Medici parmigiani in missione

Bangladesh: la nuova «tigre» ha le zanne ma non il bisturi

«L'economia del Paese è cresciuta ma i poveri sono tantissimi e senza cure»

Bangladesh: la nuova «tigre» ha le zanne ma non il bisturi

Del Rossi con il suo gruppo a Khulna

Ricevi gratis le news
0

Se ne parla quando un traghetto sovraccarico di gente fa naufragio o quando un monsone più violento degli altri lo devasta come uno tsunami. Che venga da qui il 70 per cento delle camicie vendute nel mondo, è poco più che un dettaglio: il Bangladesh resta uno dei paesi nei quali è più difficile nascere con la camicia. Poveri erano i bengladesi nel 1991 e poveri restano.
«Il cellulare ormai ce l'hanno tutti, ma non significa nulla, così come la Nutella sugli scaffali: non sono in molti a potersela permettere. Questa nazione è ora annoverata tra le tigri asiatiche - spiega Carmine Del Rossi, che 23 anni e 2.460 interventi fa organizzò qui la sua prima missione -. Dacca è diventata invivibile per il traffico: il sole non lo si vede mai, oscurato dalla perenne cappa di smog. Effetti collaterali dei soldi che girano». Per restare nelle tasche di pochi.

Le cure per i privilegiati
Sarà pure una tigre, il Paese delle tigri del Bengala. Peccato però che a ruggire sia un'esigua minoranza della sua popolazione. «Ho la sensazione che per le persone delle quali ci occupiamo non sia cambiato gran che in tutto questo tempo» commenta il direttore di Chirurgia pediatrica del Maggiore. I più continuano a stentare la vita: le paghe sono così striminzite che negli ultimi anni perfino i cinesi hanno delocalizzato da queste parti. «I soldi girano tra il 5-10 per cento della popolazione». Solo questi bengladesi possono concedersi le cure di altissima qualità nelle cliniche sorte in questi anni nella capitale. E una ristretta minoranza può affrontare il costo di operazioni complicate per rimediare a malformazioni congenite qui piuttosto diffuse. Ma nemmeno il conto salato dà garanzie sull'esito. Come per le atresie vaginali (le malformazioni che consistono nell'assenza anche totale della vagina).

Interventi d'eccezione
In Bangladesh solo Del Rossi è in grado di compiere i complessi interventi di ricostruzione, che in media durano dalle tre alle quattro ore e comportano un paio di settimane di ricovero. Il direttore di Chirurgia pediatrica del Maggiore ha effettuato 62 operazioni di questo tipo, da quando ha cominciato a venire in missione nel Paese dei fiumi sacri: e il suo è uno dei numeri più alti al mondo. Quest'anno è intervenuto su sette ragazze afflitte da atresia vaginale: due di loro s'erano già affidate ai bisturi delle cliniche private. Per poi essere costrette a chiedere aiuto agli specialisti italiani («Operare per», con gli anni, ha sempre più allargato i propri confini, pur mantenendo essenzialmente un marchio parmigiano). «Sono gli stessi medici locali a indirizzare a noi i casi più gravi: dal punto di vista professionale, oltre che umano, le soddisfazioni sono notevoli». Così, nelle corsie della solidarietà del Santa Maria Sick Assistance, dove nessun compenso è richiesto ai pazienti, sono state ricoverate anche figlie di famiglie benestanti. «Sono rimasto impressionato - racconta il direttore di Chirurgia pediatrica - dalla spontanea generosità di queste persone, che avendo le possibilità lasciavano offerte per l'ospedale, dicendo: “Questi soldi sono per i poveri che aiutate”». Pazienti poveri sempre numerosi, come si è detto: quest'anno sono stati 165 gli interventi effettuati dalle due missioni a Khulna, la prima, guidata dal chirurgo Emilio Casolari e l'altra da Del Rossi. Una terza missione, con a capo il chirurgo Giovanni Casadio, ha operato a Meimensyngh, in un ospedale a 120 chilometri a nord di Dacca, portando a termine 50 interventi.

La vita ritrovata
«Tra le operazioni - prosegue Del Rossi - 40 hanno riguardato estrofie vescicali, che provocano l'incontinenza urinaria. Passo dopo passo, anno dopo anno, si può arrivare alla continenza tramite una cateterizzazione intermittente». Ai pazienti viene restituita qualcosa di più della semplice speranza. Come racconta la storia di Shadu. «La prima volta, lo abbiamo operato nel 2007, l'ultima tre anni fa - racconta il chirurgo -. L'anno dopo si è sposato, l'anno dopo ancora è venuto a salutarci con la moglie incinta e ora ci ha mostrato il bimbo di sette mesi». Uno dei pochi casi al mondo di paziente affetto da estrofia che potrà sentirsi chiamare papà. Grazie a fratelli di bisturi venuti da lontano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Dopo l'alluvione

Argini dell'Enza: lavori per 330mila euro tra Sorbolo e Coenzo

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"