-4°

L'intervista

Don Orlando Ruiz torna in Colombia: «A Parma otto anni indimenticabili»

Il parroco di San Michele Tiorre «Tutti gli abitanti mi hanno fatto sentire a casa: li porterò nel mio cuore»

 don Orlando Ruiz Mesa

don Orlando Ruiz Mesa

0

 

Don Orlando Ruiz Mesa torna in Colombia. Il sacerdote sudamericano che dal settembre 2009 amministra la parrocchia di San Michele Tiorre, l’8 marzo farà ritorno nella propria terra d’origine. Per salutarlo la comunità della frazione ha gìià organizzato una festa che si terrà il 2 marzo in parrocchia.

Monsignor Jorge Alberto Ossa, nuovo vescovo della diocesi d’appartenenza di don Orlando (Santa Rosa De Osos, nel centro della Colombia) lo ha nominato parroco di Amalfi, una città di 20 mila abitanti che, a dispetto della famosa località turistica italiana, si trova in una zona di montagna.

Il sessantaduenne sacerdote colombiano è arrivato nella nostra diocesi nel 2006, per uno scambio pastorale. In Colombia vive infatti da anni il monaco camaldolese parmigiano padre Giovanni Dall’Asta.

Don Orlando, otto anni a Parma. Il suo bilancio?
«Molto positivo. Anni stupendi. Sono stato accolto bene fin dal mio arrivo».

Quando è arrivato...
«Ricordo di aver trascorso i primi quattro mesi a Parma chiuso in Seminario, per studiare e per imparare la vostra lingua. Ho poi trascorso tre anni nella parrocchia cittadina di Santa Maria del Rosario, in via Isola, come vice parroco».

Anche quella una esperienza positiva.
«I parroci e i fedeli di quella comunità hanno dimostrato grande pazienza. I primi tempi infatti facevo fatica a comprendere l’italiano e tutti si sono spesi per farmi conoscere la lingua e la vostra cultura».

Poi l'arrivo a San Michele Tiorre.
«Nel 2009. La gente di questa frazione ha saputo subito accettare la presenza e lo stile di un sacerdote dell’America Latina».

Quali sono i ricordi indelebili che porterà con sé?
«Tanti, e tutti indimenticabili. Quando sono arrivato a San Michele Tiorre la chiesa era gravemente danneggiata dal terremoto e servivano spazi più adeguati per l’oratorio. Grazie all’aiuto del governo, della curia, ma soprattutto dei miei parrocchiani – in particolare del circolo «Il sorriso» e del gruppo ricreativo - siamo riusciti a sistemare la chiesa nel giro di un anno, a recintare il campo da calcio e a migliorare gli spazi per le attività della parrocchia. Attualmente sono attivi svariati gruppi di catechismo e in estate organizziamo un torneo di calcio per i giovani».

Il rapporto con gli abitanti di San Michele Tiorre?
«Molto positivo: la gente di questa frazione è molto generosa. Si è dimostrata pienamente disponibile nei miei confronti. Ogni domenica una famiglia diversa mi ha invitato nella propria casa per consumare insieme il pranzo. E ogni giorno tutti gli abitanti non hanno perso l'occasione per farmi sentire davvero a casa».

Le dispiace tornare in Colombia?
«Mi dispiace tornare perché ormai mi ero inserito a pieno titolo nella comunità e nella cultura italiana. Questi otto anni mi hanno arricchito molto ma, come avevo accettato otto anni fa di lasciare il mio Paese, ora accetto di lasciare Parma e i miei parrocchiani per tornare in Colombia».

Perché aveva deciso di venire in Italia?
«L’allora vescovo di Parma monsignor Bonicelli aveva proposto al vescovo della mia diocesi uno scambio pastorale, vista la presenza di padre Dall’Asta in Colombia. Però il mio vescovo non voleva inviare in Italia un sacerdote alle prime armi. Gli serviva un prete con una certa esperienza: per questo mi ha chiesto se ero disponibile ad andare. Ho accettato, sicuro che avrei ricevuto tantissimo da questa esperienza».

In futuro tornerà a Parma?
«Non lo so. Non posso fare nessuna promessa. Per ora mi limito a ringraziare di cuore tutte le persone che ho incontrato, soprattutto chi mi ha accolto e mi ha aiutato. Ritorno nella mia terra portando tutti nel cuore».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Gli amici: Filippo persona speciale

Il ritratto

Gli amici: Filippo persona speciale

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

17commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

3commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

12commenti

lega pro

Febbre Venezia-Parma: iniziata la prevendita

Classifica

Gli stipendi più alti: Parma al quinto posto in Italia

furti

Quartiere Lubiana, la razzia dei fanali delle Audi

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Tajani eletto presidente del Parlamento europeo

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video