19°

cinema

Barilli: «Io, Parma e la settima arte»

Il regista, a 70 anni, realizza un sogno: «Un documentario sul legame tra la nostra città e il cinema. Qui sono nati dei grandi»

Francesco Barilli: l'idea è di presentare il documentario a Venezia

Francesco Barilli: l'idea è di presentare il documentario a Venezia

0

 

Conferenze, retrospettive, riconoscimenti; ha seminato bene: forse è per questo che adesso non smette di raccogliere.
La cosa finge di stupirlo, ma in realtà, oltre a gratificarlo, lo diverte.
L’ex ragazzo di «Prima della rivoluzione» (un film che quest’anno compie mezzo secolo e non è roba piccola: anche se per quelli come lui, che guardano sempre avanti e mica indietro, è solo un anniversario come tanti...) si gode una nuova (eterna?) giovinezza: regista di nicchia e di culto (oltre che pittore affermato), a 70 anni compiuti, Francesco Barilli colleziona premi all’estero - l’ultimo alla settima edizione del Cine-Excess di Birmingham, dove ha ricevuto il Lifetime Achievement Award insieme alla nota e controversa regista francese Catherine Breillat -, ma intanto lavora a un progetto che gli sta a cuore da anni: un documentario sul cinema a Parma.
«Ho sempre voluto raccontare la storia di Parma e il cinema, che poi è la grande storia - spiega - del cinema italiano: qui sono nati registi come Bernardo e Giuseppe Bertolucci, attori come Lino Ventura, Paola Pitagora, Franco Nero, critici come Pietrino Bianchi... E poi le case di distribuzione, il cineclub animato da grandi personaggi, le riviste, i produttori: e ancora, grandi autori affermati a livello internazionale che trasformano la nostra città in un set e girano capolavori. C'è la Barilla, che per i suoi spot si affida a personalità come Zurlini prima e Fellini e Wenders poi, ma a Parma crescono anche grandi scenografi e sceneggiatori - penso ai Malerba, ai Medioli -, straordinari, e da qui parte anche Umberto Tirelli, alunno di Attilio Bertolucci, con la sua sartoria da Oscar... E’ davvero una vicenda entusiasmante, un’aria che ho respirato fin da piccolo: da quando la domenica mattina mi portavano al cinema...».

Ma perché proprio a Parma? E non altrove?
«E' quello che chiedo nel mio documentario a tutti quelli che intervisto: forse è la nebbia che ti fa venire in mente delle storie, in fondo siamo un popolo di narratori, di raccontatori».

Come sarà strutturato il tuo film?
«Faccio parlare i protagonisti di allora, ma anche i giovani che con grande fatica e senza aiuti cercano di continuare questa grande tradizione. Ma c'è anche un importante lavoro di ricerca: immagini di repertorio, fotografie, spezzoni di film. Ho scritto il documentario insieme a Michele Guerra, docente di Storia del cinema: ho coinvolto Università e Comune, e diversi sponsor cittadini si sono impegnati nel progetto».

Quando pensi sarà pronto?
«L'obiettivo è quello di portare il documentario a qualche festival: ho già avviato i contatti con quello di Venezia, che si tiene a fine agosto inizio settembre. Poi mi piacerebbe fare una grande prima per il pubblico a Parma».

Nel frattempo, hai ricevuto al Cine-Excess il premio alla carriera...
«Un riconoscimento che mi ha fatto molto piacere: è già il sesto di questo tipo che ricevo all’estero. In un certo senso, mi hanno “riscoperto”. A Birmingham ho partecipato a un dibattito sul mio cinema: a differenza di quello che accade in occasioni simili in Italia, mi hanno fatto moltissime domande. E ti assicuro che non è facile spiegare e analizzare certe scelte che hai fatto anni prima in un film: un regista agisce anche molto di istinto. Poi, nei giorni successivi, ho tenuto anche una conferenza sul cinema italiano di genere degli anni '70: quello che ama Tarantino per intenderci. Io sono andato però controcorrente: spiegando che in tutta quella roba lì, adesso molto rivalutata, ci sono anche tante cose brutte, girate male. Tutti esaltano i polizieschi di allora e nessuno parla più di Petri, ad esempio: non ha senso».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

1commento

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

INCIDENTE

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

roccabianca

Ritrovato il 50enne scomparso: era al Pronto soccorso

sorbolo

Filmate le gare in scooter a mezzanotte. Il sindaco: "Ora convochiamo i genitori" Video

elezioni

Ecco la nuova squadra di Pizzarotti

Via Volturno

Nuova spaccata in una panetteria

l'agenda

Una domenica tra castelli, Cantamaggio e golosità on the road

Laminam

Incontro tra cittadini e Comitato «L'aria del Borgo»

gazzareporter

Borgo Guazzo, cronache dalla discarica.....

LEGA PRO

Il Parma a Teramo per ripartire

Traversetolo

Il sindaco sposta il comizio del 1°Maggio: il Pd insorge

parma

Primarie del Pd: istruzioni per poter votare

Dalle 8 alle 20

1commento

Lutto

Addio a Corradi, il «biciclettaio» di via D'Azeglio

controlli

Autovelox e autodetector: la "mappa" della settimana

Ragazzola

Un comitato per «proteggere» il ponte sul Po

Personaggio

Il «detective» della scultura del mistero

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Perché ci sono sempre meno preti

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

3commenti

ITALIA/MONDO

udine

Infermiera fingeva di vaccinare i bimbi: già verificati 60 casi di non "copertura"

tunisia-Italia

Strage di Berlino: la salma di Amri custodita (e rimpatriata?) a spese dell'Italia

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

Caravan, i 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

storie di ex

Ancelotti Re d'Europa: scudetto anche in Germania (col Bayern)

storie di ex

Buffon: "Volevo ritirarmi, Agnelli mi ha fatto ripensare"

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento