-1°

14°

CINEMA

D'Azeglio, addio alle pizze Il cinema diventa digitale

Rivoluzione tecnologica nella sala d'essai che per essere al passo dei tempi abbandona la vecchia pellicola

Cinema D'Azeglio

Cinema D'Azeglio

0

 

Niente più «pizze» al cineclub D’Azeglio. Con il digitale si proietta pensando al futuro nel Cinema d’essai dell’ Oltretorrente.
La distribuzione ha deciso infatti che, anche in Italia, siano progressivamente abolite le pellicole per abbattere i costi di stampa delle copie, avere immagini assolutamente perfette e più sicurezza nei confronti della pirateria cinematografica. Una scelta che ha obbligato i cinema italiani ad adeguamenti tecnologici. Un passaggio epocale che ha reso necessari investimenti così onerosi che potevano far cessare o mettere in crisi le piccole sale, i cinema d’essai monoschermo indipendenti: come lo storico cinema D’Azeglio caro a generazioni di parmigiani. «Una rivoluzione come quella dal muto al parlato, o dal bianco e nero al colore visto che si tratta di sostituire parchi proiettori e relativi supporti facendo della cabina di proiezione una postazione audio video di elevatissima tecnologia - spiega Luigi Lagrasta, presidente dello storico Cineclub D’Azeglio, costituito nel lontano 1977, e oggi gestito della recente Cooperativa omonima. - E’ cambiato tutto, si guarda al futuro perché il D’Azeglio deve andare avanti meglio di prima. Da novembre abbiamo iniziato, primi a Parma, a proiettare in digitale anche se l’investimento per noi, piccole sale, è stato tremendo».
«L’approdo al digitale favorisce la reperibilità dei film e la programmazione multipla; pertanto con il cinema Astra, mettiamo a disposizione nuove formule di abbonamenti molto convenienti e dedicate a chi non vuole che le due sale monoschermo d’essai rimaste in Città cessano di esistere». Lagrasta, però, ammette che a fronte dell’investimento notevole, soprattutto in un momento economicamente non facile, c’è stato un provvidenziale sostegno arrivato da più parti. «La Regione  e lo Stato sono intervenuti con aiuti e agevolazioni significative, con l’impegno delle sale a funzionare per prossimo quinquennio, e il Comune di Parma ha, come sempre, riservato grande attenzione e costante supporto alla nostra sala. Per il resto ci siamo autofinanziati perché la cooperativa e il Cineclub non hanno scopo di lucro. La nostra attività può contare anche su illuminati sponsor locali a cui va profonda gratitudine.
La cooperativa del Cineclub D’Azeglio è composta da un un gruppo di amici: Giovanni Cossio , Riccardo Buttafava , Annalisa Chiesi, Ivan De Pietri che instancabili, appunto dal 1977, si sono dati l’obiettivo quello di tenere accesa la luce in Oltretorrente, sette giorni su sette, rilevando la sala, ormai in disuso, e facendola diventare attraverso tanti anni e centinaia di rassegne e iniziative punto di riferimento per gli appassionati e per la città, in particolare per l’Oltretorrente. Il Cinema D’Azeglio rappresenta oggi un polo di aggregazione sociale e culturale con una programmazione continua di prime visioni, proiezioni per le scuole, per i bambini, per gli anziani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati davanti al Maggiore: 60enne arrestato

Degrado

«Strada del Traglione? Uno schifo»

2commenti

Scabbia

L'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

1commento

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

PONTETARO

Nuovo blitz alla Valtaro Formaggi, ma il colpo fallisce

1commento

Protesta

Strade pericolose e degrado: Gaione alza la voce

3commenti

CHIRURGO

Lasagni, in oltre 20 anni mai un'assenza dal lavoro

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

parma-feralpi

D'Aversa. "Risultato importante, ma vorrei più personalità" Video

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video) - Pacciani: "Poco brillanti, ma conta la vittoria" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

SEI NAZIONI

L'Italia perde lottando a Twickenham

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia