15°

29°

Jonah Lomu

Una «leggenda» fra i ragazzi di Colorno

Una «leggenda» fra i ragazzi di  Colorno

Jonah Lomu circondato dai ragazzi di Colorno in occasione della sua visita nel 2011

Ricevi gratis le news
0
 

Un velo di tristezza ha avvolto il mondo intero alla notizia della morte, a soli 40 anni, di Jonah Lomu, il gigante buono della palla ovale.

A maggior ragione la sua scomparsa, avvenuta ieri, ha colpito chi ha avuto l’opportunità di vederlo, conoscerlo, parlargli. Come avvenne a Colorno, dove il fuoriclasse degli All Blacks onorò la nostra provincia con la sua presenza, nel giugno del 2011.

Il 22 di quel mese la sua presenza fu infatti occasione di grande emozione, per centinaia di persone, soprattutto giovani rugbysti che ebbero l’occasione di poter giocare, scherzare, parlare, farsi foto con lui, e farsi fare l’autografo, sul terreno del «Maini».

«Ci fece molto piacere averlo fra noi, fu un grande onore. Si è dimostrato una grande persona. Al rugby mancherà tanto» ricorda l’allora presidente colornese Mario Padovani.

Con famiglia al seguito, Lomu stava girando il mondo in veste di testimonial per la campagna solidale «Friends for Japan» sorta in seguito ai tragici eventi di Fukushima, e Lomu si dimostrò interprete di uno dei principi base del rugby: il sostegno, che si dà e si riceve in campo così come fuori.

Lu ne è stato interprete a tutto tondo: «Era una persona molto affabile, solidale, ha sempre dato spazio e amicizia alle persone e trovato tempo per loro» conferma un «tutto nero» d’eccezione come l’estremo delle Zebre, Mils Muliaina. Che ricorda anche un momento particolare: «La prima volta che l’ho incontrato è stato nel 1999 o 2000 a un Torneo Seven: mi ha preso sotto la sua ala e mi ha dato l’ispirazione per essere un vero All Black. da giocatore ha veramente cambiato il rugby, con la sua potenza e velocità».

Gli altri due neozelandesi delle Zebre, Dion Berryman e Kelly Haimona, sono concordi nell’affermare che «Lomu è un’icona, una leggenda e per quelli della nostra generazione era un idolo: tutti volevano diventare, giocare come Jonah Lomu».

Un pizzico di emozione in più la mostra Haimona nel ricordare un aneddoto che lo riguarda: «Avevo 10 o 12 anni: gli All Blacks vennero a Rotorua, la mia città e io feci una foto assieme questo gigante».

Un gigante dai numeri fisici e tecnici impressionanti, difficilissimo da placcare (come sa bene il nazionale inglese Mike Catt, sul quale Lomu «passeggiò» letteralmente in occasione della sua prima meta all’Inghilterra nel corso dei mondiali del 1995, una delle più famose della storia ovale).

«Bisognava essere in due o tre per fermarlo. Potevi provare a placcarlo da dietro, ma dovevi essere almeno veloce quanto lui... - ricorda l'ex azzurro Massimo Giovanelli -. Personalmente ho il ricordo di un giocatore fortissimo in campo quanto estremamente leale e sempre molto disponibile; quando giocammo contro gli All Blacks a Bologna, nel ‘95, venne a sedersi al nostro tavolo al terzo tempo». «Nonostante la fama è sempre rimasto se stesso, e questa era la sua grande forza» chiosa l’ex capitano azzurro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti