-5°

stranieri

I profughi: «Grazie, Parma»

I profughi: «Grazie, Parma»
1

«Vogliamo ripagare l’altruismo dei parmigiani ripulendo un parco cittadino, o svolgendo altre attività di volontariato». A parlare sono i ventidue profughi ospitati in un dormitorio del Comune e «adottati» dalla comunità San Cristoforo di don Umberto Cocconi, cappellano dell’Università, tramite la comunità Lodesana di Fidenza.
A Parma da circa un mese, queste persone arrivano dal Mali, dal Gambia, dal Ghana, dal Senegal e dalla Guinea. Molti sono fuggiti dalle loro terre, martoriate da conflitti e carestie, impiegando anche anni prima di raggiungere il nostro Paese. Dopo aver sofferto soprusi e maltrattamenti, una volta giunti in Italia per la prima volta hanno ricevuto un’ottima accoglienza che ora vogliono ripagare. «L’Italia è l’unico Paese che ci ha trattato come essere umani - spiega Lamin -. Qui a Parma abbiamo ricevuto cibo, un luogo in cui dormire e un’accoglienza calorosa. In tanti ci stanno aiutando e, non avendo soldi per sdebitarci, vogliamo ringraziare le persone mettendoci a servizio della città».
I ventidue giovani africani desiderano offrire volontariamente la propria opera «per ripulire le zone sporche della città e rendere ancora più belli questi luoghi ospitali». Ovviamente il sogno di queste persone è quello di lavorare e integrarsi nel nostro Paese. «Ci piacerebbe svolgere i lavori che gli italiani non svolgono più - proseguono -: sarebbe bello recuperare delle terre abbandonate come quelle delle montagne».
Don Cocconi invita la città a domandarsi in che modo possa aiutare queste persone «che desiderano mettersi a nostra disposizione per dar vita ad attività di volontariato e sottolineare così che non vogliono approfittare della nostra bontà, ma aiutarci a migliorare il nostro Paese». Importante, inoltre, tutelare i diritti di questi profughi. «Queste persone - prosegue il sacerdote - vanno aiutate anche nella fase successiva a quella di emergenza facendo in modo che diventino completamente autonomi e integrati nella nostra società». I ventidue profughi in questo periodo sono seguiti da alcuni volontari, e in particolare da Luca Campana. «Poco dopo il loro arrivo - racconta - hanno telefonato a casa, per tranquillizzare i propri parenti. Alcuni hanno alle spalle viaggi durati anche un paio di anni, e non sentivano i familiari da mesi. E’ stato un bel momento, al pari della loro visita alla moschea, per ringraziare Dio di essere arrivati qui sani e salvi. Non si tratta di estremisti, ma di persone che desiderano dare un nuovo volto all’immigrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fabio

    02 Settembre @ 15.25

    Che tristezza! .....appena la Gazzetta posta un'articolo che racconta di un mozzicone di sigaretta per terra, subito una schiera di lamentose persone corre al pc per scrivere inutili e poco costruttivi commenti poi, davanti ad un bellissimo articolo come questo, nessuno scrive niente!!!! Grazie ragazzi, il vostro ringraziamento è molto apprezzato da parte mia!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Ecoincentivi per auto metano o gplmetanogp

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

5commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

24commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

9commenti

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

Parma

Camion in fiamme: problemi in tangenziale nel pomeriggio

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Tg Parma

Polizia Municipale: festa del patrono all'insegna della lotta al degrado Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

4commenti

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

colorno

La messa di don Mazzi per ricordare Filippo

TV PARMA

Primarie del centrosinistra: i candidati scenderanno a tre? Video

1commento

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

17commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

5commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

WASHINGTON

Trump ha giurato: è il nuovo presidente

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta