10°

20°

Consiglio

Busseto, chiesta la chiusura del centro islamico

Consiglio comunale, presa di posizione dei consiglieri di minoranza Capelli e Leoni. "E' stato permesso di aggirare le norme e prendersi gioco delle Istituzioni"

Busseto, chiesta la chiusura del centro islamico

Il centro islamico a Busseto

0

La sede dell’associazione «Casa di pace deve essere chiusa, almeno in via temporanea, fino a quando non ci saranno tutti i requisiti necessari». A chiederlo è stato, in coda all’ultima seduta del consiglio comunale di Busseto, Stefano Capelli, consigliere di minoranza della Lega Nord. Con lui anche il collega di opposizione Gianarturo Leoni.
L’associazione «Casa di pace», sodalizio culturale di natura e orientamento islamico, si è insediato a fine maggio in un capannone di via Zandonai, con tanto di cerimonia ufficiale.
Da subito la Lega Nord, anche coi suoi vertici provinciali, ha voluto vederci chiaro ed ha chiesto una serie di informazioni alla giunta e all’ufficio tecnico. Ne è emerso, come evidenziato da Capelli mettendo mano alle risposte ricevute, che «l’associazione culturale sportiva “Casa di Pace” non ha i requisiti e non può in alcun modo utilizzare i locali di via Zandonai per lo svolgimento delle sue attività. Non solo: sta anche cercando improbabili scappatoie facendo entrare una seconda associazione di Fornovo Taro come co-locataria degli stessi locali, ed ancora la risposta che non può utilizzare i locali seppure in affiancamento ad una Aps regolarmente riconosciuta».
Capelli ha rimarcato che «avevamo ragione su tutto, ed è scritto nero su bianco. Se la Lega Nord non avesse vigilato e denunciato quanto stava accadendo nessuno avrebbe fiatato». Secondo il consigliere, a questo punto «ci sono state delle responsabilità gravi sia da parte della maggioranza comunale che ha appoggiato fin dall’inizio “senza se e senza ma” l’apertura di quella che più volte è stata definita moschea, che da parte di chi ha assicurato l’esistenza dei requisiti richiesti seppur inesistenti. Queste responsabilità ora dovranno essere identificate e, se necessario, perseguite. La prima domanda é dunque questa: ci si può fidare di una Giunta comunale che ha dimostrato di non essere in grado di sorvegliare il proprio territorio?». Passando poi al futuro ha fatto notare che: «E’ possibile che, in virtù del fatto che l’associazione “Casa della Pace” è stata presa con “le mani nella marmellata“, si arriverà ad avere una nuova, stravagante, situazione in cui una seconda associazione, questa volta una reale Aps di un comune il cui capoluogo dista 32 km in linea d’aria da Busseto, prenderà il posto della vecchia associazione. Ci sarà un iter complesso perché ciò possa avvenire, dovranno esser fatti dei lavori, rispettare obblighi di sicurezza e igienico-sanitari, nonché produrre adeguata documentazione sulla attività che si intende intraprendere come Aps, non è sufficiente tenere corsi di lingua araba per i bambini e corsi di italiano destinati prevalentemente alle donne, come dichiarato nella relazione dei tecnici comunali, ma alla fine succederà probabilmente quanto descritto. Ed ecco quindi la seconda domanda: sarebbe giusto tutto questo?». Capelli ha quindi affondato dicendo che «E’ stato permesso di aggirare le norme e prendersi gioco delle Istituzioni, e questo è sbagliato, come non è neppure credibile che il Comune non potesse non sapere a priori che l’associazione in questione non era una Aps, visto che per l’iscrizione nell’albo provinciale, copia della domanda va inoltrata anche al Comune sede legale dell’associazione per l’espressione del parere preventivo sull’iscrivibilità. Il parere del Comune è obbligatorio e deve essere espresso entro trenta giorni dal ricevimento della domanda. Siamo quindi di fronte a due pesi e due misure? Ci sono cittadini di serie A e di serie B? I bussetani cosa ne pensano?».
A lui ha risposto il responsabile dell’ufficio tecnico comunale rimarcando che è, comunque, in corso l’iter finalizzato a sistemare la questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

foto dei lettori

Parcheggio intelligente

LUTTO

Addio a "Valo", San Lazzaro nel cuore

Roberto Valenti, 66 anni, aveva giocato anche in B

2commenti

tribunale

Il pm: "Delinquente abituale". Carminati (dal carcere di Parma) esulta

tg parma

Cinque trapianti di rene in due giorni all'ospedale Maggiore Video

mafia

Aemilia: una "squadra" di quattro Pm per l'appello

Dda chiede sentire chi ha indagato su dichiarazioni di Giglio

Carabinieri

Spacciava in Oltretorrente: un altro arresto

In manette un 31enne tunisino

1commento

Gazzareporter

La pioggia ha ingrossato il torrente Video

Parma

Dopo un borseggio abbandona il portafogli fra la merce di un negozio

La Municipale indaga su una donna. Allontanato anche un gruppo di persone sospette che si aggiravano in Ghiaia

3commenti

tg parma

Proseguono i lavori sullo Stradone Video

lega pro

Parma, parlano i tifosi: "Qualcosa si è rotto"

I presidenti dei Club credono ancora nella squadra, "ma serve un cambio di passo"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

1commento

MILANO

Corona, urla in aula contro il fidanzato di Nina Moric

SOCIETA'

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

Medicina

Le nove regole per prevenire i tumori

SPORT

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

tg parma

Parma in ritiro a Collecchio, Giorgino squalificato Video

1commento

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling