-1°

volontariato

Giocamico: quando in ospedale spunta il sorriso

Giocamico: quando in ospedale spunta il sorriso
Ricevi gratis le news
2

Ha un grandissimo difetto la Festa di Giocamico: è impossibile, per il cronista, spiegarne a chi non c'era la magìa, la dolcezza, la concreta e a volte triste importanza di chi è capace di regalare un sorriso ai bambini costretti in ospedale da malattie che sconvolgono la normalità e la gioia della loro vita di bambini e di quella delle loro famiglie.

Tante persone, non sanitari, in una struttura ospedaliera: oggi sembra una cosa normale e invece, anche a livello nazionale, "è una cosa eccezionale" spiega fin dall'inizio Gian Carlo Izzi, che da sempre ha messo al centro del suo reparto la persona-bambino e che certamente sarà alla festa anche il prossimo anno per la prima volta non più da primario dell'oncoematologia pediatrica (andrà in pensione a marzo, come dice per la prima volta in modo ufficiale e pubblico).

Poi vengono i numeri, snocciolati dal papà di Giocamico che è Corrado Vecchi: 143 volontari formati nell'ultimo anno. E poi quelle 34mila ore di presenza nei tre piani dell'Ospedale del Bambino: e vien da chiedersi quanto lunghe possano essere 34mila ore in un letto d'ospedale, e quanto più lunghe sarebbero state senza i giochi, i pupazzi, le favole dei Giocamico (come le favole della buonanotte che scorrono poi in una slide letta da due ragazze).

Passano sullo schermo anche i video: quello di uno straordinario calendario, dove i bambini hanno indossato i camici di medici e infermieri; quelli in cui i bambini spiegano che "non è semplice amicizia: è magìa", e i volontari raccontano che il regalo più bello che si portano a casa è un sorriso, strappato a chi è triste.

Una "favola" cui si sono convertiti anche i colleghi (con le parole di Carmine Del Rossi e Livia Ruffini), ma di cui si capisce il valore vero soprattutto quando parla una mamma. Che racconta: "Con la malattia il futuro sembra non esistere più. Dipendi dalle terapie: non riesci più a programmare neppure una camminata o un caffè al bar. E in quel momento non ti possono bastare le persone "normali", ma noi abbiamo incontrato persone speciali". "Una famiglia allargata", come la definisce una volontaria per sintetizzare la sua esperienza di tre anni. E poi,ancora, Giocamici vecchi e nuovi, e altri familiari: si sentono frasi stupende, come "Grazie alla vostra bellezza", "Avete un sorriso che non si può comprare da nessuna parte", e gli operatori protagonisti di questa favola si scherniscono con un "Pensavo che in fondo ero pagato per giocare". E poi, rifacendosi ad alcune notizie recenti anche parmigiane, qualcuno propone un rimedio alla piaga delle baby-gang: "Se un Giocamico adottasse un bullo...."

Arriva il momento delle premiazioni: tutti ringraziano tutti, con la consapevolezza che in questa bella squadra tutti danno qualcosa e tutti ne ricevono qualcosa di prezioso e di limpido. Anche quando il destino, e purtroppo succede, non regala il sorriso finale e più atteso.

E in questa magìa, finisce per passare inosservata un'assenza che invece il cronista vuole sottolineare: quella dei politici, tutti i politici. Fossero passati di lì, avrebbero potuto imparare come si può davvero fare più bella Parma. E con il sorriso.......

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gigi

    16 Novembre @ 08.52

    Tre anni fa abbiamo avuto la stessa esperienza di Elisa, sono veramente persone eccezionali e indispensabili sia per i genitori che per i bambini e di sollievo per le mamme sole. GRAZIE.

    Rispondi

  • elisa

    16 Novembre @ 03.52

    La mia bimba è stata ricoverata per un periodo breve di sei giorni e devo dire che la presenza e l aiuto che questi ragazzi ti danno in questi momenti è impagabile! Lei essendo ancora piccola (3 anni) non voleva stare con nessuno ma non scorderò mai questa frase......diamo alla mamma qualche minuto di pausa e la lasciamo andare a bere un caffè mentre io e te giochiamo? Pochi minuti preziosi! Grazie di tutto a queste splendide persone! Elisa

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto di Nicola Riccò

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La sfida degli anolini: ecco quali sono i più buoni a Parma

In gara dieci gastronomie della città

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5