18°

SOLIDARIETA'

Partito per l'Africa il container del cuore di Pietro

Emilio Rossi: «In suo nome inviati vestiti, banchi e letti d'ospedale. Lui è ancora tra noi»

Emilio Rossi

Emilio Rossi

0

Durò due giorni la sua agonia. Pietro Gatti resistette in Rianimazione il tempo necessario perché la propria morte si trasformasse in una nuova nascita per altri. Romano e Giovanna eseguirono scrupolosamente le sue volontà. Così era stata l'esistenza del figlio, così era giusto che fosse anche la fine, per quanto ci possa essere di giusto nella fine di un giovane di ventotto anni. Il suo fegato, i polmoni, i reni continuarono a vivere in sei persone malate. E così il cuore, donato a una cinquantottenne messinese, madre di tre ragazzi, in attesa di trapianto al Sant'Orsola di Bologna. Un cuore che da tempo si era moltiplicato, come se avesse deposto semi. Il cuore di Pietro continua a battere nel petto di tanti altri, non solo in quello di una sconosciuta che l'ha accolto in una sala operatoria.
Nel nome di questo giovane, morto il 12 agosto del 2010, dopo essersi speso senza risparmio per i diseredati del mondo, un container pieno di generi di prima necessità sta per partire per il Mali. «Ora è a Genova. Una volta lasciato il porto, impiegherà venti giorni, per raggiungere la meta - spiega Emilio Rossi, presidente del Ciac di cui Pietro fu infaticabile volontario e operatore -. Pietro era una persona pura, credeva ai diritti umani e voleva applicarli in ciò che poteva. Intelligente, sensibilissimo e discreto, disponibile sempre e a qualsiasi ora, aveva una particolare capacità di capire la sofferenza degli altri, entrare in sintonia e accompagnare le persone anche quando si trovavano in difficoltà estreme. Pietro vive con noi».
Non è una delle classiche frasi che ci si ripete per lenire il dolore di una scomparsa (e sarebbe errato parlare della scomparsa di Pietro, per come la sua presenza sia ancora viva, quasi palpabile tra chi gli è stato accanto). E non solo per il segno profondo che riuscì a lasciare dietro di sé. A Parma e più lontano. «Pietro - hanno scritto di lui i vertici del Servizio centrale del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati - aveva in sé un’attitudine all’accoglienza. Il modo in cui si porgeva, la sua disponibilità, il sorriso che gli illuminava il viso erano tutte espressioni del suo essere accogliente. Ecco, nel ricordarlo, non possiamo non vederlo sorridente».
Per raccogliere il testimone del giovane parmigiano, nel 2011 si è costituita l’associazione di volontariato «Fratelli e sorelle del Mali», con sede in viale Toscanini 2/A. Lo statuto è chiaro fin dalle prime parole: «L’Associazione agisce in memoria di Pietro Gatti e degli ideali di cui era portatore per mantenere viva la sua presenza e la sua umanità». In nome di Pietro Gatti, cioè nella solidarietà attiva, ancora Pietro vive, sottolinea Rossi. «In quattro anni - prosegue il presidente del Ciac - l’associazione con cene di autofinanziamento è riuscita a raccogliere i fondi necessari per l’invio di un container. In quattro anni l’associazione ha raccolto oggetti qui dismessi, ma che saranno indispensabili in Mali: macchine da cucire, mobilio, pentole e vasellame, banchi da scuola e letti d’ospedale per i rari e sguarnitissimi presidi scolastici e sanitari accessibili alla popolazione, abiti usati in buone condizioni, tanti indumenti per bambini. Il Mali è uno dei paesi più poveri al mondo: c’è bisogno di tutto».
A ricordarlo è anche Bintou Diallo, presidentessa dell'associazione Fratelli e sorelle del Mali, che seguirà di persona l'arrivo del container nel Paese africano e la consegna del suo contenuto. «Si tratta di un piccolo progetto di contrasto alla povertà estrema e di sostegno al mutuo aiuto - dichiara Bintou Diallo -. Qui “Fratelli e sorelle del Mali” collabora con Aiove, un'associazione femminile, composta soprattutto da vedove, di Sébénikoro (quartiere che costituisce uno dei cinque comuni della città di Bamako) che appunto si occupa di povertà estrema che in particolare riguarda donne e bambini».
Alle operazioni di raccolta e di carico del container hanno partecipato tutti i maliani di Parma, che non possono dimenticare i bisogni della loro terra. Alla fine, il 29 dicembre scorso, il viaggio è cominciato. Una cerimonia in ricordo di Pietro Gatti si terrà a Bamako nel giorno stesso dell’arrivo del container. Per celebrare un ragazzo e i suoi tanti cuori che continuano a pulsare sparsi nel mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Prostituta uccisa a Bologna, confessa un suo cliente

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

LEGA PRO

Il Parma sbanca Gubbio 4-1. Recuperati 2 punti al Venezia

In gol Calaiò, Nocciolini e Iacoponi. Infortunio muscolare per Giorgino. Crociati terzi a 8 punti

1commento

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno: "Un segno del destino" 

Valeria Vicini si è laureata in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, il figlio Leonardo Ranieri in Scienze dell’architettura

1commento

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

20commenti

TRAVERSETOLO

Sotto il parcheggio del Conad c'è un insediamento preistorico?

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

Parma

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

6commenti

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

7commenti

Il commosso addio di Collecchio a Graziella

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

1commento

Dai lettori

"Borgo delle Colonne e piazzale D'Acquisto: parcheggi selvaggi ma niente multe di notte" Foto

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

1commento

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

A10

Tir si ribalta e uccide due operai: arrestato il camionista Foto Video

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

SOCIETA'

la peppa

Tartine fiorite

centro giovani

"Noi che....": così si raccontano i giovani di Parma Il video

1commento

SPORT

MOTOGP

vince Vinales dopo una "battaglia" con Dovizioso. Rossi terzo

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017