-1°

14°

ospedale

Il dono di Andrea per aiutare i malati di tumore

Il dono di Andrea: un fondo  per aiutare i malati di tumore

Andrea Cavazzoli sorridente insieme al figlio Enrico

0

Andrea aveva un sogno grande, la solidarietà, che oggi vive nel fondo patrimoniale istituito da Munus onlus (il Comitato per la Fondazione di Comunità di Parma) in sua memoria, a favore della Radioterapia dell’Azienda ospedaliero universitaria.
Qui e in Oncologia Andrea Cavazzoli, classe 1961, aveva trascorso parte del suo tempo di cura, negli ultimi mesi di vita in cui la malattia gli impediva di svolgere l’attività lavorativa che tanto l’aveva appassionato.
«Mio marito si occupava di responsabilità sociale d’impresa per la Banca popolare dell’Emilia Romagna – spiega la moglie Katia De Matteis -. Aveva assegnato al suo lavoro un fine etico e cercava davvero di capire dove fosse possibile fare del bene e come farlo».
Con questo spirito Andrea, frequentando gli ambienti del reparto di Radioterapia, troppo piccoli per accogliere un numero sempre maggiore di pazienti, aveva spiegato alla direttriceNunziata D’Abbiero come fosse possibile cercare il sostegno della comunità locale per progetti di accoglienza, aggiornamento tecnologico e ricerca.
«Non potendo lavorare, aveva riversato grande entusiasmo nella progettazione del fondo, riconoscendo Munus come un interlocutore attendibile e di grande capacità», racconta Katia. Fino allo scorso giugno, quando la malattia inesorabile aveva interrotto la sua vita, lasciandogli appena il tempo di vedere diplomarsi l’amato figlio Enrico.
Superato un primo momento di comprensibile dolore, la famiglia ha saputo farsi promotrice di un progetto di grande concretezza, il «Fondo in memoria di Andrea Cavazzoli», istituito presso Munus, a favore del reparto di Radioterapia, per azioni di umanizzazione degli ambienti ed accoglienza dei pazienti, progetti per lo sviluppo della sicurezza delle cure (al fine di ridurre il più possibile gli effetti collaterali), l’avanzamento tecnologico e la ricerca.
Katia ed Enrico Cavazzoli hanno messo il primo mattone del progetto, aprendo il fondo con una donazione. «Mi ha stupito la solidità e affidabilità di Munus: con grande trasparenza una commissione nominata dai promotori si fa garante del rispetto del regolamento del fondo», spiega la direttrice D’Abbiero.
Munus è un comitato nato per introdurre a Parma l’esperienza delle Fondazioni di Comunità, enti non profit di diritto privato che aiutano le persone a sostenere con donazioni la realizzazione di un «bene comune».
La sede è presso Forum Solidarietà, in via Bandini 6; ha il supporto tecnico di Fondazione Cariparma. Il fondo «Andrea Cavazzoli», che non ha scadenza, può ricevere donazioni da cittadini, imprese ed enti che ne condividono le finalità, attraverso bonifici bancari: codice Iban
IT39B0538712809000002385614.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia