15°

s.agata

Verdi, svelate le 5mila pagine dell’archivio segreto

Verdi, svelate le 5mila pagine dell’archivio segreto
0

Cinquemila pagine di schizzi e abbozzi del Maestro segretati per più di cento anni. Su “Classic Voice”, per la prima volta, l’elenco completo.

Giuseppe Verdi ha lasciato nella propria residenza di Sant'Agata un tesoro segreto di cui da sempre si favoleggia tra gli studiosi: manoscritti musicali, abbozzi e schizzi, che coprono un arco temporale di circa mezzo secolo della produzione verdiana, dalla Luisa Miller ai Pezzi Sacri. “Classic Voice", nel numero in edicola da domani, rivela il contenuto pubblicando per la prima volta l'elenco dei manoscritti.
Si tratta di circa cinquemila pagine di abbozzi e schizzi, con prime stesure di idee musicali o intere facciate di partitura poi modificate o scartate, in larghissima parte sconosciuti agli studiosi e quindi mai analizzati. I fogli (di circa 35 cm x 27 ciascuno) sono custoditi in 17 carpette, una per ogni titolo. Tolte dal calcolo le pagine bianche, su 5.252 facciate sono 4.671 quelle utilizzate dal Maestro nella fase di composizione delle opere. Per fare un esempio dell'importanza dell'archivio: soltanto del Falstaff ci sono 900 pagine di abbozzi sconosciuti, mai visti e mai studiati.

Villa Verdi, con tutte le collezioni contenute, compresi i manoscritti musicali, è di proprietà degli eredi del Maestro, ma sottoposta a tutela da parte dello stato perché di “eccezionale interesse” storico e culturale. Deve restare “com’è e dov’è”, come aveva disposto Verdi: “Faccio obbligo alla mia erede di conservare il giardino e la mia casa in S.Agata nello stato in cui ora si trova, pregandola di voler mantenere nello stato attuale tutti i prati che attorniano il giardino. Tale obbligo viene anche fatto ai suoi eredi od aventi causa”. Gli eredi hanno rispettato questa volontà del Maestro. Quanto ai preziosi manoscritti inediti, per decreto “inscindibili” dall’immobile come le altre collezioni, qualche tempo fa era corsa la voce che fossero stati trasferiti in Svizzera. A questa insinuazione c’è una risposta ufficiale: “La collezione è conservata in un luogo sicuro, ma non in Svizzera”, assicura a “Classic Voice” Angiolo Carrara Verdi, terzogenito dell’ultima generazione dei discendenti e attuale “custode” della Villa di Sant’Agata.

“Il fatto che di questi manoscritti verdiani non sia mai stato curato (tranne che per quelli della Traviata) un inventario con criteri scientifici e che siano inaccessibili agli studiosi rappresenta un’anomalia”, dichiara Andrea Estero, direttore di “Classic Voice”. “Mauro Balestrazzi, autore di questa inchiesta esclusiva, ha svelato storia ed entità dell’archivio verdiano, ma ha anche documentato che le collezioni di altri musicisti importanti come Bach, Beethoven, Wagner, Rossini, Debussy, Britten e Schoenberg sono da tempo accessibili agli studiosi di tutto il mondo. Così dovrebbe essere anche per i manoscritti verdiani”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa