12°

23°

Calciomercato

Pizzarotti duro: "Il Parma non è una salumeria"

Parole durissime del sindaco di Parma nei confronti del presidente del club ducale, che versa in acque sempre più tempestose.

Pizzarotti duro: "Il Parma non è una salumeria"
Ricevi gratis le news
20
Secondo Sky Sport, Pizzarotti starebbe lavorando ad un "fallimento pilotato" per ripartire, l'anno prossimo, dalla serie B. Secondo l'emittente, proprio il primo cittadino avrebbe avuto una serie di contatti in questa direzione in questi giorni.
 
"Il Parma non è una salumeria" 
 
"Ha acquistato una società di serie A, non una salumeria di un piccolo paese. Devo dire che non nutro particolari speranze positive".
 
Con queste parole, ai microfoni di 'Sky Sport', il sindaco di Parma Federico Pizzarotti demolisce senza mezzi termini Giampietro Manenti, neo presidente del Parma che proprio per l'incontro con esponenti del Comune, della Federcalcio e dell'Assocalciatori aveva fatto rimandare l'assemblea ordinaria dei soci del club ducale prevista per venerdì.
 
"Manenti faccia chiarezza - aggiunge Pizzarotti -. Se non si hanno risorse su un conto italiano per far fronte a spese immediate è chiaro che dietro ci sia qualcun altro. Non si può rilevare un club in una situazione difficile come quella attuale del Parma e non avere chiaro che occorrono organizzazione e garanzie. Una mancanza di preparazione era percepibile da tutti, ora bisogna accelerare per davvero, perché si è perso fin troppo tempo".
 
E il primo cittadino non si nasconde: "Parlo anche di altre possibili soluzioni, incluse le più spiacevoli. I tifosi e i giocatori sono pronti a valutarle".
 
Se una squadra si ritira le restanti gare 3-0 a tavolino
 
Se una società si ritira «in corso di Campionato, tutte le gare in precedenza disputate non hanno valore per la classifica, che viene formata senza tenere conto dei risultati delle gare della società rinunciataria». Ma «se il ritiro interviene nel girone di ritorno, tutte le restanti gare sono considerate perse a tavolino». Così la Lega di A chiarisce - sul piano strettamente sportivo - lo stato dell’arte sulla crisi del Parma, a rischio di fallimento.
 
