-4°

cinema

Lacrime con Hilary Swank in «Quasi amici» al femminile

In «Qualcosa di buono» la diva si cala nella parte di una ragtazza malata di Sla. L'attrice: «Ora mi prendo una pausa per occuparmi di mio padre in difficoltà»

Lacrime con Hilary Swank in «Quasi amici» al femminile

Hilary Swank

0
 

Hilary Swank ha abituato il pubblico alle sue performance camaleontiche, come quelle, premiate entrambe con l’Oscar, nei panni del teenager transgender di Boys don’t cry e della pugile Margaret «Maggie» Fitzgerald di Million Dollar baby.
Ora arricchisce la sua carriera di un altro intenso personaggio, una giovane donna malata da Sla in «Qualcosa di buono» di George C. Wolfe, con Emmy Rossum, nelle sale dal 27 agosto con Koch Media. Tratta dall’omonimo romanzo di Michelle Wildgen (in uscita sempre ad agosto con Vallardi), la storia unisce i toni da dramedy alla «Quasi amic» con la commozione del classico film d’amore, amicizia e malattia.

La protagonista (anche produttrice del film) si è trovata a confrontarsi con le tematiche del film, a ruoli inversi, anche nella vita reale: infatti per assistere il padre Stephen (con il quale in passato i rapporti non erano stati facili), reduce da un trapianto di polmone, ha deciso di prendersi una pausa, pur senza fermarsi completamente, da Hollywood.

«Non c’è niente che voglia fare di più che stare con mio padre in questo periodo di bisogno - ha spiegato all’HuffPost -. Se non mi prendessi cura di lui, riguardando indietro penso avrei sempre il rimorso di non essergli stata accanto. Siamo molto legati ora, il legame che abbiamo creato compensa quello che non abbiamo avuto in passato».

In «Qualcosa di buono», invece, ad avere bisogno di assistenza, comprensione, empatia, aiuto, è il suo personaggio Kate, pianista classica, di buona famiglia, affetta da Sla e costretta sulla sedia a rotelle.

La routine nella quale è accudita dal marito Evan (Josh Duhamel), avvocato di successo, è sconvolta quando Kate, che si sente sempre più isolata e impotente, decide di assumere come «badante», nonostante non abbia nessuna esperienza, Bec (Emmy Rossum, alla ribalta negli Usa per il suo ruolo nella serie Shameless con William Macy), scapestrata studentessa universitaria in crisi e aspirante cantante. Mentre il legame tra le due donne, così diverse, diventa sempre più solido, scoppia la crisi tra Kate e il marito...

Come d’abitudine Hilary Swank ha voluto riprodurre con la più grande precisione la trasformazione fisica del personaggio (dai movimenti alla voce), qui alla prese con una malattia degenerativa: «Ho fatto molte ricerche, mi sono preparata con l’aiuto di un infermiera e ho incontrato molti malati di Sla che hanno condiviso con me molti dettagli intimi e privati su cosa voglia dire affrontare ogni giorno, emozionalmente e fisicamente questa diagnosi - ha spiegato l’attrice -. Speravano che il film aumentasse la consapevolezza sulla malattia, e ciò ha aggiunto una responsabilità molto maggiore per me, sentivo di dover rappresentare tutti quelli che ho incontrato».

Tra i prossimi impegni per l’attrice c’è la serie The One percent, creata da Alejandro Gonzalez Inarritu e interpretata, fra gli altri, da Ed Harris e Ed Helms. Protagonista della storia «è una famiglia di agricoltori alle prese con le disparità del mondo», ha detto nelle interviste il regista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta