-2°

calcio

Parma e Sampdoria si scambiano i regali di Natale: 1-1

A Genova va in gol prima Eder, poi il pareggio di Lucarelli

Lucarelli

Lucarelli

Ricevi gratis le news
11

Tra Sampdoria e Parma un pareggio giusto, firmato Eder e Lucarelli, che soddisfa Mihajlovic e Donadoni perchè per un tempo a testa hanno visto le rispettive squadre giocare bene. Meglio i padroni di casa in avvio, il Parma ha creato di più nella ripresa trovando il meritato 1-1 su corner. Poi tante emozioni ma il pari resta ed è tutto sommato un Natale sereno per entrambe. La Sampdoria tiene il campo, dalle parti di Mirante però non punge. L’assenza dello squalificato Gabbiadini è pesante, è Eder a giocare da prima punta con Soriano, Gianluca Sansone e Krsticic a supporto. Il primo vero brivido, nonostante la vivacità di Eder e del Sansone blucerchiato, lo porta dopo quasi 40' l’altro Sansone, Nicola. Bello il destro dal limite dell’attaccante, Da Costa non ci arriva ma la palla sfila, anche se di poco, sopra la traversa. In un terreno dove giocare palla a terra è complicato, il Parma tenta di innescare Amauri, scelto da Donadoni per sostituire Cassano, anche lui fermato dal Giudice sportivo e, si vocifera, in procinto di tornare a Genova. Acquah e Parolo prendono col passare del tempo le misure a Palombo e Obiang, il centrocampista italiano arriva anche al tiro (43') ma trova Da Costa. Quando il Parma sembra in pieno controllo, la Samp passa: poco prima dell’intervallo Eder, alla 100^ in A, si ritrova il pallone sul destro dopo uno scontro aereo con Gobbi, implacabile il destro del brasiliano, alla settima rete stagionale. Poi si accende una rissa, sedata a fatica dall’arbitro Di Bello.

 

Eder ancora scatenato in avvio di ripresa: si invola sulla destra e mette in mezzo, decisivo in anticipo Felipe, scelto da Donadoni per sostituire l’infortunato Paletta. Palladino per Biabiany, il Parma avrebbe subito l’occasione per pareggiare, sempre con Parolo murato in extremis da Regini. Dai e dai, su angolo ecco l’1-1. Lo realizza Lucarelli, forse il migliore dei suoi, lasciato colpevolemente solo nel cuore dell’area sul corner di Sansone. Il Parma accelera: Amauri dal limite, deviazione provvidenziale di Regini; ancora l’italo-brasiliano, bello il movimento alle spalle della difesa blucerchiata, ma Da Costa è decisivo in uscita bassa. Break della Samp, che manca una buona opportunità con il neoentrato Wszolek, che tenta la conclusione personale anzichè servire Eder. Soffre la squadra di Mihajlovic: Sansone chiama in causa Da Costa con una botta di sinistro dal limite dell’area. Partita bella, la sensazione è che si possa decidere da un momento all’altro. Parolo spreca davanti a Da Costa, poi Eder è poco lucido e Mirante fa una bella figura. Al 41' infortunio al polpaccio per l’assistente Vivenzi, sostituito dal quarto uomo Dobos. Non succede più nulla e alla fine è giusto così.

 

La vigilia

Paolo Emilio Pacciani 

Sampdoria-Parma avrebbe dovuto essere la partita di Antonio Cassano ma lui non ci sarà. O meglio, non sarà in campo. In realtà, anche se non giocherà, oggi non si farà che parlare di lui, della sua scelta di saltare il match di Genova cercando, e trovando, il cartellino giallo che lo avrebbe portato alla squalifica, e della sua smisurata voglia di tornare in blucerchiato. Francamente non si capisce perché si sia già stufato di una città che lo ha accolto a braccia aperte, di una società che gli ha dato la possibilità di rilanciarsi in grande stile nella stagione del mondiale e di un allenatore che in lui ha riposto fiducia estrema, al punto da cucirgli addosso un sistema di gioco, il 4-3-3 con Fantantonio “falso nueve”, che ne esalta le caratteristiche. ........L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • VELENOSO

    23 Dicembre @ 19.55

    No, se Cassano non va via a gennaio, ESSENDO ORMAI SFUMATO IL MONDIALE, darà la colpa di questo suo non trasferimento a gennaio ma a giugno, alla corte della Sampdoria, alla società. Cassano giocherà in modo indisponente creando malumore nello spogliatoio e se Donadoni lo sostituirà durante una partita, creerebbe i presupposti per cassanate a ripetizione. La soluzione migliore per il Parma è sbolognarlo a gennaio. Nel caso ciò non potesse avvenisse, relegarlo ai margini del gruppo fino a giugno, un poco quello che ha fatto la Juventus con Amauri. La cosa però in tutta questa faccenda che più mi disgusta, è il comportamento del figlio di Garrone. Se fossi in Garrone figlio dopo quello che Cassano ha fatto a mio padre, non lo vorrei nemmeno gratis, NEMMENO SE PAGASSE PER POTER VENIRE A GIOCARE NELLA MIA SQUADRA perchè prima di tutto viene il rispetto per un genitore offeso e poi viene il resto. Purtroppo per Cassano però, io non sono il figlio di Garrone per cui stia tranquillo Cassano, il figlio lo perdonerà mentre il padre si rivolterà nella bara. L'ho detto e lo straripeto, MEGLIO ARRIVARE QUARTULTIMI IN CAMPIONATO CON GENTE CHE SENTE LA MAGLIA COME LUCARELLI E PAROLO CHE ARRIVARE IN EUROPA CON GENTE COME CASSANO.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Dicembre @ 18.00

    SI , PERO' , se , per caso , per una qualche ragione , il trasferimento di Cassano alla Sampdoria slittasse a giugno , mettendoci a fischiarlo in campo a gennaio , rischieremmo di perdere il suo apporto alla squadra per tutto il girone di ritorno , che non mi sembra un' idea geniale............

    Rispondi

  • VELENOSO

    23 Dicembre @ 10.29

    Amici della redazione, il sito è eccezionale ma ha errori gravi. Il primo è che aprendo la schermata dello sport del Parma, la notizia principale, è sempre datata e non centra con il Parma calcio E NEMMENO CON FATTI ATTUALI MA SONO SEMPRE FATTI DATATI. Anche ora per andare a trovare l'articolo della partita del Parma di ieri, dobbiamo cliccare PIOLI CHE SALUTAVA la squadra ( psst è stato confermato) Un articolo obsoleto, superato dagli ultimi avvenimenti su cui cliccare per andare a trovare un trafiletto sulla partita di ieri del Parma. Poi è un sito dispersivo. Se voglio andare a leggere notizie sul Parma, queste non si devono confondere con notizie sul Catania o sul Barcellona, sul calcio scommesse o sul calcio amatoriale. Se clicco Parma f.c. voglio solo notizie riguardanti la squadra. Se voglio notizie su altre squadre o su altri avvenimenti sportivi che niente hanno a che fare col Parma o col calcio, clicco non certamente sul Parma calcio ma su altri argomenti. Anche ieri finita la partita, non c'era niente del Parma, c'erano altre squadre che avevano giocato nel pomeriggio ma del Parma niente, solo il datato Pioli come SE IL SITO DI FOSSE FERMATO DA UNA SETTIMANA. Forse penserete che sto esagerando ma date un occhiata al forum, prima era tutto uno scrivere ma ora se togliamo il sottoscritto e parmigianioreggiano, non scrive più nessuno. Un tempo c'erano centinaia di commenti su un argomento, ora quasi niente. Questo dovrebbe farvi riflettere. Il sito è bello ma NON FUNZIONA E' TROPPO DISPERSIVO. Ed ora scusatemi il paragone ma prima era come cercare un ago in un cassetto ma ora è come cercare lo STESSO AGO in un pagliaio. Spero che non vi siate offesi, la mia è una critica costruttiva. Ciao.

    Rispondi

  • VELENOSO

    23 Dicembre @ 10.07

    Gianabo, non sono d'accordo con te. Con il Cagliari CASSANO giocava eppure ha fatto schifo. Con l'Inter abbiamo giocato in 10 e se Cassano s'impegnava, quella sera avremmo vinto a SAN SIRO.Io amo giocatori come Parolo come Lucarelli che in campo danno tutto e DI PIU' e dimostrano coi fatti e con le parole, l'attaccamento alla maglia. Quanto mi dispiacerebbe se Parolo se ne andasse ! ! ! ! ! Questo Cassano nel Parma è un obbrobrio, un "non sense" un giocatore che non sente la maglia, che non sente i tifosim, che non sente la città. Mai mun'intervista, mai presente nelle cene tra tifosi, assente perfino (udite udite ) nelle celebrazioni per le le feste del Centenario. Sembra la fotocopia di STOICHOV, il pallone d'oro in carica che venne a Parma per svernare. Anche il bulgaro, mai concedeva un'intervista, era un corpo estraneo come Cassano alla realtrà di Parma. Preferisco arrivare quartultimo in campionato con gente come Parolo e Lucarelli che andare in Europa con gente come Cassano.

    Rispondi

  • parmigianoreggiano

    23 Dicembre @ 07.45

    parmigianoreggiano

    Volete sapere perchè Cassano ha RINNEGATO Parma? MOLTO SEMPLICE: ha avuto la conferma che ai mondiali NON C ANDRÀ MAI perchè GIUSTAMENTE il gruppo lo ha OSTRACIZZATO e così è VENUTO MENO il suo VERO motivo per cui aveva accettato Parma e cioè SFRUTTARE la nostra squadra per i propri INTERESSI PERSONALI: se questa si chiama PROFESSIONALITÀ io mi chiamo GRANAPADANO.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa