PROGETTO EDUC

«Io lo so che non sono solo»: l'inno all'amicizia di 270 ragazzi

Balli, canti e performance all'insegna del valore della tolleranza

Progetto Educ nella palestra dell'istituto Bodoni, spettacolo dell'istituto comprensivo Micheli

Progetto Educ nella palestra dell'istituto Bodoni, spettacolo dell'istituto comprensivo Micheli

0

 

Federica De Masi

«L'educazione è l’arma più potente che si può usare per cambiare il mondo». Con le parole di Nelson Mandela, pronunciate in sua memoria, si è aperto, nei giorni scorsi, lo spettacolo contro la discriminazione «Io lo so che non sono solo», esito finale del progetto Educ, promosso e finanziato dalla Regione e dalla Provincia di Parma.
Sul campo della palestra del Bodoni, circa 270 tra bambini e ragazzi, appartenenti alle 7 classi delle scuole primarie Adorni, Micheli, San Leonardo e alle 8 classi della scuola secondaria Vicini, si sono esibiti in canti e balli etnici, indossando abiti della tradizione, lanciando un chiaro messaggio: imparare dall’altro è fonte di arricchimento. Alla base dell’iniziativa vi è l’idea di appartenere ad una comunità in cui nessuno è solo, dove il pregiudizio è superato dalla conoscenza della cultura straniera di chi proviene da un altro luogo geografico. Il filo conduttore del progetto, come spiega l’insegnante Mara Montagna, responsabile dell’iniziativa didattica insieme alla docente Angela Allodi, è stata la tutela dei diritti fondamentali: alcune classi hanno approfondito il tema del diritto al cibo e all’acqua, prestando un occhio di riguardo ad argomenti attualissimi quali la raccolta differenziata e le economie sostenibili, mentre altre si sono dedicate alla conoscenza di un paese specifico studiandone la tradizione culturale.
Sono stati 30 i docenti che hanno condotto i ragazzi in questa avventura educativa nell’arco di due mesi circa, sostenuti dall’importante apporto degli enti e delle associazioni del territorio che hanno collaborato in modo volontario: Iren, Arpa, Forum Solidarietà, Kwa Dunìa, Mappamondo e Kuminda. Un percorso in cui lo scambio culturale è stata la base per avvicinarsi, non in modo unilaterale: alcune classi, infatti, hanno approfondito aspetti della tradizione italiana, in direzione di uno scambio reciproco. Ha presenziato allo spettacolo il preside dell’istituto Micheli, Massimo Parmigiani, che ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione dello spettacolo e ha aggiunto: «Aprirsi al mondo e al proprio territorio è fondamentale soprattutto a scuola, perché è qui che viene assolta la funzione di centro di aggregazione del proprio quartiere. Questa è stata un’occasione per incontrarsi tutti e aprirsi alla città». A suggellare la riuscita dell’evento sono giunte le parole della rappresentante della Regione Emilia Romagna Mirella Orlandi che si è dichiarata entusiasta per il lavoro svolto da docenti, ragazzi e volontari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

4commenti

Terremoto

Nuova scossa in Appennino: magnitudo 2.2

Epicentro vicino a Solignano e Terenzo

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

Unità di crisi

Legionella: la causa del contagio forse individuata entro fine dicembre

A gennaio la relazione finale sull'epidemia. Nuovi controlli sui malati

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

Matricole

Università, aumentano gli iscritti a Parma: +12,7% Video

ANALISI

Le incognite del Pd parmigiano: referendum e resa dei conti

8commenti

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

4commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

34commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

Premio Marzotto

Premiata la startup parmigiana Wrap

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

9commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

1commento

ITALIA/MONDO

CAGLIARI

Furti, scippi, violenza sessuale: arrestati 10 migranti sbarcati in Sardegna

1commento

catania

Fine turno, e vanno a casa senza fare il cesareo: gravi danni al bambino

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Formula 1

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

Sos amici animali

Di chi è questo gattino?

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto