-4°

SOLIDARIETA'

Partito per l'Africa il container del cuore di Pietro

Emilio Rossi: «In suo nome inviati vestiti, banchi e letti d'ospedale. Lui è ancora tra noi»

Emilio Rossi

Emilio Rossi

0

Durò due giorni la sua agonia. Pietro Gatti resistette in Rianimazione il tempo necessario perché la propria morte si trasformasse in una nuova nascita per altri. Romano e Giovanna eseguirono scrupolosamente le sue volontà. Così era stata l'esistenza del figlio, così era giusto che fosse anche la fine, per quanto ci possa essere di giusto nella fine di un giovane di ventotto anni. Il suo fegato, i polmoni, i reni continuarono a vivere in sei persone malate. E così il cuore, donato a una cinquantottenne messinese, madre di tre ragazzi, in attesa di trapianto al Sant'Orsola di Bologna. Un cuore che da tempo si era moltiplicato, come se avesse deposto semi. Il cuore di Pietro continua a battere nel petto di tanti altri, non solo in quello di una sconosciuta che l'ha accolto in una sala operatoria.
Nel nome di questo giovane, morto il 12 agosto del 2010, dopo essersi speso senza risparmio per i diseredati del mondo, un container pieno di generi di prima necessità sta per partire per il Mali. «Ora è a Genova. Una volta lasciato il porto, impiegherà venti giorni, per raggiungere la meta - spiega Emilio Rossi, presidente del Ciac di cui Pietro fu infaticabile volontario e operatore -. Pietro era una persona pura, credeva ai diritti umani e voleva applicarli in ciò che poteva. Intelligente, sensibilissimo e discreto, disponibile sempre e a qualsiasi ora, aveva una particolare capacità di capire la sofferenza degli altri, entrare in sintonia e accompagnare le persone anche quando si trovavano in difficoltà estreme. Pietro vive con noi».
Non è una delle classiche frasi che ci si ripete per lenire il dolore di una scomparsa (e sarebbe errato parlare della scomparsa di Pietro, per come la sua presenza sia ancora viva, quasi palpabile tra chi gli è stato accanto). E non solo per il segno profondo che riuscì a lasciare dietro di sé. A Parma e più lontano. «Pietro - hanno scritto di lui i vertici del Servizio centrale del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati - aveva in sé un’attitudine all’accoglienza. Il modo in cui si porgeva, la sua disponibilità, il sorriso che gli illuminava il viso erano tutte espressioni del suo essere accogliente. Ecco, nel ricordarlo, non possiamo non vederlo sorridente».
Per raccogliere il testimone del giovane parmigiano, nel 2011 si è costituita l’associazione di volontariato «Fratelli e sorelle del Mali», con sede in viale Toscanini 2/A. Lo statuto è chiaro fin dalle prime parole: «L’Associazione agisce in memoria di Pietro Gatti e degli ideali di cui era portatore per mantenere viva la sua presenza e la sua umanità». In nome di Pietro Gatti, cioè nella solidarietà attiva, ancora Pietro vive, sottolinea Rossi. «In quattro anni - prosegue il presidente del Ciac - l’associazione con cene di autofinanziamento è riuscita a raccogliere i fondi necessari per l’invio di un container. In quattro anni l’associazione ha raccolto oggetti qui dismessi, ma che saranno indispensabili in Mali: macchine da cucire, mobilio, pentole e vasellame, banchi da scuola e letti d’ospedale per i rari e sguarnitissimi presidi scolastici e sanitari accessibili alla popolazione, abiti usati in buone condizioni, tanti indumenti per bambini. Il Mali è uno dei paesi più poveri al mondo: c’è bisogno di tutto».
A ricordarlo è anche Bintou Diallo, presidentessa dell'associazione Fratelli e sorelle del Mali, che seguirà di persona l'arrivo del container nel Paese africano e la consegna del suo contenuto. «Si tratta di un piccolo progetto di contrasto alla povertà estrema e di sostegno al mutuo aiuto - dichiara Bintou Diallo -. Qui “Fratelli e sorelle del Mali” collabora con Aiove, un'associazione femminile, composta soprattutto da vedove, di Sébénikoro (quartiere che costituisce uno dei cinque comuni della città di Bamako) che appunto si occupa di povertà estrema che in particolare riguarda donne e bambini».
Alle operazioni di raccolta e di carico del container hanno partecipato tutti i maliani di Parma, che non possono dimenticare i bisogni della loro terra. Alla fine, il 29 dicembre scorso, il viaggio è cominciato. Una cerimonia in ricordo di Pietro Gatti si terrà a Bamako nel giorno stesso dell’arrivo del container. Per celebrare un ragazzo e i suoi tanti cuori che continuano a pulsare sparsi nel mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paul McCartney contro la Sony: "Rivoglio i diritti dei Beatles"

musica

Paul McCartney contro la Sony: "Rivoglio i diritti dei Beatles"

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

7commenti

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

sisma e gelo

Catastrofe nel Centro Italia: Parma in prima linea nei soccorsi Video

Il Soccorso Alpino di Parma opera sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

4commenti

terzo furto

Ladri e vandali in azione a "La Bula" che chiede aiuto Video

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

6commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

PGN

Tutti i concerti del 2017

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

4commenti

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Le immagini terribili dell'hotel Rigopiano Gallery

FRANCIA

Bimba di 14 mesi sbranata dal rottweiler della sua famiglia

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta