15°

29°

cinefilo a roma

Filiberto Molossi a tu per tu con Meryl Streep

La diva dichiara il grande amore per il Belpaese«Sosterrò Fuocammare nella corsa agli Oscar»

Meryl Streep:   «Tutti nel mondo vorremmo essere italiani»
Ricevi gratis le news
0
 

DAL NOSTRO INVIATO
Le gridano «We love you» e ci mettono pure l'esclamativo: loro che quando lei vinceva il primo dei suoi tre Oscar non erano nemmeno venute al mondo. Eppure lo sanno tutti, le ragazzine che l'hanno vista vestire Prada e cantare gli Abba come quelli che la seguono dai tempi de «Il cacciatore» e «Kramer contro Kramer»: quella signora lì davanti, capelli raccolti e occhiali, che dice «buongiorno» in italiano e firma fino all'ultimo autografo, è una leggenda vera, un mito assoluto, simply the best. Roma ai piedi di Meryl Streep, la più brava di tutte: che nella capitale, indossati i panni di Florence Foster Jenkins (nell'omonimo film di Stephen Frears che in Italia uscirà con il titolo «Florence» a Natale), ricca e munifica ereditiera appassionata di musica che negli anni '40 si esibì come cantante nonostante fosse terribilmente stonata, si racconta senza riserve, regalando perle di saggezza e prendendosi anche il lusso di stupire. Come quando, a chi le chiede chi è la sua erede, l'attrice giovane che può ripetere la sua straordinaria carriera, risponde senza esitare: «Alba Rohrwacher: l'ammiro davvero molto, credo che sia incredibilmente speciale».

Un'attrice italiana...: ma lei dell'Italia cosa ama?
«Amo tutto (lo dice in italiano, ndr). Tutti nel mondo vorrebbero essere italiani: io sono una di loro».
Un'ammirazione che l'ha portata anche a premiare a Berlino con l'Orso d'oro «Fuocammare» del nostro Gianfranco Rosi: lo sosterrà anche nella corsa agli Oscar?
«Certo che sì, è un'opera unica: sono orgogliosa che la giuria che presiedevo a Berlino l'abbia premiato all'unanimità. E' un film che ti fa entrare nella tragedia dei migranti ma che ti permette anche di uscirne: e fa entrambe le cose in maniera umana. Credo abbia ottime chance di essere candidato all'Oscar».
Lei ha dimostrato in diversi film di cantare molto bene: è stato difficile imparare a stonare come la vera Florence?
«Più che altro è stato entusiasmante! Ho lavorato con un coach del Metropolitan che prima mi ha insegnato a cantare il meglio possibile: poi nelle ultime due settimane abbiamo distrutto tutto il lavoro precedente. Quando ho visto ridere il pianista che mi accompagnava ho capito che avevo fatto centro».
Anche suo marito come quello di Florence le nasconde le recensioni negative?
«Capita, sì: lui mente spudoratamente, dice che tutti hanno scritto bene di me anche quando non è così. Anche questo è amore».
Lei è una grande diva, ha vinto 3 Oscar è stata candidata 19 volte...: non ha mai paura di intimorire i suoi compagni di lavoro?
«Purtroppo può capitare: anche Hugh Grant che nel film interpreta mio marito mi ha confessato che aveva paura di recitare con me, ma in quel caso credo lo dicesse solo per farmi piacere... Io però ho un metodo: per mettere a mio agio gli altri, sbaglio apposta le battute o i movimenti, così tutti pensano: “Allora anche lei fa degli errori” e si rilassano...».
Cosa significa per lei fare cinema oggi, dopo così tanti film e successi?
«La stessa identica cosa di quando ho iniziato: il mio ultimo personaggio è esattamente importante come il primo. Non percepisco un calo di entusiasmo, amo recitare come il primo giorno».
E non le è mai venuta voglia di fare la regista come a tanti suoi colleghi?
«No, anche se alcuni registi con cui ho lavorato diranno che ho già provato a farla... In realtà non ho mai sentito la necessità di dirigere: io amo recitare, immergermi in un personaggio. Non è un lavoro: è un piacere colpevole. Ho cominciato da ragazzina, da quando mi chiedevo come sarebbe stato essere mia nonna: e e mi truccavo come lei, rughe comprese. Quello è stato l'inizio di qualcosa: quando immagini il dolore di qualcun altro, impari qualcosa anche del tuo dolore».
La protagonista di «Florence» vive in un mondo di illusioni: per lei quanto contano?
«Tanto, le illusioni sono importanti: ci aiutano a vivere. Hanno a che fare con l'arte, con la bellezza, col cinema: che è l'illusione che ci permette di essere qui oggi».
Il suo personaggio è incapace di cantare: c'è qualcosa in cui lei è davvero negata?
«Sono pessima in molte cose, ma la lista sarebbe troppo lunga. E anche se mi dimentico quello in cui non sono brava i miei figli me lo ricordano sempre».
Che ne pensa delle elezioni americane e di Trump?
«Non credo di dovermi pronunciare sul sessismo di Trump, fa già tutto lui da solo. Ma sono convinta che tra una ventina di giorni avremo come presidente Hillary Rodham Clinton. E questa mi sembra una notizia positiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

9commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

16commenti

METEO

Arriva una nuova ondata di caldo africano

Già finita tregua, da mercoledì temperature tornano sopra media

1commento

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

1commento

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti