11°

17°

Lettera al direttore

Ceresini dimenticato? No, è stata scelta la foto del figlio Fulvio

Piovani e Squarcia rispondono ai tifosi

Ceresini dimenticato? No, è stata scelta la foto del figlio Fulvio
Ricevi gratis le news
0

 

Signor direttore,
la mia da tifoso storico del Parma Calcio, deluso amareggiato e soprattutto arrabbiato.
Di questi tempi le celebrazioni del centenario del Parma, fatte di eventi e di libri. Partendo dall'ultimo con enorme tristezza si nota l'inspiegabile e tristissima assenza di colui il quale per la squadra e per la città ha fatto tanto fino all'ultimo, ma probabilmente chi oggi celebra i cento anni non ha nemmeno idea di cosa o di chi si parli, dato che non è di Parma né tanto meno ha memoria storica. 
Il signor Ernesto Ceresini non compare nel libro appena pubblicato, il signor Ernesto Ceresini il 4 febbraio del 1990 ci ha lasciati e chi era allo stadio e dello stadio, quel giorno non potrà dimenticarselo, come i giocatori che fecero una mesta uscita dal campo con tutta una città. Era il periodo delle partite con il Fano, il Prato, la Sanremese, le Rondinelle, della monetina a Cascione, e di gente a veder le partite ce ne era poca, ma buona, poi con la serie A sono arrivati tutti, ma era fin troppo facile!Per chi ha buona memoria Pastorello minacciò il ritiro della squadra in serie B con il Pescara perchè pochissima gente andava a vedere la squadra. Beh caro Pastorello stia tranquillo, non è cambiato nulla, se nota il Parma gioca regolarmente in trasferta per le partite casalinghe contro la Juventus, il Milan, l'Inter, poi però son gli stessi che tifano i Crociati... magie del Calcio! Poi durante la celebrazione allo stadio, ancor di più mi ha fatto impressione vedere con quale tenacia si sia cercato di minimizzare la figura di Calisto Tanzi, quasi a vergognarsene, ma nell'ambito sportivo secondo me da vantarsene, il quale ha fatto la storia più importante a livello calcistico della nostra città. Tanto per ricordare, Ceresini ha preso il Parma nel 1970 e lui e solo lui lo ha portato in serie A, Tanzi ha fatto vincere 2 Coppa Italia, 1 Uefa, 1 Coppa delle Coppe, più un secondo posto. Ghiradi una retrocessione e una promozione... Se il buon presidente attuale si lamenta della scarsa partecipazione imprenditoriale e sociale nei confronti del Fc Parma, forse si dovrebbe fare un paio di domande in autocritica, come mai? Dove sbaglio?
Stefano Mora
Parma, 15 novembre
-------------------------------
 
Gli autori del libro del Centenario rispondono con una lettera aperta.
A Fulvio e Matteo Ceresini.
Manca la foto di Ernesto nel libro del Centenario. Perché? Dopo molte discussioni tra di noi, abbiamo individuato nella rabbia e nel dolore di Fulvio, in quei pugni rivolti alla curva della Reggiana nel giorno della promozione in A tutta l'essenza della gestione del Parma da parte della famiglia Ceresini. Scelta dissennata? Almeno una foto di Ernesto doveva esserci? Evidentemente sì, visti gli attacchi ricevuti e le riflessioni postume. Per questo innanzitutto vi chiediamo scusa col cuore, lo stesso che ci ha guidato nella scelta. Quel cuore di tifosi crociati nato proprio sotto la gestione di vostro padre e nonno. E ci auguriamo vivamente che queste scuse ufficiali (scritte con lo stesso cuore) siano soprattutto comprese. Sono rivolte a voi e a tutti i veri tifosi del Parma. Abbiamo ritenuto, in buona fede, che le parole potessero descrivere, più di una foto, quel periodo e soprattutto la figura e l'impegno di vostro padre e nonno.  Questa critica non sarà l'unica, ne siamo certi. Anche perché sarebbero serviti 5 volumi per dare il giusto spazio, scritto e iconografico, a chi, a vario titolo, ha fatto la storia del club.   Rigettiamo invece le accuse di informazione deviata o di condizionamenti da parte dell'attuale società o di chiunque altro. Leggiamo accuse di disinformazione, di servilismo e quant'altro. Chi scrive queste cose, oltre a non aver letto il libro, è sicuramente il braccio armato di chi odia il Parma di oggi. Noi, sin dai tempi di Ernesto, abbiamo imparato che si «tifa per la maglia» e per chi ha l'onore di indossarla. E così faremo, nel rispetto della nostra professione. Di certo non riusciremo ad ovviare al nostro errore. Per il resto lasciamo a chi non ama la maglia crociata il gusto della polemica «sempre e comunque».  
Sandro Piovani
Giuseppe Squarcia
 
Signor direttore,
la mia da tifoso storico del Parma Calcio, deluso amareggiato e soprattutto arrabbiato.Di questi tempi le celebrazioni del centenario del Parma, fatte di eventi e di libri. Partendo dall'ultimo con enorme tristezza si nota l'inspiegabile e tristissima assenza di colui il quale per la squadra e per la città ha fatto tanto fino all'ultimo, ma probabilmente chi oggi celebra i cento anni non ha nemmeno idea di cosa o di chi si parli, dato che non è di Parma né tanto meno ha memoria storica. Il signor Ernesto Ceresini non compare nel libro appena pubblicato, il signor Ernesto Ceresini il 4 febbraio del 1990 ci ha lasciati e chi era allo stadio e dello stadio, quel giorno non potrà dimenticarselo, come i giocatori che fecero una mesta uscita dal campo con tutta una città. Era il periodo delle partite con il Fano, il Prato, la Sanremese, le Rondinelle, della monetina a Cascione, e di gente a veder le partite ce ne era poca, ma buona, poi con la serie A sono arrivati tutti, ma era fin troppo facile!Per chi ha buona memoria Pastorello minacciò il ritiro della squadra in serie B con il Pescara perchè pochissima gente andava a vedere la squadra. Beh caro Pastorello stia tranquillo, non è cambiato nulla, se nota il Parma gioca regolarmente in trasferta per le partite casalinghe contro la Juventus, il Milan, l'Inter, poi però son gli stessi che tifano i Crociati... magie del Calcio! Poi durante la celebrazione allo stadio, ancor di più mi ha fatto impressione vedere con quale tenacia si sia cercato di minimizzare la figura di Calisto Tanzi, quasi a vergognarsene, ma nell'ambito sportivo secondo me da vantarsene, il quale ha fatto la storia più importante a livello calcistico della nostra città. Tanto per ricordare, Ceresini ha preso il Parma nel 1970 e lui e solo lui lo ha portato in serie A, Tanzi ha fatto vincere 2 Coppa Italia, 1 Uefa, 1 Coppa delle Coppe, più un secondo posto. Ghiradi una retrocessione e una promozione... Se il buon presidente attuale si lamenta della scarsa partecipazione imprenditoriale e sociale nei confronti del Fc Parma, forse si dovrebbe fare un paio di domande in autocritica, come mai? Dove sbaglio?
Stefano Mora
Parma, 15 novembre

 

 

Gli autori del libro del Centenario rispondono con una lettera aperta.
A Fulvio e Matteo Ceresini.Manca la foto di Ernesto nel libro del Centenario. Perché? Dopo molte discussioni tra di noi, abbiamo individuato nella rabbia e nel dolore di Fulvio, in quei pugni rivolti alla curva della Reggiana nel giorno della promozione in A tutta l'essenza della gestione del Parma da parte della famiglia Ceresini. Scelta dissennata? Almeno una foto di Ernesto doveva esserci? Evidentemente sì, visti gli attacchi ricevuti e le riflessioni postume. Per questo innanzitutto vi chiediamo scusa col cuore, lo stesso che ci ha guidato nella scelta. Quel cuore di tifosi crociati nato proprio sotto la gestione di vostro padre e nonno. E ci auguriamo vivamente che queste scuse ufficiali (scritte con lo stesso cuore) siano soprattutto comprese. Sono rivolte a voi e a tutti i veri tifosi del Parma. Abbiamo ritenuto, in buona fede, che le parole potessero descrivere, più di una foto, quel periodo e soprattutto la figura e l'impegno di vostro padre e nonno.  Questa critica non sarà l'unica, ne siamo certi. Anche perché sarebbero serviti 5 volumi per dare il giusto spazio, scritto e iconografico, a chi, a vario titolo, ha fatto la storia del club.   Rigettiamo invece le accuse di informazione deviata o di condizionamenti da parte dell'attuale società o di chiunque altro. Leggiamo accuse di disinformazione, di servilismo e quant'altro. Chi scrive queste cose, oltre a non aver letto il libro, è sicuramente il braccio armato di chi odia il Parma di oggi. Noi, sin dai tempi di Ernesto, abbiamo imparato che si «tifa per la maglia» e per chi ha l'onore di indossarla. E così faremo, nel rispetto della nostra professione. Di certo non riusciremo ad ovviare al nostro errore. Per il resto lasciamo a chi non ama la maglia crociata il gusto della polemica «sempre e comunque».  
Sandro Piovani
Giuseppe Squarcia 







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

9commenti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" della Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va