Parma nel caos
 
 
 La squadra non scende in campo per la gara di campionato con l’Udinese ma a Parma si lavora, anche in questo weekend, per salvare il club ed il titolo sportivo. In prima fila non c'è Giampietro Manenti, sempre presidente del Parma Fc ma ormai screditato e, di fatto, senza alcun capacità di manovra, bensì il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, incaricato anche da Figc e Lega Calcio di trovare uno spiraglio in una situazione a dir poco drammatica.
«Il primo problema adesso è arrivare alla fine del campionato, ed è un problema che interessa molto alla Lega, alla Figc e quindi sarà necessario arrivare a una soluzione comune, considerando anche i soldi per le trasferte oltre a quelli per gli steward - ha ribadito oggi il primo cittadino di Parma - Da giugno poi, sempre se non arriveranno le risorse, si apre lo scenario del fallimento in continuità o no, a seconda di cose dovesse decidere il curatore fallimentare, se privilegiare i creditori o l’ordinario». Primo passaggio il 19 marzo con l'udienza in tribunale per la richiesta di fallimento avanzata dalla Procura di Parma: «i pm hanno chiesto informazioni e certificazioni - ha sottolineato Pizzarotti - Noi stiamo cercando di rimanere in contatto con tutte le altre istituzioni ma serve chiarezza. Basterebbe poco da parte del presidente Manenti per chiarire bene come stanno le cose e illustrarle, nel caso ci fossero state problematiche nel passaggio di società, a una città, all’Italia e alla Lega, invece di nascondersi dietro il paravento di una gestione del passato che sicuramente, e lo dico con un pò di delusione, ha lasciato comunque tante ombre».
Quasi un invito a presentare i libri in tribunale e così agevolare le pratica per la rinascita del club anche se in primo piano resta la questione dipendenti: «sappiamo bene - ha concluso il sindaco - che problemi stanno vivendo». Intanto al fianco della richiesta della Procura si sono aggiunte altre tre istanze di fallimento. In tutto 400mila euro che vantano tre agenti di altrettanti giocatori, ed è scontato che il club non sia in grado di onorare il debito prima dell’udienza di fronte al giudice.
Oggi a Collecchio è scesa in campo la Primavera di Hernan Crespo. Il campionato giovanile non si è fermato, come succederà domani per la prima squadra, ma per i ragazzi crociati, vittoriosi 1-0 sul Carpi, docce gelate come gli spogliatoi. «I ragazzi si sono ammalati più volte - ha commentato amaramente 'mister' Crespo - Mi fa male vedere in che condizioni sia oggi. Onoreremo questo club sino alla fine, dovranno essere le istituzioni a dirci basta. Ma com'è stato possibile iscrivere una squadra che non arriverà a fine campionato?». Domani la domanda sarà ripetuta più volte dai tifosi, che si ritroveranno allo stadio nonostante lo stop del campionato. L’appuntamento per tutti, giocatori compresi, è alle 14 di fronte all’ingresso principale del Tardini. Ora «vogliamo alzare la voce - scrivono i tifosi nella nota di presentazione dell’iniziativa - Dobbiamo dimostrare di essere una comunità e da qua a fine campionato le occasioni per concretizzare questo concetto non mancheranno».
Per ora però lo stadio rimane vuoto, come le casse del Parma che non hanno più un euro per pagare gli addetti alla sicurezza o l’energia elettrica. E pensare che nell’ultima settimana i riflettori del Tardini sono rimasti accesi sino a tardi per la rizollatura del campo, già programmata da tempo. Ma almeno in questo caso nessun debito, perchè i lavori saranno pagati direttamente dalla Lega calcio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mario Bertoli

    22 Febbraio @ 11.41

    Sindaco (si fa per dire) Pizzarotti, interessati della nostra città che è allo sbando in tutti i settori e lascia stare il Parma calcio lasciando fare a chi ne sa più di te. Non sei riuscito in un anno neppure a rendere decente la raccolta dei rifiuti facendo infuriare tutti i parmigiani e adesso vuoi mettere il naso nel Parma calcio... Ma fammi il piacere....Mario Bertoli.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    22 Febbraio @ 10.05

    Sindaco, le stesse parole possono essere usate per la città: non è una salumeria! Anche tu sei inadeguato, dimettiti insieme a Manenti...

    Rispondi

  • marirhugo

    21 Febbraio @ 23.36

    fallimento pilotato. e che roba e'?

    Rispondi

  • eugenio

    21 Febbraio @ 19.53

    ...oppure è un genio.... ora se qualcuno vuole veramente salvare il Parma lo deve prima acquistare da lui... :-(

    Rispondi

  • VELENOSO

    21 Febbraio @ 19.29

    Manenti è un MITOMANE. Su questo non ci piove. Basta avere un'enciclopedia medica e andare su "MITOMANIA" e capirete che Manenti è una persona malata. Avrebbe bisogno del T.S.O. che è il Trattamento Sanitario Obbligatorio ma la sanità in Italia è quella che è. Fosse una sanità più efficiente, chi di dovere, già da tempo avrebbe dovuto portare Manenti in una struttura adeguata per fargli un tagliando e sicuramente l'avrebbero trattenuto in osservazione sotto la cura di psicologi e psichiatri perché non ci vuole uno psichiatra o uno psicologo per capire che quest'uomo è un MITOMANE dei più malati. MA VI RENDETE CONTO CHE CON UN EURO HA ACQUISTATO IL PARMA E POI NON HA SPESO UN CENTESIMO. Con un euro è riuscito a essere sulle prime pagine dei giornali, a cavalcare l'onda, con un euro ha messo in ginocchio il Parma, Parma, i tifosi, la federazione gioco calcio, le istituzioni e chi più ne ha più ne metta. Correre dietro a Manenti è come correre dietro alla luna, FERMATELO e con le buone o le cattive costringetelo a portare i libri in tribunale.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SIRIA

Raqqa è stata liberata Il video

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»