11°

Ciclismo

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!

Dumoulin si impianta e il sardo conquista la maglia rossa. Vittoria di tappa epica di Ruben Plaza (Lampre-Merida).

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!
Ricevi gratis le news
0

Onore a Ruben Plaza (Lampre-Merida), autore di una fuga solitaria di 114 km con pendenze mica male disseminate per strada. Non ce ne voglia, ma la sua epica impresa passa in secondo piano perché Fabio Aru (Astana) ha vinto la Vuelta a España 2015. E l'ha vinta con una gara tatticamente perfetta e lucida: mica semplice dopo la caduta di venerdì.

Tom Dumoulin (Giant-Alpecin), la maglia rossa si impianta al secondo passaggio sul Puerto de la Morcuera e perde un’infinità di minuti. Manco fossero secondi, perché al sardo bastava guadagnarne 6 per indossare la casacca scarlatta del leader e quindi vincere il suo primo ‘Grande Giro’ dopo averci tentato in due Giro d’Italia. Sì, perché la tappa 21 di domenica è assolutamente inutile, come di consuetudine, ai fini della classifica.


LA CRONACA DELLA TAPPA

Sull’impegnativa salita del Puerto de Navacerrada (1ª cat., 9,4 km al 6,6%, 11,25% max), attaccano subito in 39 con varie schermaglie, ma prima della seconda salita, quella - affrontata per la prima volta alla Vuelta - di Puerto de la Morcuera (1ª cat., 11,5 km al 5,4%, 8,5% max), la situazione cambia ancora: fugge via da solo Ruben Plaza (Lampre-Merida), i 38 inseguitori fanno gruppo compatto e il plotone con la maglia rossa Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) e Fabio Aru (Astana) dietro a 10’50’ di ritardo.

Dopo lo scollinamento la Movistar decide di mischiare le carte, favorendo (e inserendo tre corridori) in un gruppo dei primi inseguitori che si stacca creando una frattura alle spalle di Ruben Plaza, che ora è dunque inseguito da tre gruppi.

L’azione del valenciano della Lampre-Merida è da applausi: Ruben Plaza prosegue al comando e addirittura rosicchia secondi sia sugli inseguitori (dai quali si stacca Reza per tentare di agguantare il fuggitivo) che sul groppone della maglia rossa e di Aru.

Maglia rossa, Dumoulin, che può far tirare il fiato alla squadra: tira infatti la MTN-Qhubeka, visto che il decimo posto in classifica di Louis Meintjes è messo in pericolo da Romain Sicard (Europcar), entrato nel gruppo degli inseguitori.

Tra questi, parte Giovanni Visconti (Movistar) quando il distacco da Ruben Plaza ha raggiunto i 3’ e Alessandro De Marchi (BMC Racing) lo segue a ruota: sono loro i più prossimi inseguitori del battistrada.

Intanto, sulla seconda ascesa del Puerto de la Morcuera ma percorso dalla parte opposta (1ª cat., 10,4 km al 6,6%, 9,5% max), Mikel Landa e Fabio Aru (Astana) prendono la testa dell’ormai gruppetto maglia rossa e i due allungano. Rimane attaccato solo Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), ma Dumoulin non tiene il ritmo e prima di riportarsi sotto a fatica si stacca di qualche secondo insieme agli altri reduci del plotone: Esteban Chaves (Orica-GreenEDGE), ‘Purito’ Rodriguez (Katusha), Mikel Nieve (Team Sky) e Nairo Quintana (Movistar), che però perde Alejandro Valverde (Movistar), che molla il colpo.

Ma Aru riparte e Dumoulin non ce la fa! Il sardo guadagna un ventina di secondi e ritrova altri due compagni di squadra (oltre al sempre vigile Mikel Landa) fermatisi ad attenderlo: il kazako Andey Zeits e lo spagnolo Luis Leon Sanchez, che iniziano ad andare a mille staccando la maglia rossa di 3 minuti (rilevamento al termine della salita del Puerto de Cotos - 1ª cat., 11,0 km al 5,3%, 8,5% max, anche questo già scalato a inizio tappa). Attaccano però Nairo Quintana (Movistar) e Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), desiderosi di guadagnare posizioni in classifica generale e ‘Purito’, sentendosi attaccato nella sua terza posizione, si mette a tirare il gruppetto di Aru, facendo di fatto il gioco del sardo.

In testa, nonostante tutte le salite, c’è sempre Ruben Plaza, inseguito ora dalla coppia composta da Alessandro De Marchi (BMC Racing) e José Gonçalves (Caja Rural). Ma lo spagnolo è in giornata di grazia e trionfa dopo la ripida discesa del Puerto de Navacerrada (affrontata in salita in precedenza).


ORDINE D’ARRIVO - TOP TEN

1) Ruben Plaza (Lampre-Merida) in 4h37’05”
2) José Gonçalves (Caja Rural) +1’07”
3) Alessandro De Marchi (BMC Racing) +1’08”
4) Romain Sicard (Europcar) +1’29”
5) Amael Moinard (BMC Racing) +1’30”
6) Carlos Verona (Etixx-QuickStep) +1’30”
7) Sergio Henao (Team Sky) +1’30”
8) Kenny Elissonde (FDJ) +1’35”
9) Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale) +1’43”
10) Moreno Moser (Cannondale-Garmin) +2’40”



CLASSIFICA GENERALE - TOP TEN

1) Fabio Aru (Astana) in 83h01’40”
2) Joaquim Rodriguez (Katusha) +1’17”
3) Rafal Majka (Tinkoff-Saxo) +1’29”
4) Nairo Quintana (Movistar) +2’02”
5) Esteban Chaves (Orica-GreenEDGE) +3’30”
6) Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) +3’46”
7) Mikel Nieve (Team Sky) +7’26”
8) Daniel Moreno (Katusha) +7’32”
9) Louis Meintjes (MTN-Qhubeka) +10’46”
10) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +11’30”

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

TERREMOTO

A Fornovo tra la gente: «Mi tremavano le gambe»

Vicino al Regio

Ubriaco cerca di rapinare tre ragazzi

TUTTAPARMA

La storia dei carabinieri a Parma

QUARTIERI

Sport e solidarietà , i 50 anni del circolo «Frontiera '70»

Tornolo

Lisa, nonna coraggiosa. Ha detto addio a 101 anni

FIDENZA

Tangenziale Sud, oggi via a nuovi lavori

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, 17 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

5commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

Le reazioni

La sindaca di Fornovo: "Tanta paura, ma niente danni"

Il sindaco Pizzarotti "La scossa è stata sentita a Parma, ma non è di particolare rilievo"

Gattatico

«Mi hanno derubato». Ma è una truffa

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

2commenti

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

4commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

Crolla la Juve, l'Inter batte l'Atalanta ed è seconda

SERIE B

Pari fra Salernitana e Cremonese: Parma sempre in testa

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

1commento

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto