15°

collecchio

No all'ampliamento di Monte Ardone

No all'ampliamento di Monte Ardone
1

No all’ampliamento della capacità di accoglimento dei rifiuti nella discarica di Monte Ardone che risulta ormai quasi esaurita: la discarica ha raggiunto, infatti, 280 mila tonnellate di conferimento sulle 300 mila previste.
In consiglio comunale a Collecchio unanime la presa di posizione sia della maggioranza sia dei due gruppi di minoranza «Liberi e uniti per Collecchio» e «Per Collecchio solidale».
La società di gestione dell’impianto, la Palladio Team, ha presentato, nei mesi scorsi una richiesta volta a superare l’Autorizzazione Integrata Ambientale che prevede il vincolo delle quantità di rifiuti conferibili all’impianto e pone il limite di 300 mila tonnellate.
L’obiettivo del gestore è quello di mantenere solo il vincolo relativo al volume massimo autorizzato, pari a 300 mila metri cubi, ma non della quantità di rifiuti.
La discarica di Monte Ardone si trova nel Comune di Fornovo ma vi sono risvolti legati anche a Collecchio in particolare per quanto riguarda il traffico pesante che porta i rifiuti nella discarica stessa, ma anche per motivi legati alla sua sicurezza ambientale e di immagine per un territorio che fonda la propria economia sull’agroalimentare.
Roberta Delsanto, del gruppo di minoranza «Per Collecchio solidale», ha posto l’accento sul tema dello smaltimento dei rifiuti che per le grandi multiutility rappresenta spesso un business a detrimento del territorio e dei cittadini.
«Ritengo -ha detto nel suo intervento - che la richiesta di ampliamento non sia giustificabile».
Lapidario Luigi Tanzi, capogruppo di «Liberi e uniti per Collecchio». «Ci siamo sempre opposti all’apertura di questo impianto – ha detto – che rappresenta prima di tutto una minaccia da un punto di vista ambientale per il territorio anche a fronte delle problematiche che si sono verificate in passato e che hanno interessato la tenuta della guaina che dovrebbe garantire l’impermeabilizzazione dell’impianto. In più non sappiamo con certezza da dove vengano e quali siano i rifiuti conferiti».
L’ordine del giorno, presentato dal consigliere di maggioranza Franco Ceccarini, ha raccolto, quindi, il parere favorevole di tutte le forze presenti in consiglio. «Penso – ha precisato Ceccarini – che si tratti di un argomento particolarmente rilevante per i nostri territori. Si tratta di un invito fatto all’Amministrazione provinciale in cui prendiamo atto dell’esaurimento della capacità della discarica di smaltire ulteriori tonnellate di rifiuti e di conseguenza del diniego di un'ulteriore autorizzazione della capacità di smaltimento».
Franco Ceccarini ha concluso sottolineando i risvolti legati alle produzioni tipiche del territorio. «Si tratta di un ordine del giorno che prende atto anche delle posizioni negative per quanto riguarda l’ampliamento espresse dal Consorzio del prosciutto di Parma e di Lega. Ambiente, e che oltre a chiedere alla Provincia di negare l’autorizzazione all’ampliamento ,chiede al gestore di mettere in atto tutti gli interventi necessari per mettere in sicurezza l’impianto e di tutela dell’ambiente». G.C.Z.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    22 Ottobre @ 19.13

    ALLORA , ANCHE DIFFERENZIANDO E RICICLANDO TUTTO IL RICICLABILE , resta sempre una quota residua di rifiuti che può andare solo in due posti : o in discarica , o in inceneritore . In discarica no , in inceneritore no , e , allora , dove ce la mettiamo ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia