14°

28°

CHIESA

Padre Lorenzo, la commozione dei fedeli

«Profumava di santità»

 padre Lorenzo Sirolli

padre Lorenzo Sirolli

Ricevi gratis le news
3

«Per noi è un santo: riusciva a guardarti dentro, a sapere tutto di te già a prima vista. L’ho conosciuto vent’anni fa e da allora non ho mai smesso di venire a Parma per incontrarlo. E come me, tante altre persone da tutta Italia». Massimo Cerioli vive a Sant’Angelo Lodigiano, in Lombardia, ma appena giunta la notizia della scomparsa di padre Lorenzo Sirolli, si è precipitato nell’oratorio dell’Immacolata Concezione, in via Del Prato, per l’ultimo saluto ad un uomo di chiesa amatissimo anche oltre i confini parmigiani.
«Ci ha insegnato a guardare in alto, ad amare il prossimo in maniera totale e gratuita e a capire che ogni rancore dentro di noi non fa altro che alimentare le guerre» racconta Gianfranca, che dalla metà degli anni Ottanta ha trovato in padre Lorenzo un punto di riferimento per essere «guidata grazie all’amore di Gesù».
«Mi ha salvato dalla cattiva strada facendomi conoscere il Signore», dice invece Katia, in un sabato pomeriggio di lacrime in via Del Prato, ma allo stesso tempo di fiducia e preghiera. È così, infatti, che il «popolo» di padre Lorenzo attende i funerali di domani mattina nella chiesa parrocchiale del Beato Cardinal Ferrari, tra mille aneddoti sull’amato francescano originario di Cesena. Un uomo in grado di ridare fiducia e voglia di vivere a chi ha sofferto per terribili malattie, depressione, un figlio troppo indisciplinato. «Sapeva accogliere anche chi non credeva in Dio» racconta Biagio Paglialunga, uno tra i primissimi fedeli a incontrare padre Lorenzo appena giunto in città da Bologna, nel 1982, e da allora sempre al suo fianco. Senza mai perdere le funzioni domenicali alla Certosa.
«La tonaca era come la sua pelle: non faceva mai soste, non ha mai saltato un rosario ed era sempre pronto ad incontrare gente anche alle tre del mattino» gli fa eco padre Giancarlo Betteto, raccontando di un monaco che nell’ultima messa celebrata giovedì pomeriggio, prima della scomparsa, ha ringraziato e salutato tutti «probabilmente perché cosciente di quanto gli stesse per accadere». «Era un uomo impregnato di Cristo», dice Maria Elena, da Reggio Emilia, aggiungendo dettagli sul «suo profumo di santità» confermato da tanti. Così come la simpatia e la disponibilità che per sempre rimarranno nella memoria di chi ha incontrato padre Lorenzo Sirolli, esempio di carità e bontà cristiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lein

    02 Settembre @ 14.07

    L'ho conosciuto anche io, da bambina di 5 anni i miei mi portavano sempre nella sua chiesa l'oratorio immacolata,e da quel momento ho sempre percepito il suo profumo e mi ha sempre seguito fino ad un mese fà. Tutto quello che diceva riguardo la mia storia si verificava con una precisione incredibile, mi avvisava del tempo prima seguendomi passo per passo. ho avuto la grande fortuna qui dalla sardegna di assistere alle sue bilocazioni nella mia camera. Adesso che si è staccato dal corpo dobbiamo invocarlo ancora di più, perchè è più vivo di prima, e sono sicura che ci saranno grandi manifestazioni. aspettiamo i grandi progetti del nostro caro padre lorenzo che ci ha insegnato ad avere fede , e credere in gesu'. L.C.

    Rispondi

  • parmigianodelsasso

    01 Settembre @ 08.36

    l'ho conosciuto anch'io e la mia testimonianza è questa: un degno discepolo di San Francesco d'Assisi, figlio spirituale di Padre Pio, amava molto Gesù e la Vergine, ascoltava tutti con indefettibile pazienza, indimenticabili e molto potenti le sue benedizioni carismatiche. Un giorno, parlo di circa vent'anni fa, ero andato da lui per confessarmi e prima di iniziare la confessione parlammo un po', mi chiedeva sempre come stavano i miei familiari (sebbene non li conoscesse), improvvisamente mi diede l'assoluzione su tre peccati che erano esattamente quelli che sarebbe stata mia intenzione confessare. A mio parere varrebbe la pena aprire un processo per la sua beatificazione, farebbe bene alla Chiesa di Parma, per me è un Santo, io non prego a suffragio della sua anima, ma chiedo già la sua intercessione. A.M.D.G.

    Rispondi

  • mannolanda

    31 Agosto @ 23.46

    ciao dolcissimo Padre Lorenzo,mi hai consolata,tantissime volte,mi hai dato gioia con le tue gioiose S Messe,col tuo sorriso di speranza,con le tue semplici parole di inno alla vita...le caramelle benedette,le spugne benedette per "pulirci dentro" ,le tue benedizioni,......immensi e bellissimi ricordi dalla chiesa dell'Immacolata alla Certosa,sempre gioiose,era la festa la domenica- Ora non sei più con noi a consolarci,alleviarci,ma sei già nella luce Divina e per questo,anche se mi mancherai,soffrirò meno C osa buffa: la prima volta che ho sentito il tuo profumo,mi era sembrato strano che ti andassi a profumare dopo la S Messa, per dar poi santini e benedizioni,poi ho capito.......vorrei sognarti e risentire quel profumo

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti