12°

23°

Ciclismo

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!

Dumoulin si impianta e il sardo conquista la maglia rossa. Vittoria di tappa epica di Ruben Plaza (Lampre-Merida).

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!
Ricevi gratis le news
0

Onore a Ruben Plaza (Lampre-Merida), autore di una fuga solitaria di 114 km con pendenze mica male disseminate per strada. Non ce ne voglia, ma la sua epica impresa passa in secondo piano perché Fabio Aru (Astana) ha vinto la Vuelta a España 2015. E l'ha vinta con una gara tatticamente perfetta e lucida: mica semplice dopo la caduta di venerdì.

Tom Dumoulin (Giant-Alpecin), la maglia rossa si impianta al secondo passaggio sul Puerto de la Morcuera e perde un’infinità di minuti. Manco fossero secondi, perché al sardo bastava guadagnarne 6 per indossare la casacca scarlatta del leader e quindi vincere il suo primo ‘Grande Giro’ dopo averci tentato in due Giro d’Italia. Sì, perché la tappa 21 di domenica è assolutamente inutile, come di consuetudine, ai fini della classifica.


LA CRONACA DELLA TAPPA

Sull’impegnativa salita del Puerto de Navacerrada (1ª cat., 9,4 km al 6,6%, 11,25% max), attaccano subito in 39 con varie schermaglie, ma prima della seconda salita, quella - affrontata per la prima volta alla Vuelta - di Puerto de la Morcuera (1ª cat., 11,5 km al 5,4%, 8,5% max), la situazione cambia ancora: fugge via da solo Ruben Plaza (Lampre-Merida), i 38 inseguitori fanno gruppo compatto e il plotone con la maglia rossa Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) e Fabio Aru (Astana) dietro a 10’50’ di ritardo.

Dopo lo scollinamento la Movistar decide di mischiare le carte, favorendo (e inserendo tre corridori) in un gruppo dei primi inseguitori che si stacca creando una frattura alle spalle di Ruben Plaza, che ora è dunque inseguito da tre gruppi.

L’azione del valenciano della Lampre-Merida è da applausi: Ruben Plaza prosegue al comando e addirittura rosicchia secondi sia sugli inseguitori (dai quali si stacca Reza per tentare di agguantare il fuggitivo) che sul groppone della maglia rossa e di Aru.

Maglia rossa, Dumoulin, che può far tirare il fiato alla squadra: tira infatti la MTN-Qhubeka, visto che il decimo posto in classifica di Louis Meintjes è messo in pericolo da Romain Sicard (Europcar), entrato nel gruppo degli inseguitori.

Tra questi, parte Giovanni Visconti (Movistar) quando il distacco da Ruben Plaza ha raggiunto i 3’ e Alessandro De Marchi (BMC Racing) lo segue a ruota: sono loro i più prossimi inseguitori del battistrada.

Intanto, sulla seconda ascesa del Puerto de la Morcuera ma percorso dalla parte opposta (1ª cat., 10,4 km al 6,6%, 9,5% max), Mikel Landa e Fabio Aru (Astana) prendono la testa dell’ormai gruppetto maglia rossa e i due allungano. Rimane attaccato solo Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), ma Dumoulin non tiene il ritmo e prima di riportarsi sotto a fatica si stacca di qualche secondo insieme agli altri reduci del plotone: Esteban Chaves (Orica-GreenEDGE), ‘Purito’ Rodriguez (Katusha), Mikel Nieve (Team Sky) e Nairo Quintana (Movistar), che però perde Alejandro Valverde (Movistar), che molla il colpo.

Ma Aru riparte e Dumoulin non ce la fa! Il sardo guadagna un ventina di secondi e ritrova altri due compagni di squadra (oltre al sempre vigile Mikel Landa) fermatisi ad attenderlo: il kazako Andey Zeits e lo spagnolo Luis Leon Sanchez, che iniziano ad andare a mille staccando la maglia rossa di 3 minuti (rilevamento al termine della salita del Puerto de Cotos - 1ª cat., 11,0 km al 5,3%, 8,5% max, anche questo già scalato a inizio tappa). Attaccano però Nairo Quintana (Movistar) e Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), desiderosi di guadagnare posizioni in classifica generale e ‘Purito’, sentendosi attaccato nella sua terza posizione, si mette a tirare il gruppetto di Aru, facendo di fatto il gioco del sardo.

In testa, nonostante tutte le salite, c’è sempre Ruben Plaza, inseguito ora dalla coppia composta da Alessandro De Marchi (BMC Racing) e José Gonçalves (Caja Rural). Ma lo spagnolo è in giornata di grazia e trionfa dopo la ripida discesa del Puerto de Navacerrada (affrontata in salita in precedenza).


ORDINE D’ARRIVO - TOP TEN

1) Ruben Plaza (Lampre-Merida) in 4h37’05”
2) José Gonçalves (Caja Rural) +1’07”
3) Alessandro De Marchi (BMC Racing) +1’08”
4) Romain Sicard (Europcar) +1’29”
5) Amael Moinard (BMC Racing) +1’30”
6) Carlos Verona (Etixx-QuickStep) +1’30”
7) Sergio Henao (Team Sky) +1’30”
8) Kenny Elissonde (FDJ) +1’35”
9) Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale) +1’43”
10) Moreno Moser (Cannondale-Garmin) +2’40”



CLASSIFICA GENERALE - TOP TEN

1) Fabio Aru (Astana) in 83h01’40”
2) Joaquim Rodriguez (Katusha) +1’17”
3) Rafal Majka (Tinkoff-Saxo) +1’29”
4) Nairo Quintana (Movistar) +2’02”
5) Esteban Chaves (Orica-GreenEDGE) +3’30”
6) Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) +3’46”
7) Mikel Nieve (Team Sky) +7’26”
8) Daniel Moreno (Katusha) +7’32”
9) Louis Meintjes (MTN-Qhubeka) +10’46”
10) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +11’30”

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

IL RISTORANTE

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

3commenti

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

39commenti

san leonardo

Nel casolare scoperte 5 persone (2 bimbi) e condizioni disumane

8commenti

anteprima gazzetta

Tante truffe, quando i tecnici veri suonano e si trovano una pistola finta

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

elettricità

Il guasto è nel campo coltivato: black-out nella zona di Gaione

incidente

86enne in bici urtato da uno scooter in via Baganza: è grave

1commento

annuncio

Parma si candida a capitale italiana della cultura 2020

8commenti

Economia

Banca di Parma entra in Emil Banca

inchiesta

Milioni nascosti al fisco, Zamparini: "Nessuna attività illecita"

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

11commenti

viabilità

Grosso ramo caduto in strada: chiusa per un'ora via Gramsci

2commenti

Ponte chiuso

La sindaca di Colorno: «Un ponte di barche per le auto»

5commenti

serie b

Parma-Empoli: dalle 17.30 «isola analcolica» e stop alle lattine

Dalle 20.30 la cronaca in diretta sul sito

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

MESSICO

Terremoto devastante di 7.1. Molti morti. Le prime immagini Video

ONU

Trump: "Se la Corea del Nord attacca la distruggiamo"

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

Inghilterra

In due aggrediscono autista: ma lui è esperto di arti marziali Video

USA

Toys R' Us getta la spugna: chiesta la bancarotta

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...