12°

22°

Solidarietà

"Parma per gli altri" torna in Etiopia per aiutare le mamme

In missione anche Barbara Ferretti, Nicoletta Piazza e Marella Zatelli, raccolta fondi per acquistare il sale. Paola Salvini: "Ampliato il progetto sanitario con lo screening alla mammella"

"Parma per gli altri" torna in Etiopia per aiutare le mamme

Le volontarie nel poliambulatorio in Etiopia

0

Sono tornate e più determinate che mai: l'obiettivo ora è raccogliere i fondi per comprare il sale iodato, indispensabile nell'alimentazione delle future mamme. Una mission che si aggiunge a un progetto sanitario e sociale che guarda su più fronti.
Donne che aiutano donne, in una terra lontana, dove nulla è dato per scontato e quando qualcosa arriva è manna dal cielo. Sono le donne di «Parma per gli altri» che ancora una volta, così come accade da 25 anni, hanno raggiunto la terra africana per assistere chi in Etiopia ha un doppio ruolo: quello di madre e di forza lavoro. Come Anaya, chiamiamola così, che dopo ore di cammino è arrivata al poliambulatorio di Shelallà per una grossa ciste nel collo, che non le permetteva di respirare bene. Le donne di «Parma per gli altri» l'hanno operata e il suo collo da sformato è tornato normale: ora Anaya respira bene e suo marito ha creduto in un miracolo. In sette giorni nel poliambulatorio di miracoli ne sono capitati tanti, grazie alla radiologa Nicoletta Piazza, all'igienista Marella Zatelli, a Barbara Ferretti e alla ginecologa Paola Salvini, rispettivamente consigliera e vice presidente di Parma per gli altri.
«Un altro viaggio per allargare le attività nella comunità di Shelallà: prima di tutto in supporto allo sviluppo del lavoro per le donne e del progetto miele. Un progetto agroalimentare - spiega Paola Salvini - realizzato con altre associazioni al fine di promuovere l'apicultura. E il nostro è un supporto tecnico per una produzione più moderna e di qualità, nonchè per un reddito maggiore: un lavoro per le donne che non ostacola il loro ruolo di mogli e madri. In secondo luogo, Parma per gli altri sostiene ben 5 distretti scolastici ciascuno frequentato da 1.200 ragazzi. Ci occupiamo della ristrutturazione, sempre in collaborazione con la popolazione locale, della pavimentazione che è necessaria per la prevenzione di malattie, delle finestre e dei banchi. Investimenti che devono essere mantenuti». Senza dimenticare la salute, grazie anche al patrocinio dell'Azienda Usl di Parma. L'anno scorso è stato avviato un progetto per curare le malattie degli occhi, quest'anno l'intervento si è focalizzato sulle problematiche materno-infantili: «Il tema della salute è stato ampliato, con uno screening per le patologie maligne e benigne dell'apparato genitale femminile in vista di ulteriori accertamenti in strutture ospedaliere vicine. Abbiamo acquistato una sonda ecografica lineare per la mammella - continua la Salvini -. Chiaramente, prima di partire abbiamo dato precise indicazioni alle suore della Provvidenza che gestiscono il poliambulatorio per reclutare le possibili pazienti. E sono state centinaia le donne che si sono presentate al nostro arrivo, grazie anche alla collaborazione del personale in loco e del medico Houdinè, che ha fatto proprio uno stage nella nostra città». «In una settimana - sottolinea la Piazza - abbiamo fatto 160 ecografie e abbiamo insegnato al medico come utilizzare in modo autonomo l'ecografo. Un esame fondamentale per proseguire con gli accertamenti nell'ospedale di riferimento di Osanna, che dista 18 chilometri». Un salto significativo nell'assistenza sanitaria in Etiopia dal punto di vista specialistico. Ecco perchè «l'accoglienza di Parma per gli altri - ricorda con il sorriso la Salvini - è sempre grandissima. Il poliambulatorio è diventato un punto di riferimento per migliaia di persone e progressivamente cercheremo di allargare gli interventi ad altri professionisti. Un poliambulatorio che ha raggiunto un livello molto alto per l'organizzazione e per le competenze, a partire dalle vaccinazioni dei bambini».
«Quello che mi ha colpito è il senso di gratitudine nei nostri confronti - confessa la Piazza -. E quello che doveva essere un viaggio esplorativo è diventato di super lavoro: un'esperienza che regala davvero tanto». «Sì - prosegue la Zatelli - è stata una esperienza stimolante e positiva, anche perchè ti trovi a dover tirare fuori competenze che magari non utilizzavi da tempo e che pensavi di aver dimenticato. E il ritorno personale è importante: è più quello che si riceve di quello che si dà, cercando di collaborare, capire senza voler insegnare nulla». E' come se le donne di «Parma per gli altri» fossero ancora là. Mica hanno smesso di lavorare per Shelallà: ora c'è il sale iodato da raccogliere. «Vorremmo fornire tutte le gravide che arrivano nel poliambulatorio del nostro sale - conclude la Salvini - e a questo scopo abbiamo promosso una raccolta fondi sul conto corrente Parma per gli altri Cari Parma iban: IT 71 F 0623012700 000019189309, causale progetto sale iodato. In Etiopia il sale è costoso e un'alimentazione priva di iodio crea il rischio di un deficit intellettivo nel nascituro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Scippo, anziana ferita in via Palestro

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

carabinieri

Il Nucleo Antifrode sequestra 126 kg di latte liofilizzato per l'infanzia

sos animali

Bocconi sospetti ritrovati al Montanara: parco chiuso  Foto

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

1commento

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

politica

Bilancio di fine mandato, Pizzarotti: "Così è cambiata Parma" Video

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

risposta a un tifoso

Lucarelli su Fb: «Non volevo andare sotto la curva per decenza»

1commento

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

parma in crisi

Ko (anche) con il Sudtirol: squadra in ritiro a Collecchio Video

25 Aprile

Parma celebra la Liberazione. Pizzarotti ricorda il partigiano Annibale Foto Video 

Il 25 aprile festeggiato a Fidenza (Guarda le foto)

1commento

gaffe e polemiche

La "Pilotta dei lettori": da parcheggio (involontario) a campo da calcio

8commenti

GIALLO

Trovato un cadavere in Po: si pensa che sia Bebe Brown, scomparsa a Pasqua a Boretto

La testimonianza: "Sua sorella l'aveva chiamata qui per darle un futuro migliore..."

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

INCIDENTI

Scontro tra mezzi ferroviari: due operai morti sulla Bolzano-Brennero Foto

SICILIA

71enne ammazzata in casa: arrestato il vicino

SOCIETA'

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

1commento

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

1commento

calcio e veleni

Lite Spalletti-Panucci sulla sostituzione di Dzeko Video

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport