12°

22°

calcio

Parma e Sampdoria si scambiano i regali di Natale: 1-1

A Genova va in gol prima Eder, poi il pareggio di Lucarelli

Lucarelli

Lucarelli

Ricevi gratis le news
11

Tra Sampdoria e Parma un pareggio giusto, firmato Eder e Lucarelli, che soddisfa Mihajlovic e Donadoni perchè per un tempo a testa hanno visto le rispettive squadre giocare bene. Meglio i padroni di casa in avvio, il Parma ha creato di più nella ripresa trovando il meritato 1-1 su corner. Poi tante emozioni ma il pari resta ed è tutto sommato un Natale sereno per entrambe. La Sampdoria tiene il campo, dalle parti di Mirante però non punge. L’assenza dello squalificato Gabbiadini è pesante, è Eder a giocare da prima punta con Soriano, Gianluca Sansone e Krsticic a supporto. Il primo vero brivido, nonostante la vivacità di Eder e del Sansone blucerchiato, lo porta dopo quasi 40' l’altro Sansone, Nicola. Bello il destro dal limite dell’attaccante, Da Costa non ci arriva ma la palla sfila, anche se di poco, sopra la traversa. In un terreno dove giocare palla a terra è complicato, il Parma tenta di innescare Amauri, scelto da Donadoni per sostituire Cassano, anche lui fermato dal Giudice sportivo e, si vocifera, in procinto di tornare a Genova. Acquah e Parolo prendono col passare del tempo le misure a Palombo e Obiang, il centrocampista italiano arriva anche al tiro (43') ma trova Da Costa. Quando il Parma sembra in pieno controllo, la Samp passa: poco prima dell’intervallo Eder, alla 100^ in A, si ritrova il pallone sul destro dopo uno scontro aereo con Gobbi, implacabile il destro del brasiliano, alla settima rete stagionale. Poi si accende una rissa, sedata a fatica dall’arbitro Di Bello.

 

Eder ancora scatenato in avvio di ripresa: si invola sulla destra e mette in mezzo, decisivo in anticipo Felipe, scelto da Donadoni per sostituire l’infortunato Paletta. Palladino per Biabiany, il Parma avrebbe subito l’occasione per pareggiare, sempre con Parolo murato in extremis da Regini. Dai e dai, su angolo ecco l’1-1. Lo realizza Lucarelli, forse il migliore dei suoi, lasciato colpevolemente solo nel cuore dell’area sul corner di Sansone. Il Parma accelera: Amauri dal limite, deviazione provvidenziale di Regini; ancora l’italo-brasiliano, bello il movimento alle spalle della difesa blucerchiata, ma Da Costa è decisivo in uscita bassa. Break della Samp, che manca una buona opportunità con il neoentrato Wszolek, che tenta la conclusione personale anzichè servire Eder. Soffre la squadra di Mihajlovic: Sansone chiama in causa Da Costa con una botta di sinistro dal limite dell’area. Partita bella, la sensazione è che si possa decidere da un momento all’altro. Parolo spreca davanti a Da Costa, poi Eder è poco lucido e Mirante fa una bella figura. Al 41' infortunio al polpaccio per l’assistente Vivenzi, sostituito dal quarto uomo Dobos. Non succede più nulla e alla fine è giusto così.

 

La vigilia

Paolo Emilio Pacciani 

Sampdoria-Parma avrebbe dovuto essere la partita di Antonio Cassano ma lui non ci sarà. O meglio, non sarà in campo. In realtà, anche se non giocherà, oggi non si farà che parlare di lui, della sua scelta di saltare il match di Genova cercando, e trovando, il cartellino giallo che lo avrebbe portato alla squalifica, e della sua smisurata voglia di tornare in blucerchiato. Francamente non si capisce perché si sia già stufato di una città che lo ha accolto a braccia aperte, di una società che gli ha dato la possibilità di rilanciarsi in grande stile nella stagione del mondiale e di un allenatore che in lui ha riposto fiducia estrema, al punto da cucirgli addosso un sistema di gioco, il 4-3-3 con Fantantonio “falso nueve”, che ne esalta le caratteristiche. ........L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • VELENOSO

    23 Dicembre @ 19.55

    No, se Cassano non va via a gennaio, ESSENDO ORMAI SFUMATO IL MONDIALE, darà la colpa di questo suo non trasferimento a gennaio ma a giugno, alla corte della Sampdoria, alla società. Cassano giocherà in modo indisponente creando malumore nello spogliatoio e se Donadoni lo sostituirà durante una partita, creerebbe i presupposti per cassanate a ripetizione. La soluzione migliore per il Parma è sbolognarlo a gennaio. Nel caso ciò non potesse avvenisse, relegarlo ai margini del gruppo fino a giugno, un poco quello che ha fatto la Juventus con Amauri. La cosa però in tutta questa faccenda che più mi disgusta, è il comportamento del figlio di Garrone. Se fossi in Garrone figlio dopo quello che Cassano ha fatto a mio padre, non lo vorrei nemmeno gratis, NEMMENO SE PAGASSE PER POTER VENIRE A GIOCARE NELLA MIA SQUADRA perchè prima di tutto viene il rispetto per un genitore offeso e poi viene il resto. Purtroppo per Cassano però, io non sono il figlio di Garrone per cui stia tranquillo Cassano, il figlio lo perdonerà mentre il padre si rivolterà nella bara. L'ho detto e lo straripeto, MEGLIO ARRIVARE QUARTULTIMI IN CAMPIONATO CON GENTE CHE SENTE LA MAGLIA COME LUCARELLI E PAROLO CHE ARRIVARE IN EUROPA CON GENTE COME CASSANO.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Dicembre @ 18.00

    SI , PERO' , se , per caso , per una qualche ragione , il trasferimento di Cassano alla Sampdoria slittasse a giugno , mettendoci a fischiarlo in campo a gennaio , rischieremmo di perdere il suo apporto alla squadra per tutto il girone di ritorno , che non mi sembra un' idea geniale............

    Rispondi

  • VELENOSO

    23 Dicembre @ 10.29

    Amici della redazione, il sito è eccezionale ma ha errori gravi. Il primo è che aprendo la schermata dello sport del Parma, la notizia principale, è sempre datata e non centra con il Parma calcio E NEMMENO CON FATTI ATTUALI MA SONO SEMPRE FATTI DATATI. Anche ora per andare a trovare l'articolo della partita del Parma di ieri, dobbiamo cliccare PIOLI CHE SALUTAVA la squadra ( psst è stato confermato) Un articolo obsoleto, superato dagli ultimi avvenimenti su cui cliccare per andare a trovare un trafiletto sulla partita di ieri del Parma. Poi è un sito dispersivo. Se voglio andare a leggere notizie sul Parma, queste non si devono confondere con notizie sul Catania o sul Barcellona, sul calcio scommesse o sul calcio amatoriale. Se clicco Parma f.c. voglio solo notizie riguardanti la squadra. Se voglio notizie su altre squadre o su altri avvenimenti sportivi che niente hanno a che fare col Parma o col calcio, clicco non certamente sul Parma calcio ma su altri argomenti. Anche ieri finita la partita, non c'era niente del Parma, c'erano altre squadre che avevano giocato nel pomeriggio ma del Parma niente, solo il datato Pioli come SE IL SITO DI FOSSE FERMATO DA UNA SETTIMANA. Forse penserete che sto esagerando ma date un occhiata al forum, prima era tutto uno scrivere ma ora se togliamo il sottoscritto e parmigianioreggiano, non scrive più nessuno. Un tempo c'erano centinaia di commenti su un argomento, ora quasi niente. Questo dovrebbe farvi riflettere. Il sito è bello ma NON FUNZIONA E' TROPPO DISPERSIVO. Ed ora scusatemi il paragone ma prima era come cercare un ago in un cassetto ma ora è come cercare lo STESSO AGO in un pagliaio. Spero che non vi siate offesi, la mia è una critica costruttiva. Ciao.

    Rispondi

  • VELENOSO

    23 Dicembre @ 10.07

    Gianabo, non sono d'accordo con te. Con il Cagliari CASSANO giocava eppure ha fatto schifo. Con l'Inter abbiamo giocato in 10 e se Cassano s'impegnava, quella sera avremmo vinto a SAN SIRO.Io amo giocatori come Parolo come Lucarelli che in campo danno tutto e DI PIU' e dimostrano coi fatti e con le parole, l'attaccamento alla maglia. Quanto mi dispiacerebbe se Parolo se ne andasse ! ! ! ! ! Questo Cassano nel Parma è un obbrobrio, un "non sense" un giocatore che non sente la maglia, che non sente i tifosim, che non sente la città. Mai mun'intervista, mai presente nelle cene tra tifosi, assente perfino (udite udite ) nelle celebrazioni per le le feste del Centenario. Sembra la fotocopia di STOICHOV, il pallone d'oro in carica che venne a Parma per svernare. Anche il bulgaro, mai concedeva un'intervista, era un corpo estraneo come Cassano alla realtrà di Parma. Preferisco arrivare quartultimo in campionato con gente come Parolo e Lucarelli che andare in Europa con gente come Cassano.

    Rispondi

  • parmigianoreggiano

    23 Dicembre @ 07.45

    parmigianoreggiano

    Volete sapere perchè Cassano ha RINNEGATO Parma? MOLTO SEMPLICE: ha avuto la conferma che ai mondiali NON C ANDRÀ MAI perchè GIUSTAMENTE il gruppo lo ha OSTRACIZZATO e così è VENUTO MENO il suo VERO motivo per cui aveva accettato Parma e cioè SFRUTTARE la nostra squadra per i propri INTERESSI PERSONALI: se questa si chiama PROFESSIONALITÀ io mi chiamo GRANAPADANO.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro  Foto

MODA

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

Stranieri

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

49commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

3commenti

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

l'agenda

Funghi e non solo: una domenica di sagre e tesori segreti da scoprire

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

soccorso alpino

Andar per funghi in sicurezza: il vademecum

CONCERTO

Nada incanta al Colombofili

NEVIANO

Palestra rinnovata, scolari in festa

PARCO DUCALE

Nella serra piccola del Giardino il «posto delle viole»

calcio

Tommaso Ghirardi torna allo stadio: segue il Brescia con Cellino

L'ex presidente del Parma è tornato al Rigamonti per la prima volta dopo il crac

7commenti

serie B

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia Foto Video

Vittoria preziosa per i crociati, che salgono a 9 punti. Lucarelli fra i migliori in campo. Per i padroni di casa è la prima sconfitta

8commenti

CALCIO

D'Aversa: "Un risultato importante. Abbiamo preso fiducia nel secondo tempo" Video

L'allenatore commenta la vittoria del Parma sul Venezia

2commenti

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

1commento

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

MONTAGNA

E' stato trovato il fungaiolo disperso nel Bardigiano

Il 72enne è stanco ma in buone condizioni di salute

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'omaggio a Verdi: un dovere e un piacere

di Francesco Monaco

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

Germania

Elezioni: vince la Merkel, estrema destra in Parlamento

Terracina

Caccia italiano precipita in mare: trovato il corpo del pilota Video

2commenti

SPORT

Il caso

Sport e popstar Usa in ginocchio contro Trump. Lui ai tifosi: "Boicottateli"

Ciclismo

Sagan, leggendario tris mondiale con dedica a Scarponi

1commento

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano 30 anni dopo Gallery

il caso

Arabia Saudita, la prima volta delle donne allo stadio

3commenti

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery