12°

22°

Intervista

Fra i bimbi malati di Haiti: miracoli anche all'inferno

Giorgio Benaglia, pediatra in pensione, racconta la sua esperienza in ospedale. Un mese in prima linea al «Saint Damien» nella capitale, con la Fondazione Rava

Fra i bimbi malati di Haiti: miracoli anche all'inferno

Giorgio Benaglia

Ricevi gratis le news
0
 

Bare di cartone allineate sul pavimento della cappella dell'ospedale Saint Damien di Haiti. Ogni mattina almeno quattro o cinque funerali. Bimbi morti in ospedale o adulti portati lì perché le famiglie non hanno i soldi per le esequie. E' una delle immagini più forti del racconto di Giorgio Benaglia, pediatra in pensione che dal 2 agosto al 3 settembre ha lavorato all'ospedale Saint Damien di Port-au-Prince, capitale di Haiti. Un ospedale pediatrico con più di 200 posti letto, in cui ogni giorno ha affrontato curato bambini magrissimi e fragili. Ha visto bimbi con malattie gravi, bimbi disabili abbandonati per strada, altri con infezioni legate all'Aids. Ma un'altra cosa l'ha colpito: «Il sorriso delle persone, la dignità con cui affrontano i problemi e la loro fiducia nei medici».

Benaglia accetta di raccontare un'esperienza che, dice, lo ha arricchito molto sul piano personale e gli ha fatto rivivere problematiche affrontate solo in Africa (per esempio, è stato in Mali nel 1985, in Somalia nel 1992, in Ruanda nel 1994). Giorgio Benaglia, 67 anni, si è laureato nel 1973 a Parma, dove ha lavorato per 25 anni, per poi diventare primario a Guastalla, fino al 2008. E' stato anche sindaco del Paese della Bassa reggiana. Ma ad Haiti era “solo” il pediatra in pensione tornato in prima linea grazie alla Fondazione Francesca Rava (con la quale l'anno scorso ha partecipato alla missione Mare Nostrum in soccorso ai migranti).

Emergenze quotidiane

L'ospedale Saint Damien, spiega, «è un'isola felice, un ospedale quasi del tutto gratuito. Rende disponibile un'assistenza sanitaria di livello elevato per il Paese più povero del continente americano». Sono tanti gli aneddoti che Benaglia può raccontare, non senza emozione: ognuno fa sobbalzare il cuore. E' il caso di Giorgia, che pesava un chilo e mezzo alla nascita, dopo sole 28 settimane di gravidanza. Dopo 40 minuti di massaggio cardiaco senza successo, i medici hanno dovuto sospendere. «Dopo 20 minuti ha mosso un braccio, come se volesse chiamarci e l'abbiamo recuperata. L'ho battezzata portandola in terapia intensiva... Quando sono tornato in Italia dopo 15 giorni era ancora viva. Si fanno miracoli con i mezzi che ci sono». Mezzi (farmaci e materiali) non abbondanti: «I container spesso rimangono fermi nei porti; gli aiuti arrivano anche per via aerea, portati dai volontari in valigie extra».

Dolore e momenti di gioia

Benaglia è rimasto particolarmente colpito dai funerali celebrati nella cappella dell'ospedale da padre Rick, un religioso arrivato dagli Stati Uniti. «Tutte le mattine dice messa alle 7 e si celebrano sempre 4 o 5 funerali di persone povere - spiega Benaglia -. Padre Rick attraversa l'ospedale con canti religiosi e i corpi, caricati su un camioncino, vengono raccolti per essere sepolti o cremati. Cominciare la giornata così e poi lavorare in ospedale ti dà il senso della vita e della morte, molto vicine. Un pugno nello stomaco che ti dà grande carica».

Fra tante situazioni drammatiche non mancano aneddoti felici, assicura Benaglia, che ricorda un bimbo disabile abbandonato e “adottato” da medici e infermieri. «Altra cosa molto bella è vedere rifiorire, con i controlli a distanza di 6 mesi o un anno, bambini che erano poco più di un chilo».

Medici protetti con le armi

Dici Haiti e pensi al devastante terremoto del 2010. Ma il quadro è ben più grave e Benaglia non lo nasconde: «Fuori dall'ospedale la vita è difficile. Vivevo in un residence distante circa due chilometri: non ho mai fatto la strada a piedi perché la sicurezza ad Haiti è un grosso problema. Ci sono quartieri in cui non si può andare, come Cité Soleil. Nel residence c'è un ambiente internazionale: un ingegnere irlandese, due fisioterapiste francesi, un'ostetrica italiana. Si fanno amicizie interessanti però si è un po' reclusi in questi compound, che hanno la vigilanza armata».

E' stato triste tornare, ma il dottore porta con sé la gioia di aver condiviso un'esperienza con tanti colleghi. Esperienza che non è per tutti: «Bisogna prepararsi al clima difficile ed essere in buona salute. E' da raccomandare ai medici che si lamentano di lavorare in ospedale qui da noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Smog: polveri sottili alle stelle, da oggi blocco diesel euro 4

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

6commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

gazzareporter

Via Cavour: sul marciapiede compare Giuseppe Verdi

Foto di Alberto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro