19°

Calcio Serie A

Il Parma frena: solo 0-0 col Catania

I crociati salvati per due volte dalla traversa

Parma-Catania

Biabiany in corsa

14

Roberto Donadoni nella conferenza stampa prepartita l’aveva detto: "Alla ripresa degli allenamenti, il clima era quasi da precampionato. Sono preoccupato". Il tecnico del Parma si rivela buon profeta: un brutto Parma fa 0-0 in casa con il Catania ultimo in classifica e vede allontanarsi le speranze europee. Etnei sfortunati: colgono due legni e si dimostrano superiori ma hanno la colpa di non concretizzare il grande volume di gioco. Solo una grande prestazione della linea difensiva evita ai ducali una pesante sconfitta casalinga. In porta per gli ospiti c'è Andujar, a gennaio passato al Napoli e subito ritornato in prestito. Parma che fin dai primi minuti fatica a superare gli argini di un Catania accorto e volenteroso che tenta di reagire alle brutte notizie giunte da Torino dove il Bologna ha sbancato a sorpresa l’Olimpico salendo momentaneamente a più quattro sulla zona retrocessione. I ducali pungono in avanti grazie alle giocate di Cassano e Biabiany (in evidente difficoltà Rolin sul suo lato) e gli inserimenti di Parolo ma non trovano mai l’ultimo passaggio. Gli uomini di Maran recitano la loro parte con una difesa e un centrocampo di lottatori e le volate di Barrientos e Castro a sorreggere il lavoro della punta Bergessio. Sono proprio gli ospiti ad avere le occasioni migliori nella prima frazione, entrambe con Barrientos, che prima non fa in tempo a deviare in spaccata un cross dalla sinistra di Castro e poi coglie una traversa un pò casuale con un traversone a effetto spostato dal vento. Il Parma è tutto in un cross teso di Parolo al 5' con Amauri che manca di un soffio il tocco di testa e in una punizione di Cassano dal limite potente ma centrale.

Nella ripresa il leit motiv resta lo stesso: Parma svagato, Catania sempre pronto a colpire in contropiede. E alla prima azione gli etnei centrano un altro legno con Bergessio che, servito in area da Izco, scarica un bolide sulla traversa (c'è forse il tocco decisivo di Mirante). La partita resta comunque bloccata e poco spettacolare. Al 18' rinvio sbagliato di Mirante, Lodi tenta il pallonetto da centrocampo: bella l’idea, pallone alto. E’ sempre il Catania a fare la partita, i padroni di casa non riescono proprio a produrre un’azione degna di nota. Al 28' grande azione di Rinaudo sulla sinistra, Cassani saltato, scarico dietro per Izco e miracoloso salvataggio sulla linea di Gobbi. Al 37' ancora una combinazione a destra fra Izco e Barrientos che apre troppo il piatto destro e spreca un’altra chance per i suoi. Soltanto al 40' arriva il primo segnale di vita del Parma nella ripresa con la frustata di testa di Amauri su cross dalla bandierina di Cassani, palla a lato non di molto. Gli etnei ci provano fino alla fine, Maran butta dentro Plasil e l’esordiente Fedato, arrivato dal Bari ma non c'è niente da fare. Finisce 0-0, catanesi ultimi ma ancora vivi, il Parma può solo ringraziare la buona sorte. Ma per fare il salto di qualità verso l’Europa serve molto di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    10 Febbraio @ 13.56

    Chi critica "l'unicesimo risultato utile consecutivo" di questa squadra non capisce proprio niente, siamo a 3 punti dall'europa, gli anni scorsi queste partite (che capitano durante un campionato, specialmente contro squadre che sputano l'anima per salvarsi) le perdavamo, oggi le pareggiamo. Bisogna essere realisti, stiamo facendo un ottimo campionato e bisogna dire grazie a tutti i nostri ragazzi e alla nostra società ed incitarli dal primo all'ultimo minuto, chi fischia questa squadra non può ritenersi un vero tifoso, sarebbe meglio cantare per 90 minuti piuttosto che fischiare dopo il 90esimo.

    Rispondi

  • AleAle

    10 Febbraio @ 09.52

    Ieri la maggiore parte dei giocatori erano inguadrabili! Non giocando contro la Roma ci ha fatto male!!! Marchionni non era in giornata ed era da togliere e Cassano (era meglio se andava in panca prima) ha quasi sempre perso palla per la gioia del Catania che con le ripartenze sono veloci. Parma giocava da fermi con poche idee. Sembrava in effetti che non si volesse giocare ne vincere. Sarà che l'Eurpoa non solo porta costi ma che per andare in Europa non si potranno poi vendere i giocatori che avranno mercato ( Parolo, Paletta, ecc)?

    Rispondi

  • VELENOSO

    10 Febbraio @ 09.20

    Elisabetta, io non contesto la squadra che non perde da 11 turni, io contesto i giocatori che ieri si sono rifiutati di giocare. Non hanno fatto un tiro decente in porta in tutta la partita. Io contesto il loro atteggiamento di ieri da MANGIAPANE A TRADIMENTO. Ieri dovevano essere sostituiti tutti ma con chi? Ieri c'era il virus della pelandronaggine che ha colpitio tutti. Ciao.

    Rispondi

  • VELENOSO

    10 Febbraio @ 00.19

    Sono curioso di vedere le pagelle del Parma. Se Razzini da un solo sei, la partita non l'ha vista ! ! Sono tutti da 4 o da 3.

    Rispondi

  • valerio the first

    09 Febbraio @ 23.03

    Me l'aspettavo! Il pareggio andava bene ad entrambe.............................!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il terrore e la città bloccata: il video di un parmigiano a Londra

LONDRA

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

4commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

CROCETTA

Via Emilia Ovest, cinese 25enne investita. Non è in pericolo

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

16commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

2commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

3commenti

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

1commento

terrorismo

Londra, l'attentatore si chiamava Khalid Massood

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

Formula 1

Vettel: "Mai guidata una F1 più veloce"

lega pro

Parma, Lucarelli: "Crediamo nella B". Domani ritiro anticipato Video

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»