-1°

collecchio-gaiano

Alpini, un anno positivo per il gruppo di Protezione civile

Il responsabile Gatti: «360 ore di attività al servizio della comunità»

Alcuni volontari del nucleo di Protezione Civile sfilano in occasione della festa del gruppo alpini di Collecchio

Alcuni volontari del nucleo di Protezione Civile sfilano in occasione della festa del gruppo alpini di Collecchio

0

 

COLLECCHIO - L’anno 2013 per la Protezione Civile degli alpini di Collecchio e Gaiano (come a livello provinciale) è stato purtroppo contrassegnato da un momento di pausa nella seconda parte dell’anno dovuta a problemi burocratici derivanti dall’esigenza dell’Associazione nazionale alpini di monitorare la situazione nel volontariato in essa operante ed in particolar modo la perfetta idoneità fisica dei volontari. In questo periodo pertanto non sono stati svolti servizi ordinari né tantomeno straordinari.
«Nei primi sei mesi del 2013 – dice Gian Luca Gatti, responsabile della Protezione Civile degli alpini di Collecchio e Gaiano - sono stati comunque importanti gli interventi nel capoluogo e nelle frazioni per un totale di 360 ore di attività svolta in occasione di vari eventi ed a carattere preventivo. In quest’ultimo impegno sono rientrati il periodico controllo di bacini, di fossi e di canali, in convenzione con l’Amministrazione Comunale».
Sempre in collaborazione col comune e con Pedemontana Sociale i volontari si sono resi disponibili a fornire aiuto soprattutto ad anziani o diversamente abili, in caso di eccessive temperature nel periodo estivo o per piccoli servizi di assistenza, garantendo così interventi tempestivi.
«Particolare attenzione – ha aggiunto Gian Luca Gatti - è stata rivolta alle esercitazioni di evacuazione degli istituti scolastici del capoluogo e delle frazioni di ogni ordine e grado, dai nidi alle scuole medie. Sono stati coinvolti più di 1.300 studenti, oltre al personale scolastico».
Il nucleo si è distinto anche nel campo della solidarietà donando mille euro (derivanti da offerte di privati) all’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino e all’Avis.
Inoltre i volontari hanno frequentato, nella sede che si trova all’interno del Polo del Volontariato di Collecchio, un corso di formazione di 8 ore inerente l’uso corretto della radio.
Le lezioni, che sono state tenute dal volontario ingegnere Massimo Merli, hanno permesso di aggiornare le nozioni teoriche e pratiche sull'uso di questo indispensabile strumento di comunicazione specialmente durante le emergenze.
Inoltre sono entrati nel Nucleo di Protezione Civile due giovani volontari collecchiesi: Jacopo Maestri e Filippo Fornari, riuscendo a conciliare i loro impegni di studio con quelli di volontario, hanno superato brillantamente un apposito corso e hanno già operato in vari interventi.
Nel nucleo di Protezione Civile degli alpini sono comunque necessari altri volontari. Lo ha messo in evidenza lo stesso responsabile Gian Luca Gatti che, a tale scopo, è possibile contattare al 320/4011445.
L’interessato che vuole diventare volontario di Protezione civile dovrà svolgere un corso: al termine gli sarà fornito il corredo completo atto a proteggersi durante gli eventuali interventi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria